Cereali e legumi tempo di ammollo e proprietà

    I semi secchi crudi di noci, semi, legumi e cereali sono inizialmente in uno stato di “attesa” di un comando per germogliare. 

    Cereali e legumi tempo di ammollo e proprietà. Quando semi, bacche, fagioli e noci vengono a contatto con l’acqua per un pò, gli inibitori lasciano i gusci. O si lavano o si dissolvono o riducono notevolmente la concentrazione. Tali grani e semi “inzuppati” sono anche chiamati “attivati”. Rimuovendo gli inibitori e mettendoli nell’acqua, il seme acquista semplicemente vitalità esplosiva ed è pronto a germogliare. Un giovane germoglio leggero, completamente saturo di enzimi. 

    Cereali e legumi tempo di ammollo e proprietà
    Cereali e legumi tempo di ammollo e proprietà

    Tali cereali e noci “attivati”, oltre ai legumi sono molto facili da digerire e non hanno effetti collaterali della digestione (gonfiore della frutta secca, gas dei legumi e così via). Ricchi di questa attività enzimatica risvegliata, cereali e noci, fagioli e semi aumentano il loro contenuto di nutrienti dal 300% al 1200%. 

    Cosa sono gli antinutrienti

    In generale, comprendere il processo di macerazione, attivazione e anche leggera fermentazione dovrebbe già essere sufficiente per essere sicuri che noci, semi, cereali e legumi ammollati e “attivati” siano più digeribili e non causino effetti collaterali a carico del tratto digerente. e saranno più sani e più nutrienti delle loro varietà secche.

    Un corpo sano può gestire e digerire più o meno correttamente solo legumi in umido o noci tostate. Se non sono alla base della tua dieta, ma si trovano nel menù 2-3 volte a settimana, non ci saranno problemi. La semplice ebollizione neutralizzerà gli inibitori. Se cereali, semi, legumi (dai fagioli alle lenticchie) costituiscono la base della dieta, è importante prestare attenzione a migliorare l’assorbimento di questi prodotti.

    Cereali e legumi tempo di ammollo e proprietà benefiche

    Cereali e legumi tempo di ammollo e proprietà
    Cereali e legumi tempo di ammollo e proprietà

    I legumi, una classe di verdure che include fagioli, piselli e lenticchie, sono alcuni degli alimenti più versatili e nutrienti in circolazione. Sono generalmente poveri di grassi, privi di colesterolo e ricchi di acido folico, potassio, ferro e magnesio. Contengono anche grassi sani, fibre solubili e insolubili. I legumi sono una buona fonte di proteine ​​e possono essere un buon sostituto della carne, che è molto più ricca di grassi e colesterolo.

    Ma come mangiavano i nostri antenati?

    “Cereali, noci e legumi sono sempre stati mangiati per millenni”. Basta sfogliare le ricette di libri di cucina vecchi di duecento anni. Nelle cucine di tutto il mondo, cereali e legumi sono sempre stati messi a bagno o fermentati prima di essere trasformati in pane o altri piatti. 

    Come e quanto ammollo il cibo

    L’ammollo, come metodo infallibile per rivitalizzare e facilitare l’assimilazione del prodotto, necessita solo di un paio di semplici punti: tempo e acqua. L’ammollo dei legumi neutralizza gli inibitori enzimatici e avvia la formazione dei propri enzimi viventi che migliorano l’assorbimento di cereali, fagioli e cereali integrali. Immergendo il grano saraceno, i fagioli o le mandorle in una ciotola prima della cottura, si imita il passaggio del grano nel terreno umido: si risveglia e le sue sostanze nutritive, gli enzimi per la germinazione diventano più attivi.

    Polpette di lenticchie multicolori bio

    Come scegliere, conservare e cucinare i legumi?

    In negozio

    Nella scelta dei legumi secchi è necessario prestare attenzione a:il colore dei semi. I semi dovrebbero essere luminosi, una buccia sbiadita indica che i legumi sono stati conservati in modo errato;

    • Dimensione del seme. Tutti i chicchi di una confezione devono avere le stesse dimensioni;
    • levigatezza della pelle. I semi avvizziti non sono buoni;
    • Data di produzione. I legumi secchi possono essere conservati per anni – in contenitori ben chiusi, in un luogo asciutto, fresco e buio. Ma è meglio non conservarli per più di un anno – dopotutto, più a lungo i chicchi sono rimasti, meno umidità rimane in essi e più a lungo dovranno cuocere.

    In Cucina

    La maggior parte dei legumi deve essere messa a bagno prima della cottura. 

    • Controllare prima i semi secchi. Rimuovere tutti i semi con bucce danneggiate o raggrinzite;
    • per l’ammollo per ogni tazza (250 ml) di legumi, occorrono 3 tazze (750 ml) di acqua;
    • fagioli secchi, piselli interi e ceci devono essere messi a bagno prima della cottura – la loro buccia praticamente non assorbe acqua, quindi queste varietà di legumi impiegano molto tempo a cuocere senza ammollo;
    • non è necessario mettere in ammollo lenticchie secche e piselli spezzati – basta sciacquare con acqua corrente;
    • i piselli interi dovrebbero essere messi a bagno per 1-2 ore. Fagioli e ceci richiedono un ammollo più lungo – almeno 4 ore. Ma è meglio metterli a bagno durante la notte o per 8 ore.

    Sul Fornello

    • Usa una casseruola grande poiché i legumi aumenteranno 2-3 volte durante la cottura.
    • Per evitare depositi di calcare, aggiungere un cucchiaino di olio vegetale all’acqua di cottura.
    • Aggiungere le spezie, le cipolle, l’aglio e le spezie dopo l’ebollizione, altrimenti i condimenti perderanno il loro aroma in acqua fredda.
    • Cuocere sempre i legumi a fuoco basso, il calore alto può danneggiare la loro pelle delicata.
    • Il tempo di cottura può variare leggermente a seconda di quanto tempo sono stati conservati i legumi e della durezza dell’acqua.
    • Alla fine si aggiungono pomodori, aceto e sale. Rallentano il processo di cottura.
    • Controllare periodicamente per vedere se i fagioli sono troppo cotti o duri. Aggiungere altra acqua o brodo secondo necessità.

    In Frigorifero

    Cereali e legumi tempo di ammollo e proprietà benefiche. Quando semi, bacche, fagioli e noci vengono a contatto con l’acqua per un pò, gli inibitori lasciano i gusci. I legumi cotti si conservano in frigorifero per 5 giorni o in freezer per 6 mesi. Dividere i fagioli cotti in porzioni da 250 o 500 g e congelare in sacchetti o contenitori. I fagioli surgelati pronti sono ottimi per zuppe, sformati e altro.

    3 Commenti

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Cristina Giordano
    Cristina Giordano
    Sono Cristina dalla Campania. Scrivo in SEO per il blogMag Appunti sul Blog. Lo sbocco naturale della mia passione per i viaggi, bellezza e benessere, moda e alimenti. Appassionata di Tecnologia, smartphone e App convinta che senza non possiamo vivere bene. Contattami per contenuti Web su [email protected]