Conteggio turistico carnevale Venezia con i cellulari

Conteggio turistico carnevale Venezia con i cellulari da telecamere

Conteggio turistico carnevale Venezia 2020 con i cellulari

Dall’8 al 25 febbraio i funzionari veneziani applicano un metodo per conoscere quanti turisti si spostano lungo i rii e le calli della città lagunare.

Carnevale a Venezia, parte il conteggio turistico con i cellulari nel periodo dall’8 al 25 Febbraio 2020, mentre per le strade impazzano mascherine, sfilate, eventi e il traffico di turisti diventa massiccio. 34 telecamere con sensori ottici istallate nelle principali strade in grado di monitorare sia il numero di turisti in transito sia che siano pendolari grazie al segnale del cellulare. Tale iniziativa è stata diffusa su stampa come l’Ansa e tv dall’Assessore al Turismo Paola Mar che ha spiegato che il sistema di localizzazione, usando Wi-Fi, telecamere e sensori, trasmetterà i dati a una sala di controllo ogni 0,25 secondi. Questo permetterà il dirottamento del flusso in direzioni meno affollate.

Venezia e il flusso di turisti

Conteggio turistico carnevale Venezia con i cellulari
Conteggio turistico carnevale Venezia con i cellulari

La storica città Patrimonio mondiale dell’UNESCO è tra le più visitate al mondo e lotta da alcuni anni per gestire il problema del traffico turistico che minaccia d’ingoiarla. Ogni anno circa 30 milioni di turisti approdano a Venezia, l’equivalente di 60.000 visitatori ogni giorno, rispetto ai 55.000 locali che risiedono ancora nel suo centro storico. Negli ultimi anni, Venezia ha introdotto una serie di politiche per reprimere la loro crisi di over turismo e sul traffico, tra cui il monitoraggio dei flussi di visitatori che si spostano nei luoghi ritenuti sovraffollati.

Conteggio turistico carnevale Venezia 2020 con i cellulari
Trucco Carnevale 2020

Il conteggio turistico riguarderà i turisti da weekend a Venezia, un mordi e fuggi o chi soggiorna in albergo.

Modo di monitare i cellulari

Conteggio turistico carnevale Venezia con i cellulari
Telecamera con sensori ottici

Per ottenere il conteggio turistico e tracciare il segnale dei cellulari e relativi proprietari, i funzionari comunali hanno installato 34 telecamere con sensori di ultima generazione, lungo alcune delle strade più trafficate della città. Sensori ottici in grado di rilevare le sagome delle persone e non i loro visi mentre sono abili a intercettare i dati del telefono cellulare e conoscere la provenienza dei turisti oltre alla durata dei loro soggiorni in città. Il tutto “nel rispetto assoluto della privacy”. La finalità è poter formare un quadro più chiaro del numero di persone che attraversano ciascuna area.

Norme sul traffico

Questa nuova misura, elaborata da tempo, è solo l’ultima delle nuove politiche sul traffico che Venezia ha messo in campo nel tentativo di contenere il volume di visitatori che travolge la città, le sue infrastrutture e la gente del posto. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato lo schianto di una nave da crociera MSC in avaria, contro la nave fluviale Uniworld e il molo nel Canale della Giudecca, un famoso canale navigabile che conduce nella famosa Piazza San Marco nel mese di giugno 2019. Dopo il disastro, il governo italiano ha deciso di vietare l’attracco nel Canal Grande e dirottare le grandi nave da crociera verso i porti più vicini alla terraferma.

READ  Geografia e turismo, cosa studia e primi esploratori

Tasse sugli escursionisti

Conteggio turistico carnevale Venezia con i cellulari
Flusso di turisti in Piazza San Marco

È prevista anche una nuova misura che entrerà in vigore il 1 ° luglio 2020, che applica una tassa sugli escursionisti alla Città dei Canali, una imposta diversa dalla tassa di pernottamento pagata dai turisti come parte delle tariffe di alloggio. Fino adesso la tassa di soggiorno ricadeva su chi pernottava a Venezia invece che su chi la “usava” in giornata, il turista “mordi e fuggi“, che veniva al mattino e andava via la sera, generando costi senza contribuire allo sviluppo economico della città.

Secondo l’Ansa, i funzionari di Venezia hanno annunciato mercoledì che le tasse sugli escursionisti andrebbero da $ 3,30 a $ 11 a persona, al giorno, con il totale esatto determinato vicino alla data di attuazione. Il regolamento non viene applicata a chi visita la città per motivi di lavoro, studio o familiari. Non solo Venezia sta aumentando le tasse di soggiorno, pernottamento ecc ma anche Barcellona e Amsterdam stanno elaborando nuove imposte per aumentare le aliquote fiscali attuali.

6 thoughts on “Conteggio turistico carnevale Venezia 2020 con i cellulari

  1. Diciamo che è una bella idea anche se mi sentirei violare un con la privacy ma d’altronde il Carnevale di Venezia è talmente bello che si puo’ fare anche uno strappo alla riservatezza!

  2. Venezia, fortunatamente per noi Italiani, è una delle città più belle al mondo e pertanto anche tra le più visitate. Il fatto di avere pochi spazi veramente aperti ma molte calli strette e campi relativamente piccoli, contribuisce a quel senso di affollamento ancor più di altre città. Ma è stupenda così come il suo carnevale che proprio per il troppo turismo ho sempre evitato di visitare, ma prima o poi lo farò (mio marito ha mezzo sangue veneziano quindi in città ci andiamo spesso durante l’anno).

Leave a Review

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *