Cristoforo Colombo esploratore italiano

Cristoforo Colombo esploratore italiano

Biografia Cristoforo Colombo esploratore italiano

Un ammiraglio del 400 che ha viaggiato nei Caraibi, nell’America centrale e nel Sud America aprendo la strada alla colonizzazione europea. 

Cristoforo Colombo esploratore italiano scoprì le Americhe mentre cercava una rotta oceanica per l’Asia. La sua scoperta è celebrata come il Columbus Day in molti paesi. Cristoforo Colombo usò la sua forte personalità per convincere genitori e studiosi a guardare oltre le teorie accettate sulle dimensioni del mondo per trovare nuove rotte verso l’Asia. Anche se non è stato il primo europeo a incontrare le Americhe, i suoi viaggi hanno aperto lo scambio di merci e idee tra i due paesi. Dopo la sua morte, Colombo fu criticato per i crimini che commise contro le popolazioni indigene del Nuovo Mondo.

Chi è Cristoforo Colombo

Cristoforo Colombo con i suoi figli Diego e Ferdinando e una donna incisione di I. Stockdale 1794
Cristoforo Colombo esploratore italiano con due figli

Cristoforo Colombo (1451 – 1506) nacque nel 1451 da Domenico e Susanna a Genova, una città portuale situata sulla costa nord-occidentale dell’Italia. Era il più grande di cinque figli e lavorò a stretto contatto con i fratelli. Si diplomò in tenera età e iniziò a navigare lungo le rotte commerciali. Nel 1476 si recò in Portogallo dove svolse un’attività cartografica con il fratello Bartolomeo. Nel 1479 sposò Felipa Perestello Moniz, figlia del governatore di Porticas. Il loro unico figlio, Diego, nacque nel 1480, Felipa morì pochi anni dopo. Il suo secondo figlio, Fernando, nacque nel 1488 da Beatrice Enriquez de Arana.

Il percorso verso l’Asia

Nel 1450 l’impero turco controllava il Nord Africa bloccando il più facile accesso dell’Europa a preziosi beni orientali come le spezie. Alla ricerca di alternative a rotte terrestri pericolose e dispendiose in termini di tempo, molti paesi hanno rivolto gli occhi al mare. Il Portogallo, in particolare, fece grandi passi avanti nel farsi strada intorno alla punta meridionale dell’Africa, raggiungendo infine il Capo di Buona Speranza nel 1488. Colombo iniziò una campagna per raggiungere l’Asia viaggiando verso ovest. 

Quanto è grande la Terra?

Il matematico e astronomo greco Eratostene calcolò le sue dimensioni intorno al 240 a.C., ma non è mai stato dimostrato. Colombo sostenne che la cifra era troppo grande e rielabora i calcoli che resero la Terra più piccola del 66% rispetto, una stima incredibilmente vicina alle dimensioni reali della Terra.

Cristoforo Colombo chiede il sostegno di Isabella I e Ferdinando II di Spagna cromolitografia da un dipinto di Vaclav Brozik c. 1884.Biblioteca del Congresso Washington DC
Cristoforo Colombo chiede il sostegno d’Isabella I e Ferdinando II di Spagna, cromolitografia da un dipinto di Václav Brožík, c. 1884.Biblioteca del Congresso, Washington, DC

Colombo propose per la prima volta i suoi piani con il Portogallo in AD. 1483, dove fu respinto. Proseguì per la Spagna governata dai re Ferdinando e Isabella dove ricevette uno stipendio e un posto in un tribunale spagnolo. Dopo che la Spagna prese il controllo delle province meridionali nel gennaio 1492, nell’aprile dello stesso anno furono approvati i piani di Colombo che aveva già iniziato a pianificare il suo viaggio.

Niña, Pinta e Santa Maria

Cristoforo Colombo esploratore italiano, partì dalle Isole Canarie nel settembre 1492 con delle Caravelle (nave di tipo portoghese) conosciuta come Santa Maria. Con lui viaggiarono altre due navi, Niña e Pinta, con a bordo 90 membri dell’equipaggio, che il 12 ottobre 1492 sbarcarono su una piccola isola dei Caraibi che Colombo chiamò San Salvador. (La sua scoperta oggi è celebrata come Columbus Day negli Stati Uniti il ​​secondo lunedì di ottobre). Quando arrivò nell’India orientale, Colombo soprannominò gli abitanti del villaggio che incontrava indiani che furono rapidamente attaccati dagli europei.

READ  Milena Agus in "La Contessa di ricotta"

Partendo da San Salvador, l’equipaggio viaggia lungo la costa cubana e di Hispaniola (dove oggi si trovano Haiti e la Repubblica Dominicana). La vigilia di Natale, Santa Maria si schianta contro la linea costiera di Haiti. Quaranta uomini rimasero al forte costruito frettolosamente in cerca di oro quando Colombo riportò Niña e Pinta in Spagna per annunciare il suo successo. Diversi prigionieri furono presi per dimostrare che aveva raggiunto il suo obiettivo, anche se molti non sopravvissero al viaggio in mare agitato.

Colombo non fu il primo europeo a sbarcare nel Nuovo Mondo. I Vichinghi arrivarono nella terra centinaia di anni fa. Ma i loro viaggi furono dispersi e la loro parola non si sparse mai abbastanza perché la maggior parte dell’Europa ne venisse a conoscenza. Dopo il viaggio di Colombo vennero scambiati tra i due continenti, merci, persone e idee.

Dove è andato Cristoforo Colombo?

Cristoforo Colombo esploratore italiano, fece quattro viaggi transatlantici: 1492–93, 1493–96, 1498–1500 e 1502–04. Viaggiò principalmente nei Caraibi, comprese le Bahamas, Cuba, Santo Domingo e Giamaica, e negli ultimi due le sue spedizioni viaggiarono verso le coste dell’America Centrale, del Sud America orientale e settentrionale.

Cristoforo Colombo esploratore italiano – Altri tre viaggi

Christopher Columbus
Cristoforo Colombo

Cristoforo Colombo, esploratore italiano, viaggiò nel Nuovo Mondo altre tre volte per il resto della sua vita, alla ricerca dell’Asia. Quando tornò, riportò sull’isola 17 barche con circa 1.500 uomini dove fu nominato governatore. Colombo stabilì la sua compagnia con diversi piccoli forti lungo la costa di Hispaniola. Il problema esplose quando i coloni e gli investitori si resero conto che non c’era traccia dell’oro che aveva promesso Colombo. In breve tempo una dozzina di navi piene di viaggiatori scontenti tornarono in Spagna. Dopo qualche tempo anche lui tornò in Spagna e riuscì a difendersi dalle lamentele.

Nel 1498 Colombo utilizzò sei navi per perlustrare la terraferma meridionale dell’area che aveva già esplorato. Invece, ha trovato la costa venezuelana. Quando tornò a Hispaniola ma ebbe un comportamento da despota che gli causò la privazione della sua posizione di governatore.

Nel 1502, Colombo fece un ultimo tentativo di trovare la maggior parte dell’Asia. Salpa con il figlio Ferdinando e la compagnia viaggia lungo le coste dell’Honduras, del Nicaragua, del Costa Rica e di Panama. Due navi rimasero bloccate sulla costa settentrionale della Giamaica e l’equipaggio rimase intrappolato per quasi un anno prima di essere salvato e riportato a casa.

Cristoforo Colombo, esploratore italiano, tornò in Spagna nell’anno d.C. Morì due anni dopo, il 20 maggio 1506, credendo ancora di aver trovato una via d’acqua per l’Asia.

Quali furono gli effetti del viaggio di Colombo?

  • Il viaggio di Colombo in America aprì la strada ai paesi europei. 
  • Il commercio tra Europa e America fu presto stabilito. Piante originarie dell’America (come patate, pomodori e tabacco) sono stati importati in Europa.
  • Questa rotta commerciale ha anche aperto la strada alla tratta degli schiavi tra Europa, Africa e Americhe.
  • Esploratori e coloni portarono con sé malattie che ebbero un effetto devastante sulle popolazioni dei nativi americani. Molti popoli indigeni morirono o furono cacciati dalle loro case dai colonizzatori.
READ  Single a S.Valentino: valuta i segni zodiacali.

Cristoforo Colombo esploratore italiano

DOCUMENTARIO – Cristoforo Colombo

Il principale contributo di Cristoforo Colombo, esploratore italiano, alla geografia è che fu il primo a visitare e stabilirsi in queste nuove terre, portando di fatto una nuova area del mondo in prima linea nell’immaginario popolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *