Come si chiama il paesaggio del fiume

Come si chiama il paesaggio del fiume

Come si chiama il paesaggio del fiume

In molti casi i fiumi hanno formato pianure alluvionali depositando a valle i detriti strappati dalle montagne. Da ciò appare chiaro che essi fanno da anello di congiunzione fra montagna e pianura.

Come si chiama il paesaggio del fiume. Con le altre acque presenti sulla superficie terrestre, i fiumi svolgono una funzione fondamentale per la vita di tutti gli esseri viventi, per i quali l’acqua è un elemento indispensabile: le loro acque, evaporando, si condensano sotto forma di nubi nell’atmosfera da dove ricadono sulla terra sotto forma di precipitazioni. La parola fiume è il nome generico dato a grandi corsi d’acqua che generalmente sfociano in mari, laghi o in un altro grande corso d’acqua, soprattutto in termini di larghezza e quantità di acqua che trasportano. In alcuni casi, si è visto che scompare sotto terra o si asciuga completamente senza raggiungere altre acque.

Come si chiama il paesaggio del fiume
Fiume: Importante via di comunicazione e sport

I fiumi sono stati essenziali non solo per gli esseri umani, ma per tutta la vita sulla terra dall’inizio della vita. Crescono e si riuniscono intorno ai fiumi poiché l’acqua è essenziale per tutta la vita di piante e animali. I fiumi sembrano attraversare molte città in tutto il mondo, ma non è che i fiumi passino attraverso la città, ma sembra che la città sia stata costruita e cresciuta intorno al fiume. Per l’uomo, i fiumi sono importanti per l’irrigazione, la produzione di energia, lo smaltimento dei rifiuti.

Il viaggio di un fiume

COME SI CHIAMA IL PAESAGGIO DEL FIUME
COME SI CHIAMA IL PAESAGGIO DEL FIUME

Tutti i fiumi nascono da una sorgente; essa può essere alimentata dalle acque derivanti dallo scioglimento di nevi e ghiacciai o da quelle piovane che, raccogliendosi in mille rivoli, formano un ruscello, oppure ancora da acque sotterranee che escono in superficie. L’acqua del fiume scende verso il basso seguendo l’inclinazione dei pendii e, scorrendo sempre sullo stesso percorso, scava il proprio letto, delimitato dalle sponde o rive. Lungo il proprio corso il fiume incontra a volte altri corsi d’acqua, gli affluenti, e deposita i materiali più pesanti che ha trascinato giù dalla montagna (questo fenomeno si chiama erosione).

Come si chiama il paesaggio del fiume

Come si chiama il paesaggio del fiume: A volte un fiume può finire in un altro fiume più grande o in un lago: in questo caso si chiama immissario, quando ne esce è detto emissario. Arrivato in pianura, il fiume scorre molto più lentamente e deposita i detriti più leggeri. Alla fine del suo viaggio giunge al mare, ossia alla foce.

Come si chiama il paesaggio del fiume
Come si chiama il paesaggio del fiume
  • Se nel mare le correnti sono intense, e quindi hanno la forza di spazzare via i detriti trasportati dal fiume, la foce assume la forma di un imbuto: si dice foce a estuario.
  • Se invece le onde sono più deboli, i detriti si accumulano allo sbocco creando isolotti sparsi e l’acqua del fiume si ramifica in un ventaglio di corsi d’acqua: si forma cosi la foce a delta.

I fiumi in Italia

In Italia i fiumi nascono dalle Alpi e dagli Appennini e vi è una notevole differenza fra gli uni e gli altri.

Come si chiama il paesaggio del fiume
Fiume Tevere a Roma
  • I fiumi delle Alpi, il maggiore dei quali è il Po, hanno un corso piuttosto lungo, consentito dagli ampi spazi della pianura padana, e sono alimentati dallo scioglimento dei ghiacciai alpini. Essi vengono utilizzati per l’irrigazione dei campi e per la produzione di energia elettrica.
  • I fiumi degli Appennini, che scorrono su spazi più ristretti e accidentati, hanno un corso più breve e meno regolare. Sono alimentati soltanto dalle piogge e quindi alternano periodi di piena ad altri in cui sono assai meno ricchi d’acqua. I principali sono l’Arno e il Tevere che scorrono a Firenze e a Roma.

Fiumi e canali costituiscono, dove sono navigabili, un’importante via di comunicazione, soprattutto per il trasporto delle merci pesanti. Nei tratti in cui la natura del terreno lo consente, dal letto dei fiumi viene estratta la sabbia, che viene impiegata nel campo dell’edilizia.

I fiumi nel mondo

Come si chiama il paesaggio del fiume. I fiumi aiutano a creare il paesaggio di ogni paese. Fiumi come il Tevere e il Tamigi scorrono sin dai tempi in cui le storie venivano raccontate e talvolta provocano inondazioni.

  • Il fiume più lungo del mondo, il Nilo, attraversa 6695 km dell’Africa centrale dalla montagna all’AkDenizK
  • Il fiume più corto è il fiume D, in Oregon di soli 37 metri che scorre da Devils Uke all’Oceano Pacifico. 

Il ciclo di vita di tutti i fiumi è lo stesso indipendentemente dalla loro lunghezza.

7 commenti su “Come si chiama il paesaggio del fiume

  1. amo tutto ciò che è acqua: mare lago o fiume…sotto la casetta di montagna che ho in Abruzzo vi scorre il letto di vari fiumi, ed il paesaggio è fantastico e molto verde

  2. Grazie per le interessanti informazioni. Vicino a casa mia non abbiamo nessun bel fiume ma per fortuna a un’oretta di auto possiamo goderci le bellezze del Po e del Ticino!

  3. Sono nata e vivo in pianura , fiume e laghi mi hanno sempre affascinato . Adoro sia in quelli in pianura che quelli in montagna , due anni fa ho visitato un lago nella montagna austriaca era davvero stupendo . Grazie per questo interessante articolo . un saluto, Daniela.

  4. Un bell’articolo completo e perfetto anche per gli studenti. Lo giro subito a mia figlia che sta studiando questi argomenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *