Cosa studia l'astrologia dall'oriente all'occidente

Cosa studia l'astrologia dall'oriente all'occidente

Cosa studia l’astrologia dall’oriente all’occidente

L’astrologia è un tipo di divinazione basato sull’idea che le informazioni sul futuro o sulla personalità di una persona possono essere scoperte attraverso l’esame di corpi celesti come stelle, pianeti, luna, comete ecc.

Cosa studia l’astrologia dall’oriente all’occidente. Per astrologia si intende lo studio che presuppone e tenta d’interpretare l’influenza dei corpi celesti sugli affari umani. Definisce l’astrologia come lo studio delle posizioni e degli aspetti dei corpi celesti nella convinzione che abbiano un’influenza sul corso degli eventi naturali terrestri e degli affari umani.

Storia dell’astrologia nei secoli

Cosa studia l'astrologia dall'oriente all'occidente
Storia dell’astrologia, cos’è e cosa studia

La pratica dell’astrologia era prevalente anche nei tempi antichi. Alcune delle civiltà ben note del mondo hanno utilizzato ampiamente questo campo. Ad esempio, l’antica civiltà cinese, la civiltà egizia, l’antica civiltà indiana, ecc. hanno tutte praticato l’astrologia prima o poi durante il tempo. Anche gli arabi praticavano l’astrologia prima dell’avvento dell’Islam. Gli antichi babilonesi furono probabilmente i primi a usare l’astrologia. Dopo di che questa scienza si è trasferita in paesi come la Cina e l’India.

L’astronomo greco Tolomeo fu la prima persona in assoluto a scrivere un libro sull’astrologia. Ha codificato l’astrologia dei segni solari conosciuti oggi. Tolomeo ha cercato di prevedere le posizioni dei corpi celesti l’uno rispetto all’altro e la terra attraverso la conoscenza dei loro moti orbitali. Durante il suo tempo, l’astrologia faceva parte dell’astronomia. In seguito, l’astronomia divenne una scienza esatta e l’astrologia rimase una parte della teologia. L’osservazione planetaria è la base dell’astrologia.

Storia dell’astrologia, cos’è e cosa studia

La storia dell’astrologia è una parte importante della civiltà e risale ai primi giorni della razza umana. Oltre a essere centri di apprendimento in medicina, Baghdad e Damasco erano anche conosciute come centri di astrologia e astronomia. Gli arabi furono pionieri dell’astronomia prima dell’avvento dell’Islam. I babilonesi furono i primi a nominare i giorni della settimana dopo il Sole, la Luna e i pianeti. Furono anche i primi a esporre le dodici case dell’oroscopo.

Cosa studia l’astrologia dall’oriente all’occidente. L’Egitto è stato uno dei luoghi più importanti nello sviluppo dell’astrologia. Si pensa che alcuni dei segni astrologici dello zodiaco abbiano avuto origine in Egitto. L’astrologia era praticata anche ai tempi dei vedici in India. L’astrologia è una delle sei discipline del vedanga. Gli indù credono che la fortuna umana o la sfortuna nella vita sia dovuta al karma, e si ritiene che il karma sia influenzato dai movimenti dei pianeti. Tra gli indù, i bramini sono considerati le migliori autorità in astrologia.

Anche nell’India moderna, l’astrologia è ampiamente utilizzata per determinare il futuro e migliorare la vita ed è studiata e praticata da molti in India. Considerato vitale nella cultura indiana, viene utilizzato per prendere decisioni sul matrimonio, l’avvio di una nuova attività e il trasferimento in una nuova casa, ecc. Anche le antiche Scritture indù danno molta importanza ai vari aspetti dei movimenti planetari e ai suoi effetti sugli esseri umani.

Cosa studia l'astrologia dall'oriente all'occidente
Storia dell’astrologia, cos’è e cosa studia

L’astrologia cinese sottolinea i cinque elementi, metallo, legno, acqua, fuoco e terra. Anche i segni zodiacali da loro utilizzati sono anche diversi dalle altre forme di astrologia. La Cina è stata isolata dall’ovest per molto tempo. Ecco perché l’astrologia cinese era sconosciuta al mondo occidentale. Poiché l’astrologia cinese si è sviluppata in modo indipendente, si può vedere molta differenza tra i concetti occidentali dell’astrologia e la versione cinese. Ma gli astrologi cinesi e indiani erano in contatto ogni tanto. Pertanto, queste due scuole hanno alcune cose in comune.

Nonostante l’isolamento geografico, ci sono alcune sorprendenti somiglianze tra il pensiero occidentale e quello cinese sull’astrologia. Può essere definito solo come una coincidenza. Anche se la scienza dell’astrologia è stata avviata e sviluppata in Oriente, l’Occidente non è mai stato privo della sua parte di astrologia. Recentemente, la tendenza a leggere gli oroscopi quotidiani come gli oroscopi Paolo Fox, ha raggiunto il mondo occidentale.

All’improvviso, il mondo occidentale si è svegliato alla possibilità di conoscere e migliorare il proprio futuro con l’uso dell’astrologia. Sempre più occidentali hanno iniziato a credere nella possibilità di essere influenzati dai potenti pianeti e stelle. Gli studiosi occidentali hanno incluso l’argomento dell’astrologia nelle loro ricerche.

L’astrologia non è mai stata esaminata e studiata prima d’ora nel modo in cui è stata fatta negli ultimi anni. Gli astrologi in India affermano che si tratta di un metodo scientifico per predire il futuro. Circondano ancora questo campo di studio entro i parametri dell’induismo. Dicono di poter dimostrare che le previsioni astrologiche sono davvero scientifiche.

Gli indù credono che la prosperità complessiva e i benefici degli occupanti dipendono dai principi Vastu durante la costruzione della casa. Il Feng Shui è una delle antiche pratiche cinesi di posizionamento e disposizione dello spazio per raggiungere l’armonia con l’ambiente. È anche una ripresa dell’astrologia cinese. Anche questo si dice che sia di natura scientifica.

2 commenti su “Cosa studia l’astrologia dall’oriente all’occidente

  1. Mi ha sempre affascinato il mondo dell’astrologia, ho letto anche un libro che spiegava tutte le popolazioni che hanno studiato l’astrologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *