7 rotte commerciali mediterraneo nella storia del mondo

7 rotte commerciali mediterraneo nella storia del mondo

7 rotte commerciali mediterraneo nella storia del mondo

Queste strade facilitavano gli scambi culturali, inclusa la diffusione della religione, delle idee, della conoscenza e talvolta persino dei batteri.

7 rotte commerciali mediterraneo nella storia del mondo. Rotte che hanno unito luoghi di produzione a luoghi di commercio. Queste erano il principale motore delle reti commerciali dove scambiavano merci disponibili solo in determinati luoghi, come il sale, le spezie, l’incenso, l’ambra.

7 rotte commerciali mediterraneo nella storia del mondo 1 rotte commerciali mediterraneo
Strada nel deserto

1. La Via della Seta

La Via della Seta è la più famosa rotta commerciale antica, che collega le principali civiltà antiche della Cina e dell’Impero Romano. La seta veniva scambiata dalla Cina all’Impero Romano a partire dal I secolo a.C., in cambio di lana, argento e oro provenienti dall’Europa. Oltre a promuovere il commercio, la Via della Seta divenne anche una rotta vitale per la diffusione della conoscenza, della tecnologia, della religione e delle arti, con molti centri commerciali lungo il percorso.

La Via della Seta

Una delle 7 rotte commerciali mediterraneo era La Via della Seta che ha avuto origine a Xi’an, in Cina, e ha viaggiato lungo la Grande Muraglia cinese prima di attraversare le montagne del Pamir in Afghanistan e nel Levante, dove le merci venivano caricate su navi destinate ai porti del Mediterraneo. Era raro che i commercianti percorressero per intero le 6.500 km, quindi la maggior parte esercitava il proprio commercio su sezioni del percorso. 

La VIA DELLA SETA CINESE

Quando l’Impero Romano si sgretolò nel IV secolo d.C., la Via della Seta divenne pericolosa e cadde in disuso fino al XIII secolo, quando fu ripresa sotto i Mongoli. L’esploratore italiano Marco Polo seguì la Via della Seta durante il XIII secolo, diventando uno dei primi europei a visitare la Cina. Ma sulla famosa rotta, una delle 7 rotte commerciali mediterraneo, potrebbe essersi diffusa più del commercio e dei legami interculturali: alcuni scienziati pensano che siano stati i mercanti che viaggiavano lungo la rotta a diffondere la peste batteri che hanno causato la peste nera.

2. La Tea Horse Road

7 rotte commerciali mediterraneo nella storia del mondo 2 rotte commerciali mediterraneo
Tea Horse Road

La Tea Horse Road è un antico percorso che si snoda per quasi 10.000 km attraverso le montagne Hengduan, una delle principali aree di produzione di tè in Cina, fino al Tibet e all’India. La strada attraversa anche numerosi fiumi, rendendola una delle più pericolose delle antiche rotte commerciali. Le merci principali che percorrevano la rotta erano il tè cinese e i cavalli da guerra tibetani, con scambi diretti di tè per cavalli e viceversa l’obiettivo principale dei mercanti che percorrevano la rotta. Parti del percorso furono utilizzate a partire dal 1600 a.C. circa, ma le persone iniziarono a utilizzare l’intero percorso per il commercio intorno al VII secolo d.C. e il commercio su larga scala iniziò a svolgersi a partire dalla dinastia Song (960-1279).

READ  Come fare i bagagli per una vacanza invernale

Sulla Tea Horse Road, una delle 7 rotte commerciali mediterraneo, si stima che tra il 960 e il 1.127, circa 20.000 cavalli da guerra tibetani venivano scambiati ogni anno in cambio di 8000 tonnellate di tè. Man mano che le rotte marittime diventavano più popolari, l’importanza della strada diminuiva. Ma durante la seconda guerra mondiale, acquisì nuovamente importanza poiché i giapponesi bloccarono molti porti marittimi e la Tea Horse Road divenne una rotta chiave per i rifornimenti che viaggiavano tra l’interno della Cina e l’India.

3. Le Vie delle Spezie

7 rotte commerciali mediterraneo nella storia del mondo 3 rotte commerciali mediterraneo
Il Portogallo aveva una presenza significativa in Asia e manteneva il monopolio sul commercio delle spezie.

Le rotte delle spezie o Via della Seta Marittima, erano percorsi marittimi che collegavano l’Est all’Ovest. Pepe, chiodi di garofano, cannella e noce moscata erano tutti prodotti estremamente ricercati in Europa, ma prima del XV secolo, gli intermediari nordafricani e arabi controllavano l’accesso al commercio con l’Oriente, rendendo tali spezie estremamente costose e rare. Con l’alba dell’era dell’esplorazione (XV-XVII secolo), poiché la nuova tecnologia di navigazione rendeva possibile la navigazione su lunghe distanze, gli europei scesero in mare per stringere rapporti commerciali diretti con Indonesia, Cina e Giappone. 

Il commercio delle spezie ha alimentato lo sviluppo d’imbarcazioni più veloci, incoraggiato la scoperta di nuove terre e promosse nuove relazioni diplomatiche tra Oriente e Occidente (fu in parte pensando alle spezie che Cristoforo Colombo partì per il suo famoso viaggio in 1492).

4. La Via del Sale

8 rotte commerciali mediterraneo nella storia del mondo 3
Sale a Malta.

Il sale è stato a lungo un bene prezioso: è stato usato per aromatizzare e conservare il cibo e come antisettico. Ma il sale era un bene scarso nell’antichità, quindi le aree ricche di minerali divennero importanti centri commerciali. Anche le strade che collegavano questi centri ad altri insediamenti divennero comuni. 

Tra i tanti percorsi di questo tipo che sorsero, uno dei più famosi era la Via Salaria romana (Via del sale), che correva da Ostia, vicino a Roma, attraverso l’Italia fino alla costa adriatica. Il sale era così prezioso che costituiva una parte della paga di un soldato romano. È da questo che si ricava la parola stipendio (da sal, la parola latina per sale) e la frase “non vale il suo sale”, quest’ultima perché la paga del sale di un soldato veniva soppressa se non lavorava sodo.

5. La Via dell’Incenso

La Via dell’incenso si è sviluppata per trasportare incenso e mirra, che si trovano solo all’estremità meridionale della penisola arabica (Yemen e Oman moderni). L’incenso e la mirra sono entrambi derivati ​​dalla linfa degli alberi essiccata al sole; queste pepite di linfa possono quindi essere bruciate come incenso o usate come profumo, ed erano anche popolari nei rituali di sepoltura per aiutare l’imbalsamazione. L’incenso e la mirra divennero una merce significativa per i romani, i greci e gli egiziani: si diceva che l’ imperatore romano Nerone avesse bruciato un intero anno d’incenso al funerale della sua amata amante.

Una delle 7 rotte commerciali mediterraneo, la via dell’incenso, fece fiorire il commercio. Ogni anno, al suo apice, circa 3000 tonnellate d’incenso furono scambiate lungo la sua lunghezza. Lo storico romano Plinio il Vecchio ha scritto che ci sono voluti 62 giorni per completare il percorso. Nel I secolo d.C., questa antica rotta terrestre era in gran parte abbandonata, poiché il design migliorato delle barche rendeva le rotte marittime più attraenti.

READ  Viaggi in gruppo o da solo: vantaggi e svantaggi

6. La Strada dell’Ambra

7 rotte commerciali mediterraneo nella storia del mondo 4 rotte commerciali mediterraneo
Un pezzo di ambra baltica contenente insetti.

L’ambra è stata commerciata dal 3000 a.C. circa, con prove archeologiche che rivelano perle d’ambra provenienti dai Paesi Baltici che hanno raggiunto l’Egitto. I romani, che apprezzavano la pietra sia per scopi decorativi che medicinali, svilupparono una strada dell’ambra che collegava i paesi baltici con il resto dell’Europa.

Grandi depositi di ambra si trovano sotto il Mar Baltico, formati milioni di anni fa quando le foreste coprivano l’area. Oggi è possibile trovare tracce della vecchia Strada dell’Ambra in Polonia, dove uno dei percorsi principali è noto come “Autostrada dell’Ambra“, una delle 7 rotte commerciali mediterraneo.

7. La Rotta Commerciale Trans-Sahariana

La rotta commerciale trans-sahariana dal Nord Africa all’Africa occidentale era in realtà composta da una serie di rotte, creando un incrocio di collegamenti commerciali attraverso la vasta distesa del deserto. Queste rotte commerciali sono emerse per la prima volta nel IV secolo d.C. Entro l’XI secolo, le carovane composte da più di mille cammelli trasportavano merci attraverso il Sahara. Lungo il percorso di una delle 7 rotte commerciali mediterraneo, venivano scambiati oro, schiavi, sale e stoffa, così come oggetti come piume di struzzo e fucili europei.

Una delle 7 rotte commerciali mediterraneo che è stata determinante nella diffusione dell’Islam dai berberi nel Nord Africa all’Africa occidentale, e con l’Islam è arrivata la conoscenza, l’istruzione e la lingua araba. La rotta commerciale trans-sahariana ha anche incoraggiato lo sviluppo di sistemi monetari e la costruzione dello stato. Nel XVI secolo, quando gli europei iniziarono a vedere il valore delle merci africane, le rotte commerciali trans-sahariane furono oscurate dal commercio transatlantico controllato dall’Europa e la ricchezza si spostò dall’entroterra alle zone costiere, riducendo la pericolosa rotta del deserto.

6 thoughts on “7 rotte commerciali mediterraneo nella storia del mondo

  1. Un post davvero molto interessante che mi ha fatto rispolverare i ricordi di quando andavo a scuola. Ora vedo con occhi diverse queste rotte commerciali nella stioria del mondo e mi piacerebe visitarle tutte . Un saluto, Daniela.

Leave a Review

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *