Come rimuovere facilmente Search Marquis dal Mac

    La sicurezza viene prima di tutto. Al giorno d’oggi, questo vale anche e soprattutto per la sicurezza informatica.

    Come rimuovere facilmente Search Marquis dal Mac. Ma che succede se, per una ragione o per l’altra, si abbassa la guardia e si lascia che il proprio Mac venga invaso dal virus Search Marquis? Scoprire come rimuovere questo virus diventa ovviamente una priorità.

    Virus Search Marquis: che cosa è?

    Come rimuovere facilmente Search Marquis dal Mac
    Come rimuovere facilmente Search Marquis dal Mac

    Prima di agire, bisogna conoscere il proprio nemico. Così, allo stesso modo, prima di scoprire come eliminare search marquis da Mac vale la pena capire di che tipo di virus si sta parlando. Quando si parla di Search Marquis, si parla di un virus che è un diretto potenziamento del Bing redirect.

    Non a caso, questa estensione apparentemente utile del browser, piuttosto che modificare apertamente il sistema del Mac, si rivela un virus capace di modificare in maniera ovviamente indesiderata il browser utilizzato, facendo in modo che ogni accesso provochi infiniti reindirizzamenti. Oltre a essere un fastidio, questi continuo e indesiderato gioco di reindirizzamenti può rendere il proprio Mac più vulnerabile a furti di dati e pericolose minacce informatiche. Agire è dunque una priorità.

    Funzionalità extra e pulsanti falsi saranno installati senza preavviso, né autorizzazione, provocando inoltre un continuo rimbalzo da un motore di ricerca a un altro. Inoltre, tutte le pagine di navigazione saranno letteralmente invase da pop-up e banner pubblicitari indesiderati.

    Rimuovere Search Marquis manualmente

    È possibile rimuovere questo dannoso virus manualmente, tramite delle semplici operazioni che garantiranno il ritorno a un’esperienza di navigazione serena e priva di fastidi. Ecco dunque i passaggi necessari:

    • Chiudere tutte le finestre di navigazione in rete
    • Premere Maiusc-Comando-U, per accedere alla finestra di monitoraggio attività
    • Andare su applicazioni e spedire nel cestino tutte le app che non sono familiari e che sono state evidentemente installate involontariamente
    • Accedere al menu Apple, da lì a Preferenze di sistema e poi a utenti e gruppi, così da poter rimuovere gli elementi di login indesiderati e sospetti
    • Premi Maiusc-Comando-G per accedere al menu “Vai alla cartella”
    • Accedi alle seguenti cartelle ed elimina i file con “search marquis” nel nome:
      • ~ / Library / LaunchAgents
      • / Library / LaunchDaemons
      • / Library / Application Support
      • ~ / Library / Application Support
    • Infine, potrai agire direttamente sui browser.

    Occorre adesso fare una distinzione tra i diversi browser. Nel caso di Safari, sarà necessario andare sul menu “Preferenze” e da lì a “Estensioni”, così da poter selezionare e dunque disinstallare tutte le estensioni sospette e indesiderate, tra cui ovviamente Search Marquis. Prima di impostare nuovamente il motore di ricerca preferito, sarà necessario cancellare cronologia e cache per evitare il ritorno del virus.

    Mozilla Firefox richiede invece di digitare about:addons e da lì recarsi al menu “Estensioni”. Anche in questo caso si aprirà una lista di estensioni installate, alcune delle quali familiari e altre sconosciute o dannose. Una volta rimosse queste ultime, sarà possibile digitare about:prefereces per ripristinare la pagina iniziale preferita e dunque il motore di ricerca predefinito.

    Chrome, infine, richiede di inserire la stringa chrome://extensions per poter accedere alla lista delle estensioni e dunque rimuovere quelle legate a Search Marquis. Andando poi su chrome://settings sarà possibile ripristinare la pagina di apertura e il motore di ricerca predefinito, ovviamente dopo aver cancellato cache e cronologia.

    I virus informatici non sono esattamente il massimo, e compromettere la propria navigazione su Mac non è mai piacevole. Fortunatamente, è possibile agire manualmente, con maggiore o minore facilità, per rimuovere questi ospiti indesiderati e far tornare le prestazioni del dispositivo al massimo del loro potenziale.