villa san marco stabia

Villa San Marco a Stabia

Castellammare di Stabia ville romane: Arianna e San Marco

Ville antiche romane scavate, che sono ben conservate grazie alla cenere vulcanica. Gli affreschi e i mosaici sono quasi intatti dal tempo, così come le piscine negli atri.

Castellammare di Stabia ville romane: Arianna e San Marco in Campania, provincia di Napoli. Ville romane antiche ubicate in una località turistica vicino Napoli, nella quale gli aristocratici amavano riposare nel XIX secolo. Il comune di Castellammare di Stabia, adiacente all’antico insediamento di Stabia, fu distrutto dall’eruzione del Vesuvio nel 79dc. La città dispone di una funivia per il Monte Faito, in cima alla quale si trovano sentieri escursionistici con vista mozzafiato sul Golfo di Napoli e sul Vesuvio.

Castellammare di Stabia ville romane: Arianna e San Marco
Ingresso Villa Arianna a Stabia

Durante gli scavi nell’antica città è stata ritrovata una necropoli con sepolture dell’VIII-II secolo a.C. Nel 1749, sotto la direzione del re Carlo di Borbone, iniziarono gli scavi sull’altopiano di Varano. Sono state scoperte tre ville: San Marco, Pastore e Arianna. Gli affreschi e gli oggetti di pregio rinvenuti nei siti furono trasportati al Palazzo Reale di Portici, e poi al Museo Archeologico di Napoli. Ben presto l’attenzione degli archeologi si rivolse a Pompei ed Ercolano, e i lavori sull’altopiano di Varano si interrompono temporaneamente.

Castellammare di Stabia: contesto storico

Il primo insediamento apparve sulle pendici dei monti Lattari nell’VIII secolo a.C. che si trasformarono nella bellissima città antica di Stabia. Ma nell’89 a.C., durante la Guerra Civile, gli Stabia furono distrutti dai legionari di Silla. Non fu più ricostruita come nella forma originale della città ma sull’altopiano di Varano, su queste fertili terre con numerose sorgenti minerali, ricchi patrizi romani iniziarono a costruire ville di campagna. Durante la memorabile eruzione del Vesuvio nel 79dc, queste lussuose ville furono sepolte sotto uno strato di cenere vulcanica.

Considerando che Castellammare di Stabia si trova a 15 km dal Vesuvio, puoi immaginare con quale forza le masse incandescenti sono esplose sulla superficie della terra e quale strada hanno percorso i flussi di lava e cenere. La vittima più famosa che morì qui durante l’eruzione del Vesuvio fu lo storico Plinio il Vecchio venuto qui per osservare il corso degli eventi e prendere appunti. Lo scienziato trascorse la notte nella villa di un suo amico ma la mattina dopo divenne chiaro che era impossibile restare in quel luogo: pietre calde e ceneri volavano sulla città, era buio come di notte. Plinio con i suoi compagni ha cercato di uscire dalla città lungo il mare, ma si è perso e il suo corpo ritrovato tre giorni dopo. Passarono i secoli e il ricordo delle città sepolte sotto uno strato di lava e cenere cominciò gradualmente a svanire.

Sul sito dell’antica Stabiae è sorta la città di Castellammare di Stabia, famosa per le sue sorgenti termali e acque minerali, e per un cantiere navale. Le acque minerali di Stabia erano apprezzate dagli antichi, lo stesso Plinio ne studiò l’azione. Le acque minerali sono molto diverse nella loro composizione. Ci sono due complessi termali:

  • Le Terme Antiche si trovano nel centro di Castellammare e fungono anche da centro culturale della città
  • Nuovi bagni, moderno centro medico situato ai piedi delle colline.

A metà del secolo scorso, gli scavi archeologici di Stabia ripresero e continuano ancora oggi. Le ville di Arianna e San Marco sono ora aperte al pubblico. Si trovano a 25 minuti a piedi l’uno dall’altro. Entrambe le ville possono essere visitate con un unico biglietto combinato di 4 euro, che include anche la visita a Villa Poppea a Oplontis e al museo a Boscoreale.

Villa Arianna 

Castellammare di Stabia ville romane: Villa Arianna prende il nome dall’affresco rinvenuta in una delle sale. Questa villa è stata ritrovata durante gli scavi nel XVIII secolo durante il regno di Carlo III. La villa risale al IV secolo a.C. e le sue ultime modifiche risalgono al I secolo d.C. La villa ha conservato dipinti, affreschi e gran parte delle domus. Si arriva percorrendo la trafficata Via Puglia e seguire Via Varano, strada che conduce all’altopiano di Varano, dove si trovano le antiche ville di Stabia. L’altopiano di Varano è un ampio terrazzo, una specie di gradino pianeggiante sul fianco di una montagna. Il suo bordo precipita bruscamente verso il basso, e su questo bordo si trova la villa di Arianna (e anche la successiva villa di San Marco). Davanti alla villa, lungo la scogliera, si apre un balcone creato dalla natura e dalle persone, dal quale si apre una vista della città moderna. Visibile un pezzo di mare e il Vesuvio che sorge in lontananza.

Castellammare di Stabia ville romane: Arianna e San Marco
Grande Peristilio villa Arianna a Stabia

Sul lato sinistro della villa si estende un ampio campo rettangolare, il cosiddetto “Grande Peristilio” dove una volta c’era un giardino. In alcuni punti, la villa ha conservato affreschi sulle pareti e mosaici sui pavimenti sotto forma di motivi geometrici in bianco e nero.

Castellammare di Stabia ville romane: Arianna e San Marco
Affresco di Arianna a Stabia

Castellammare di Stabia ville romane antiche dove in una sala di Villa Arianna spicca l’affresco con Arianna dormiente, da cui prende il nome la villa. Dioniso arriva a Naxos e vede Arianna sdraiata su un triclinio. A Castellammare di Stabia ville romane, la villa Arianna è formata da due piani con le scale ancora ben conservate che conducono a diverse camere che si estendono lungo il bordo della scogliera. Il cosiddetto Secondo Complesso inizia dopo la parte principale.

Villa San Marco

Castellammare di Stabia ville romane: La villa San Marco è una villa residenziale romana che prende il nome da un’antica cappella costruita nel XVI secolo, che si trovava sul sito di una villa di età augustea. 

Castellammare di Stabia ville romane: Arianna e San Marco
Villa San Marco a Stabia

Castellammare di Stabia ville romane antiche: Una delle più grandi ville dell’Impero Romano (11.000 mq) è stata costruita in una splendida posizione panoramica. La villa fu sepolta nel 79 dC. durante l’eruzione del Vesuvio. 

Castellammare di Stabia ville romane: Arianna e San Marco
Peristilio – atrio con piscina

Castellammare di Stabia ville romane antiche. Gli scavi iniziarono nel XVIII secolo e terminarono nel 1962. Villa con grande giardino e piscina, Domus con affreschi, i più famosi dei quali sono Perseo e Cassandra.

Castellammare di Stabia ville romane: Arianna e San Marco
Ninfeo con piscina

Villa San Marco ha una forma insolita: sembrava un aeroplano e un aeroporto allo stesso tempo. Questa villa è più grande e più interessante di Villa Arianna. 

Castellammare di Stabia ville romane: Arianna e San Marco
Mappa villa San Marco a Stabia in Campania

La prima cosa che si incontra entrando è un alto peristilio – atrio con una piscina all’aperto nel mezzo.

Castellammare di Stabia ville romane: Arianna e San Marco
Mosaico divisorio

Castellammare di Stabia ville romane antiche. Di fronte all’ingresso di diverse stanze di Villa San Marco a Stabia, sulla porta, sul pavimento, c’è un “tappeto” rettangolare fatto di mosaici, ogni “tappeto” con un proprio motivo.

Castellammare di Stabia ville romane: Arianna e San Marco
Affreschi Villa San Marco a Stabia

Diversi gli affreschi lungo le pareti con colori ancora molto vividi e attuali realizzati nel IV stile pompeiano.

Come arrivare a Stabiae

Castellammare di Stabia ville romane antiche. Si arriva da Napoli a Castellammare di Stabia con un treno elettrico (ramo Circumvesuviana, direzione – verso Sorrento). Se lo desideri e hai quattro ore di tempo libero, puoi fare questo viaggio da solo: vieni in treno da Napoli e raggiungi a piedi entrambe le ville, e torna a Napoli dalla stazione di Via Nocera.

2 thoughts on “Castellammare di Stabia ville romane: Arianna e San Marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *