Atrani, la più piccola città del sud Italia

Mappa del borgo con vie e chiese

Atrani, la più piccola città del sud Italia

Clima mediterraneo, borgo arabo e primo secolo di storia.

Atrani è una città della Costiera Amalfitana in provincia di Salerno in Campania, Italia sudoccidentale, vicinissima ad Amalfi che si erge sopra una bellissima distesa di sabbia incontaminata. È uno dei luoghi più idilliaci e pittoreschi d’Italia inclusa nella lista dei borghi italiani più belli ed è il comune più piccolo dell’Italia meridionale. Il borgo si annida nella divisione di due ripide scogliere sulla riva del Mar Tirreno e si presenta come un labirinto di cupole di stile arabo e vicoletti che si insinuano tra le case in calce bianca con persiane colorate. Atrani è un villaggio di pescatori costieri con una popolazione di meno di mille abitanti.

Atrani, la più piccola città del sud Italia
Spiaggia Atrani

La nascita di Atrani è incerta, gli archeologi hanno scoperto rovine risalenti al I secolo d.C di ville romane lungo la costa di Amalfi coperte di detriti e cenere dall’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. Unico cenno dell’esistenza del borgo è una lettera del Papa Gregorio I al vescovo di Amalfi, in data 596 d.C. Nel borgo scoprirai chiese e piazze barocche del XIII secolo con fontane a zampillo, ascolterai il rintocco della campana della torre del XVI secolo mentre suona scuotendo la quiete dell’ora della siesta. Un relax totale bevendo sulla terrazza del caffè in Piazza Umberto, la piazza principale.

Il momento migliore per visitare Atrani in totale relax

Atrani, la più piccola città del sud Italia
Atrani in Primavera

Atrani gode dello stesso meraviglioso clima mediterraneo del resto della Costiera Amalfitana. Ma proprio come in qualsiasi altra parte del mondo, il tempo ad Atrani non sarà mai prevedibile al cento per cento. Il periodo migliore per visitare Atrani è maggio o settembre, così da evitare l’intenso calore e la folla dei bagnanti in estate mentre la primavera ha temperature favorevoli che in media vanno da 12 ° C a 25 °, il mare non è molto freddo per fare una nuotata, sulla spiaggia non c’è mai nessuno e gli alberi fioriti profumano l’aria con la loro fragranza. In autunno le temperature restano intorno ai venti gradi, ancora abbastanza caldo per scoprire la cittadina.

Scopriamo Atrani 

Atrani, la più piccola città del sud Italia
Atrani- la spiaggia

La città è nascosta dietro gli archi che si affacciano sulla spiaggia. Su entrambi i lati della baia c’erano una volta delle chiuse e lungo il fondo della gola scorre il fiume Dragon. Dal lato ovest, si nota la torre del Jiro mentre sul sito del castello orientale, su una ripida sporgenza, si affaccia la chiesa di Santa Maddalena. La chiesa, il cavalcavia con archi, una spiaggia di fronte e una roccia possente, come se fosse sospesa sulla città, creano un’immagine insolitamente potente.

Atrani, la più piccola città del sud Italia
Piazza Umberto I

Per la bellezza dei vicoletti, degli archi, dei cortili, delle piazzette, delle caratteristiche “scalinatelle, il borgo è stato scelto diverse volte come set coreografico per film. Atrani è una cittadina tranquilla, anche durante il culmine della stagione estiva. Qui sono presenti meno turisti rispetto ad altre località vicine, luogo ideale per chi vuole rilassarsi senza essere circondati da una folla. Il borgo ha una bella spiaggia, anche se non troppo grande, divisa al centro dal fiume Dragone che scorre attraverso le case e sfocia nel mare. Dall’altro lato della scogliera, su cui sorge la chiesa, si trova un’altra spiaggia di Atrani, la cosiddetta spiaggia di Castiglione.

Entriamo in Atrani

Atrani, la più piccola città del sud Italia
Entrata in Atrani

Dalla spiaggia andiamo in città e ci troviamo al centro della piazza rettangolare della camera, la piazza principale della città Umberto I, che i locali chiamano semplicemente Piazzetta. Nell’angolo della piazza, tra i tavoli dei caffè, c’è una vecchia fontana. In Piazzetta sorge la chiesetta bianca di San Salvatore (X secolo), in cui durante il periodo della Repubblica furono seppelliti i Dogi e nominati i loro successori. Di fianco alla Chiesa si percorre via dei Doji, la via principale di Atrani. Costruito sul canale del fiume Drago, ripete tutte le sue curve e termina alle ultime case della città, chiamato la “coda del drago”.

Atrani, la più piccola città del sud Italia
Piazzetta

Le strade strette si disperdono dalla Via dei Doji in diverse direzioni. Per la maggior parte, si tratta di scale ripide che si estendono tra le pareti bianche delle case. Seguendoli, vieni coinvolto in un intricato labirinto.

Atrani, la più piccola città del sud Italia
Vie di Atrani

Cosa vedere

Atrani, Chiesa Collegiata di S. Maria Maddalena Penitente
Atrani
Chiesa Collegiata di S. Maria Maddalena Penitente

Chiesa Collegiata di S. Maria Maddalena Penitente

Santa Maria Maddalena è la patrona di Atrani. La facciata arrotondata bianco come la neve è adiacente al campanile. Si ritiene che fu con il suo aiuto che riuscì a liberare Atrani dai pirati saraceni che arrivarono qui nel 1100 e presero il controllo della città per diversi anni, costringendo i residenti a trasferirsi nella vicina Amalfi. Tracce del soggiorno degli stranieri sono conservate nel dialetto locale.

La Chiesa Collegiata di S. Maria Maddalena Penitente, fondata nel 1274 sulle rovine di una fortezza medievale, è in stile rococò. Nel corso degli anni ha subito molti restauri e oggi, i visitatori possono trovare molte belle statue e dipinti collocati nelle sue varie cappelle laterali. Questi includono la famosa scultura, La Madonna Pastora del 1789, così come l’Incredulità di San Tommaso che è stata realizzata dall’artista salernitano del XVI secolo Andrea Sabatini. La facciata della chiesa è considerata da molti come l’unico esempio di rococò in Costiera Amalfitana.

Chiesa di San Salvatore de ‘Birecto

Atrani, la più piccola città del sud Italia

La Chiesa di San Salvatore de ‘Birecto, costruita intorno al 10 ° secolo, si trova al centro della piazza Umberto I, a 50m dal mare. La facciata della chiesa è decorata con una torre dell’orologio con campane. Si accede con ripide scale con sculture e dipinti notevoli. La chiesa è a tre navate con volte a botte. All’interno, sono state conservate lapidi di 12-14 secoli. Lungo il perimetro statue di santi e madonne, colonne corinzie e un piccolo museo con stemma e un sarcofago. Spicca una lastra marmorea del XII secolo raffigurante due pavoni. Le porte di bronzo, realizzate nel 1087, frutto di una donazione, sono le stesse del Duomo amalfitano.

Chiesa Torre dello Ziro

Una fortezza sul Monte Aureo che domina la città di Amalfi e Atrani, la sua la data esatta di costruzione è sconosciuta, ma la ricerca suggerisce che sia stata costruita nel XV secolo. Qui puoi trovare bastioni e torrette, oltre alle rovine di un vecchio castello.

Grotta dei Santi

La sua storia ha ispirato molti romanzi tragici, tra cui uno del famoso scrittore italiano Matteo Bandello. La Grotta dei Santi si trova non lontano dalla Torre di Ziro. È una piccola grotta naturale che si apre su una terrazza con alberi di limoni. Le sue mura sono decorata con affreschi in stile bizantino risalenti al 12 ° secolo, raffiguranti i quattro Evangelisti. Questa grotta è in realtà i resti del monastero benedettino dei Santi Quirico e Giuditta, fondato nel 986 dall’arcivescovo Leone I. Si dice che vi si rifugiò Masaniello, di origine atranese, in fuga dal vicerè di Napoli.

Chiesa di Nostra Signora del Monte Carmelo

La chiesa di Nostra Signora del Monte Carmelo, costruita nel 1601, ha l’esterno piuttosto semplice, ma il campanile, costruito in stile moresco, è considerato un vero gioiello. L’interno è decorata in stile barocco, con un affresco del XV secolo raffigurante la Madonna. La chiesa ospita anche un presepe che viene aperto al pubblico durante le festività natalizie, i cui personaggi sono in realtà ritratti d’importanti uomini e donne di Atrani del XV secolo.

Chiesa di Santa Maria del Bando

Atrani, la più piccola città del sud Italia
Chiesa di Santa Maria del Bando

Sul lato opposto della gola, sotto la torre del Jiro, è possibile vedere una piccola chiesa bianca Santa Maria del Bando costruita nel X secolo sulla cima del Monte Aureo. All’interno della chiesa c’è un’urna di marmo bianco con la storia di uno schiavo a cui fu concessa la libertà durante la dinastia dell’ imperatore Giulio.

Chiesa di San Michele Arcangelo

Atrani, la più piccola città del sud Italia
Chiesa di San Michele Arcangelo

Alla fine della città, sul lato est, si trova la Chiesa di Michele Arcangelo (S. Michele Fuori le mura). Fu costruita nell’11-12 ° secolo fuori dalle mura della città di Atrani. Per molto tempo è stata la chiesa principale del cimitero della città. Durante la peste del 1656, nei pressi delle mura c’era una fossa comune. Le ultime sepolture qui furono fatte nel 1927.La Chiesa di San Michele Arcangelo presenta interessanti sculture e dipinti. Dal suo campanile puoi salire per avere una fantastica vista della Costiera Amalfitana e delle aree circostanti.

Cosa mangiare

Tra le molte possibilità, ho scelto “o’ sarchiapone”, la zucca verde che è alla base del piatto simbolo. Il vino con cui accompagnare il “sarchiapone” dev’essere un rosso secco e corposo, come un Furore o un Tramonti. Assicurati di provare i frutti di mare locali e la cucina atranese! Essendo ancora una città di pescatori, tutti i frutti di mare qui sono garantiti freschi, ed sono generalmente abbinati a prodotti coltivati ​​nei giardini degli agricoltori locali.

Come arrivare ad Atrani

Atrani, la più piccola città del sud Italia
Entrata dalla strada principale

Atrani si trova a 700 m ad est di Amalfi; queste città sono le vicine più vicine e dall’una all’altra si può attraversare un lungo tunnel scavato nella roccia. Accessibile sia con una lunga scalinata esterna che porta alla spiaggia sia da scale che arrivano in piazza.

Accessibilità auto, moto e Bus

Questa affascinante cittadina è il luogo ideale da visitare per coloro che desiderano allontanarsi dalla folla. Chi conosce questo tratto di costa e Atrani, sa benissimo i divieti per scendere sulla spiaggia e i posti limitati di auto e moto. Il vantaggio che nel borgo si incontrano pochi turisti anche durante i mesi estivi. Meglio arrivarci con la Sita da Salerno. Programma – http://www.sitasudtrasporti.it/orari 

Eventi

  • Santa Maria Maddalena Penitente, 22 luglio

14 thoughts on “Atrani, la più piccola città del sud Italia

  1. Adoro i piccoli borghi del sud. Atrani non l’ho mai visitato ma da quello che vedo e da come lo hai descritto pare veramente affascinante.

  2. i borghi sono sempre nella mia lista di luoghi da visitare hanno un
    fascino unico e sono ricchi di storia, non vivo al sud ma spero di
    potervi venire quanto prima

  3. I piccoli borghi sono come dei gioielli preziosi. Hanno tante cose
    da raccontare, ma la vita è ciò che mi affascina di più, proprio
    come dici tu tra piazze, corti e scalinate c’è tutto il fascino
    che vale il viaggio. Non sapevo fosse il set di molti film! Molto
    molto carino, grazie di avermelo fatto conoscere!

  4. L’Italia è piena di piccoli borghi spettacolari. Sono a pochi
    chilometri dalla costiera, eppure ancora mi mancano diversi paesini
    da vedere. Atrani è uno di questi. E poi solo sul mare, come da
    noi, si mangia davvero pesce freschissimo!!

  5. Mi sto mangiando le mani per non essermi fermata ad Atrani dopo aver letto questo articolo! Sono stata in Costiera l’anno scorso e per mancanza di tempo abbiamo saltato vari paesini tra cui questo, spero di rimediare la prossima volta che sarò in zona!

  6. Complimenti Cristina! Mi è piaciuto tantissimo questo itinerario. Ora sono curiosa di visitare la Chiesa di Nostra Signora del Monte Carmelo e la Grotta dei Santi!!! Mi organizzerò a breve. Grazie per i consigli di viaggio!

  7. Non mi stupisco, da appassionata di cinema (ma chiunque lo capirebbe per la sua bellezza) che Atrani sia stata scelta come location cinematografica. Merita davvero!

  8. I piccoli borghi del sud Italia mi hanno sempre affascinata, tra vicoletti ricchi di fascino e spiaggette affollate. Atrani mi sembra proprio rientri in questa categoria di gioiellini, davvero un luogo unico da visitare!

Leave a Review

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *