Cosa vedere a Ravello in un giorno: TOP 12 attrazioni

Cosa vedere a Ravello in un giorno: TOP 12 attrazioni

Cosa vedere a Ravello e dintorni: TOP 12 attrazioni

Clima ideale e l’ambiente suggestivo sono motivi sufficienti per trascorrere una vacanza in provincia di Salerno. 

Cosa vedere a Ravello e dintorni: TOP 12 attrazioni da visitare in un giorno a Ravello in costiera amalfitana, una località turistica in Italia nelle vicinanze di Salerno, sui monti Lattari, a un’altezza di 350 mt., uno dei borghi della Costa Divina molto piccolo anche per gli standard locali ma vivace. La sua superficie è di soli sette chilometri quadrati e la sua popolazione non supera le duemila persone. Dal 1996 è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, grazie alle bellezze naturali e alla ricca storia. Nota per l’annuale Ravello Festival che si tiene ogni estate che presenta una serie di concerti all’aperto, spettacoli e mostre d’arte che i visitatori possono godere. 

Cosa vedere a Ravello in un giorno: TOP 12 attrazioni
Cosa vedere a Ravello in un giorno: TOP 12 attrazioni

Nata originariamente nel V secolo come luogo di rifugio contro gli invasori, Ravello si è presto affermata e nel corso dei secoli è cresciuta e fiorita. Nel Medioevo, era un importante centro commerciale nel Mediterraneo ed era una città chiave per la repubblica marinara di Amalfi. Ogni estate vengono qui migliaia di turisti, per godere delle attrazioni e vista panoramica da un punto sovrastante mare e borghi. Come in molte delle località vicine, questa destinazione è un ritrovo estivo preferito per coloro che preferiscono rilassarsi sotto il sole del Mediterraneo durante i mesi estivi. Ha un’atmosfera rilassata e offre panorami mozzafiato delle acque e delle montagne vicine, il che lo rende un luogo perfetto per rilassarsi e lasciarsi andare. Al giorno d’oggi, è una popolare destinazione turistica amata dai visitatori per le sue strade pigre e tortuose, la deliziosa cucina locale e le perfette giornate estive.

Cosa Vedere a Ravello in un giorno: TOP 12 attrazioni

1. La Cattedrale (Duomo)

Cosa vedere a Ravello in un giorno: TOP 12 attrazioni
Cosa vedere a Ravello in un giorno: Duomo

Cosa vedere a Ravello in un giorno? Come in molte città italiane, Ravello vanta una cattedrale medievale, tradizionalmente chiamata il Duomo negli Appennini. In quanto centro spirituale della città, la cattedrale, come nei secoli precedenti, raccoglie sotto il suo tetto i residenti locali che vengono a messa. Il Duomo Ravello è dedicato a San Pantaleone, considerato il patrono della città. Il Duomo locale è il cuore simbolico della zona ed è uno dei suoi principali punti di riferimento. Si affaccia sulla piazza principale della città e vanta una lunga storia e una ricca collezione d’arte. Il tempio fu fondato nell’XI secolo, ma durante la sua esistenza ha dovuto subire molte riparazioni e restauri. La prima grande ricostruzione avvenne nel XIII secolo, quando al duomo fu aggiunto un campanile. Fu eretto sotto l’evidente influenza delle tradizioni moresche, allora dominanti nell’architettura in questa parte del mondo. L’ultimo restauro è avvenuto negli anni ’30. 

Cosa vedere a Ravello in un giorno: TOP 12 attrazioni
Interno Duomo di Ravello

Nel XX secolo la chiesa ha acquisito un aspetto moderno con tratti distintivi di stile sia barocco che romanico. Presenta un paio di porte in bronzo ornate (una delle sole 24 in tutto il paese) che raffigurano varie scene della vita di Gesù Cristo. I suoi interni sono altrettanto opulenti quanto è decorata in marmo bianco scolpito. Il pulpito della cattedrale, sorretto da sei colonne tortili, merita un’attenzione particolare. Sono fatti di marmo e poggiano su figure di leoni di pietra. Sul lato opposto della navata, ci sono magnifici mosaici medievali. Nella cappella del santo, in onore della quale è stato consacrato il duomo, c’è un vaso con il sangue di Pantaleone, che bolle ogni volta che arriva il 27 luglio, giorno che il santo fu martirizzato. Il Duomo ospita anche le reliquie di San Pantaleone, San Tommaso e Santa Barbara, e dispone anche di un museo a due stanze, vari mosaici, sarcofagi e altri manufatti e opere d’arte.

2. Museo della Cattedrale

Cosa vedere a Ravello in un giorno: TOP 12 attrazioni
Museo Duomo Ravello

Chi entra nel duomo dalla via Richard Wagner finisce nel piccolo museo di Ravello. Nelle sue sale si possono ammirare numerose sculture e dipinti di autori poco conosciuti dal grande pubblico. Nonostante l’assenza di grandi firme nella collezione, l’esposizione del museo è molto bella e può accontentare gli amanti dell’arte. Tra gli altri reperti in mostra al duomo, spicca un busto in marmo di una donna, la cui immagine provoca polemiche tra storici dell’arte. Alcuni credono che Sigilayta Rufolo, moglie di un influente cittadino e commerciante di Ravello, abbia posato per lo scultore. Fece da benefattore e donò fondi per la costruzione della cattedrale. Altri ritengono che il busto raffigura la Regina di Napoli. Giovanna. Altri ancora sono sicuri di vedere l’effige della Madonna.

3. San Giovanni del Toro

Cosa vedere a Ravello in un giorno: TOP 12 attrazioni
Chiesa di San Giovanni del Toro

Un altro famoso tempio a Ravello e in tutta la Costiera Amalfitana è la Chiesa di San Giovanni, eretta sul Monte Toro nell’XI secolo. Il tempio è giustamente considerato uno dei più antichi della regione. Fu consacrata in onore di Giovanni Apostolo. Il pulpito conservato nella chiesa è datato al XIII secolo. A San Giovanni del Toro sono particolarmente degni di nota gli affreschi che adornano il pulpito che illustrano scene della Bibbia: il profeta Giona, che erutta dal ventre di una balena ed eventi importanti nella vita di Gesù. È interessante notare che il pulpito della chiesa è decorato con piastrelle di ceramica realizzate in stile orientale. Sono state conservate anche le iscrizioni in arabo, il che consente di affermare l’idea della forte influenza degli stessi Mori sugli architetti medievali di Amalfi. Nel 1715 ci fu un terremoto a Ravello e la chiesa fu gravemente danneggiata. Era in uno stato deplorevole fino agli anni ’90 del secolo scorso, quando è stato restaurata, conservando il più possibile l’aspetto originario.

4. La chiesa di Santa Maria a Gradillo

La vecchia chiesa, consacrata in onore di Santa Maria, apparve più o meno nello stesso periodo del tempio di San Giovanni del Toro. Fu eretto sui ruderi di un precedente edificio, le cui tracce sono visibili dopo un attento esame dell’arco della navata centrale. Nel Medioevo, la Chiesa di Santa Maria ha svolto un ruolo importante a Ravello. In essa i governatori prestavano giuramento e per qualche tempo il parlamento della Repubblica Amalfitana si sedette persino nel tempio. Nel XVIII secolo. La chiesa di Santa Maria a Gradillo è stata un po ‘ricostruita, conferendole le caratteristiche del barocco, e nella metà del secolo scorso si è tentato un altro tentativo di restauro globale, a seguito del quale è stato possibile ripristinare la cupola distrutta. Presta attenzione agli antichi mosaici sul pavimento della navata centrale, realizzati con diverse tonalità di pietra.

5. I Giardini di Villa Rufolo e Villa Cimbrone

Queste due ville attirano migliaia e migliaia di visitatori ogni anno in quanto offrono i migliori panorami della città sottostante e delle acque e delle montagne circostanti, in particolare sulla famosa “Terrazza dell’Infinito” a Villa Cimbrone. Il Belvedere, decorato con busti in marmo, è come un auditorium davanti al quale si svolge una magnifica rappresentazione. Il mare si fonde con il cielo all’orizzonte, trasformandosi con esso in un unico spazio di tutte le sfumature del turchese. 

Cosa vedere a Ravello in un giorno: TOP 12 attrazioni
Villa Rufolo: Terrazza dell’Infinito

Luoghi che sono considerati da molti estremamente romantici, le ville offrono splendidi giardini pieni di fiori e vegetazione incantevoli, statue di bronzo e pietra, piccoli templi, busti, mosaici, gazebo e pittoreschi sentieri tortuosi ovunque. In effetti, questi giardini sono così belli che sono serviti da ispirazione per la seconda parte dell’ultima opera di Wagner, Parsifal. Qui si tengono anche molte cerimonie e feste nuziali, quindi non sorprenderti se ne incontri uno durante la tua visita!

6. Villa Rufolo

Cosa vedere a Ravello in un giorno: TOP 12 attrazioni
Piazza Duomo a Ravello

L’edificio storico più famoso di Ravello, villa Rufolo, sarebbe apparso, secondo gli storici locali, nel XIII secolo. La dimora fu eretta per la famosa e ricca famiglia Rufolo, che ebbe grande influenza in vari ambiti della vita pubblica della Repubblica Amalfitana. Rufolo era impegnato nel commercio, e uno dei rappresentanti della famiglia, Landolfo, meritava addirittura l’onore di essere menzionato da Boccaccio nel suo immortale Decameron.

Cosa vedere a Ravello in un giorno: TOP 12 attrazioni
Villa Rufolo

La villa ha cambiato proprietario nel corso della sua esistenza, è stata ricostruita e ristrutturata. Il suo aspetto moderno è stato dato da Francis Neville Reed, che ha acquistato la casa nel 19° secolo.

Cosa vedere a Ravello in un giorno: TOP 12 attrazioni
Chiosco di Villa Rufolo

L’ingresso a Villa Rufolo si trova in piazza Vescovado nell’arco della torre, attraverso il quale si accede alle terrazze superiori e inferiori. L’edificio ha un ampio cortile, parte degli interni è stata trasformata in un museo ed è disponibile per la visita. Le terrazze offrono la stessa famosa vista della Costiera Amalfitana, che, secondo molti, può essere definita il paesaggio più bello del mondo. Nel 1880 il compositore Richard Wagner visitò la villa di Rufolo. Rimase così sbalordito dal quadro che gli si aprì che in seguito l’opera scritta Parsifal fu letteralmente penetrata dall’ispirazione che discese su di lui.

7. Villa Cimbrone

Cosa vedere a Ravello in un giorno: TOP 12 attrazioni
Villa Cimbrone

Un altro magnifico palazzo antico a Ravello si chiama Villa Cimbrone. Il nome deriva dalla roccia Cimbronium su cui si trova la villa. Le prime menzioni scritte documentate risalgono all’XI secolo, quando la casa era di proprietà della famiglia Acconciagioco, nobile e influente. Un paio di secoli dopo, la villa divenne proprietà del Fusco, che costruì il tempio locale di San Angelo del Cimbrone. Qualche tempo dopo la casa Cimbrone fu inserita negli elenchi dei beni del monastero di Santa Chiara. A questo periodo risalgono i bassorilievi religiosi alle porte d’ingresso.

Cosa vedere a Ravello in un giorno: TOP 12 attrazioni

All’inizio del XX secolo la villa fu acquistata dal barone Beckett, un banchiere britannico che restaurò le parti distrutte del palazzo e raccolse una discreta collezione di oggetti d’arte. 

Cosa vedere a Ravello in un giorno: TOP 12 attrazioni
Belvedere Villa Cimbrone

Fu Beckett a intraprendere una grandiosa ricostruzione delle mura che circondavano la villa, le terrazze e i giardini situati su di esse. Nel nuovo progetto, le note moresche e veneziane suonavano distintamente. Dopo la sua morte, Lord Beckett fu sepolto nella villa e sua figlia visse qui ed era impegnata nella selezione delle rose. La varietà più famosa di quelle allevate da lei si chiamava Rosa Ravello. Oggi la villa dispone di diverse camere d’albergo.

8. Ravello Music Festival

Cosa vedere a Ravello in un giorno: TOP 12 attrazioni
Auditorium Oscar Niemeyer 

Paolo Caruso e Girolamo Botilieri, appassionati estimatori di Wagner, hanno inventato una tradizione straordinaria. Su loro iniziativa, 70 anni dopo la morte del compositore, si è tenuto per la prima volta a Villa Rufolo un festival chiamato “Concerto di Wagner nei giardini di Klingsor”. I primi concerti di solito iniziano a marzo e continuano tutto l’anno fino al tardo autunno. Il lussuoso palcoscenico per spettacoli sulle verdi terrazze di Villa Rufolo crea un’atmosfera speciale, e le feste di Wagner occupano giustamente il loro giusto posto nella lista delle TOP 12 attrazioni di Ravello. Il festival annuale di musica, arte e danza, è un evento piuttosto prestigioso, così tanti visitatori vi partecipano dove nell’Auditorium Oscar Niemeyer, si esibiscono celebrità e musicisti famosi. 

9. Museo del Corallo

La Costiera Amalfitana è famosa per le sue tradizioni artigianali. Già nel medioevo Ravello era famosa come centro per la creazione di gioielli utilizzando tesori marini. Non sorprende che oggi ci sia un Museo del Corallo e accanto a esso si trova un laboratorio, dove, come in passato, lavorano i maestri intagliatori. Il fondatore del museo è Giorgio Filocamo, arrivato a Ravello nel 1955 e avviato un’attività in proprio. Nel corso dei decenni, ha raccolto molti coralli unici e cose magistralmente scolpite da colleghi artigiani in diversi anni ed epoche. Tra i reperti più interessanti ci sono un crocifisso in corallo e una scultura della Madonna.

10. Sentieri escursionistici e Valle delle Ferriere

Valle delle Ferriere Ravello
 Parco Nazionale della Valle delle Ferriere

Per coloro che desiderano vivere le bellezze naturali di Ravello, uno dei modi migliori per farlo è fare una bella e rilassante escursione sui suoi sentieri escursionistici come la Valle delle Ferriere. Queste escursioni offrono splendide viste sulla zona e possono essere svolte da soli o tramite una visita guidata. L’ecosistema unico del Parco Nazionale della Valle delle Ferriere, situato vicino Ravello, è un buon motivo per trascorrere l’intera giornata all’aria aperta. Il parco ha conservato colonie di piante che sono sopravvissute a molti millenni di evoluzione senza alcun cambiamento. In Valle delle Ferriere, vedrai felci giganti risalenti al periodo preglaciale e piante predatrici che si nutrono d’insetti. I sentieri escursionistici della riserva sono disposti in modo tale che i visitatori, anche nelle giornate più calde, non soffrano troppo il caldo: sono tanti i ruscelli e le cascate nel parco che formano bellissime cascate.

11. Corsi di cucina

Vuoi imparare la cucina classica dell’Italia meridionale? uno dei posti migliori per fare e apprezzare il buon cibo sarebbe tra i bellissimi giardini e le attrazioni di Ravello! Ci sono molte piccole scuole di cucina che offrono corsi ai turisti, dove puoi imparare a preparare piatti deliziosi utilizzando solo i migliori e più freschi ingredienti locali.

12. Assaggia i vini

Ci sono una serie di vigneti e produttori di vino che circondano Ravello, e alcune delle etichette locali più famose includono quelle che appartengono alla denominazione DOC. Visita le cantine locali per deliziose degustazioni di vino in una perfetta serata estiva mediterranea!

Consigli

  • Essendo una popolare località turistica, Ravello non ha carenza di ristoranti, bar, caffetterie e ristoranti. Inoltre non è distante da Salerno, città portuale in Campania.
  • Il paese è abbastanza piccolo da poter essere esplorato a piedi e, considerata la sua bellezza, questo è il modo migliore per apprezzare Ravello! Per coloro che hanno davvero bisogno di un ascensore, però, i taxi sono disponibili nelle vicinanze della fermata principale degli autobus della città.
  • I giardini di Villa Cimbrone sono aperti tutti i giorni dalle 9:00 al tramonto, mentre gli orari di Villa Rufolo sono dalle 9:00 alle 20:00 in estate e dalle 9:00 alle 16:00 in inverno.

6 commenti su “Cosa vedere a Ravello e dintorni: TOP 12 attrazioni

  1. Ravello è davvero meravigliosa, mi piacerebbe portarci i bambini, il più grande ha una passione per questo tipo di posti

  2. Un posto che merita di essere visitato: le foto mi son piaciute tantissimo e, attraverso il tuo articolo, ho scoperto tante interessanti informazioni 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *