Cosa vedere a Roma gratuitamente

    Visitare Roma senza mettere mano al portafoglio!

    Cosa vedere a Roma gratuitamente. Si può visitare una città in maniera completamente gratuita? In questo articolo troverete alcuni itinerari da fare a Roma a piedi e senza dover mettere mano al portafoglio, a meno che non decidiate di farlo per concedervi un caffè o per fare dello shopping! Siamo nella bellissima città eterna, Roma, e abbiamo del tempo a disposizione per fare qualche visita, ma le  finanze non ci permettono di eccedere con le spese….

    Dove andare? Cosa vedere?

    Prima di addentrarci in questa lettura, il primo consiglio è quello di camminare il più possibile o eventualmente prendere mezzi pubblici per limitare i costi di trasporto, che spesso incidono pesantemente nel budget. Per essere quindi liberi e comodi negli spostamenti, vi consigliamo di lasciare le vostre valigie nel deposito bagagli a Roma più vicino a voi. Così potrete viaggiare leggeri attraverso le vie della città alla scoperta delle bellezze – completamente gratuite – che offre la capitale.

    Cosa vedere a Roma gratuitamente

    Inutile dire che Roma è un museo a cielo aperto, in questo articolo abbiamo creato degli itinerari da fare a piedi alla scoperta di luoghi iconici, di palazzi, chiese, monumenti, fontane e giardini, da fare in totale autonomia, al vostro ritmo e senza spendere nulla! Dimenticate quindi il vostro portafoglio, ma portate una monetina in tasca con voi, vi sveleremo poi a cosa vi servirà. Partiamo insieme per questo tour a piedi!

    Cosa visitare gratuitamente nella zona di Città’ del Vaticano

    • In breve: Ponte Sant’Angelo ⇒ Piazza San Pietro ⇒ Fontana del Bernini ⇒ Basilica di San Pietro ⇒ La pietà di Michelangelo.
    • Suggerimento:  La coda per entrare nella Basilica di San Pietro è spesso lunga, evitate se potete i week end.
    • Itinerario: Partiamo da Ponte Sant’Angelo, in direzione del parco di Castel Sant’Angelo; uno sguardo veloce al castello e proseguiamo lungo il Lungotevere fino ad arrivare alla via della Conciliazione che percorreremo fino a Piazza San Pietro, una tra le più iconiche piazze di Roma. La struttura ovale della piazza rappresenta l’abbraccio della chiesa ai suoi fedeli ed è un po’ questa la sensazione che si percepisce soffermandosi al centro della piazza, ovvero quella di essere quasi  abbracciati dalla storia, da una storia lunga secoli. Soffermatevi ad ammirare la Fontana del Bernini e l’obelisco Vaticano al centro della piazza, da dove si gode di una vista a 360 gradi di questa meravigliosa piazza in tutta la sua spettacolare bellezza. Una volta finito di contemplare la piazza, dirigetevi verso la Basilica di San Pietro, che potete visitare gratuitamente, salvo alcune aree, come la cupola o le catacombe. Ma non servirà, invece, pagare alcun ingresso per poter ammirare la pietà di Michelangelo, custodita all’interno della Basilica; un’opera di una bellezza unica e straordinaria che distoglierà l’attenzione da tutto il resto intorno a voi; ma non fatevi ingannare e tenete gli occhi ben aperti perché la basilica ospita diversi gioielli da ammirare.
    Cosa vedere a Roma gratuitamente
    Piazza S.Pietro a ROMA
    • Un ultimo consiglio: i Musei Vaticani sono aperti al pubblico con entrata gratuita tutte le ultime domeniche del mese se entrate dalle 9.00 alle 12.30, preparatevi però a lunghe file.

    Cosa visitare gratuitamente nella zona del Colosseo

    • In breve: Colosseo ⇒ San Pietro in Vincoli ⇒ Altare Della Patria ⇒  Basilica di Santa Maria in Aracoeli ⇒ Teatro di Marcello ⇒ Bocca della Verità ⇒ colle Aventino.
    • Suggerimento: Finire l’itinerario sul colle Aventino è ideale perché vi permetterà di godere, se il tempo lo permette, della vista della città al tramonto.
    • Itinerario: Per visitare il Colosseo al suo interno è necessario pagare un biglietto d’ingresso, ma se ci troviamo a Roma, non possiamo assolutamente pensare di non ammirarlo almeno dall’esterno.  Partiamo quindi con questo itinerario proprio dal Colosseo per visitare l’area intorno a esso e dirigiamoci verso la chiesa di San Pietro in Vincoli. Forse questo nome non vi dirà molto ma al suo interno è conservata un’altra opera imperdibile, il Mosè di Michelangelo. La perfezione di questo capolavoro è riassunta nella storia narrata dalla leggenda nella quale Michelangelo, una volta finita l’opera, si rivolse a essa, quasi fosse viva, dicendole “perché non parli?” e sconfortato dal suo silenzio (come se le statue potessero parlare!) le tirò un martello sul ginocchio.
    Cosa vedere a Roma gratuitamente
    Chiesa di San Pietro in Vincoli: Mosè di Michelangelo

    Cosa vedere a Roma gratuitamente? Proseguiamo poi verso l’Altare della Patria, lungo via dei Fori Romani. Il Vittoriano e il Giardino grande di Palazzo Venezia sono visitabili gratuitamente, mentre, se vorrete entrare al museo o prendere l’ascensore panoramico per la terrazza, ci sarà un ingresso da pagare.
    Dirigiamoci ora verso la Basilica di Santa Maria in Aracoeli, nelle immediate vicinanze; non è un luogo molto conosciuto dai turisti ma merita una visita perché al suo interno sono conservate opere firmate da Donatello, Pietro Cavallini e Pinturicchio, oltre a essere un vero gioiellino dell’architettura medievale.

    Proseguiamo con la nostra passeggiata lungo via del Teatro di Marcello e passiamo oltre il Teatro di Marcello, visibile alla nostra destra, fino a incrociare il Tevere. Passeggiamo quindi sul lungotevere, fino ad arrivare alla Bocca della Verità, dove, con molta probabilità come tutti abbiamo fatto, inseriremo la mano nella bocca, titubanti, immaginando che la bocca si chiuda improvvisamente tranciando veramente la mano, come fece credere Gregory Peck alla bellissima Audrey Hepburn nel film “vacanze romane”.

    Concludiamo il giro sul colle Aventino per uno sguardo davvero unico attraverso il buco della serratura del portone della Villa del Priorato di Malta, da dove potrete ammirare la cupola di San Pietro da un’inquadratura a dir poco unica.

    Cosa vedere gratuitamente nella zona del Pantheon

    • In breve: Ghetto Ebraico ⇒  Piazza Navona ⇒ Chiesa di San Luigi dei Francesi ⇒  Pantheon ⇒  Galleria Alberto Sordi ⇒ Fontana di Trevi
    • Suggerimento: L’itinerario prevede la Fontana di Trevi come tappa finale, ma se siete nottambuli, la vista della fontana di notte è davvero spettacolare.
    • Itinerario: Il ghetto ebraico è un quartiere ricco di testimonianze storiche e artistiche e il consiglio migliore che possiamo dare è quello di perdervi nelle stradine dell’area. Una volta passeggiato per le viuzze del ghetto dirigetevi verso la Fontana delle Tartarughe, un’altra opera del Bernini. Da qui partiamo verso Piazza Navona e la curiosa Fontana dei Quattro Fiumialtra opera del Bernini; curiosa perché legata a una storia di rivalità tra due artisti dell’epoca. La leggenda racconta che Bernini, rivale del contemporaneo Borromini – che costruì la chiesa di S. Agnese, proprio di fronte alla fontana – volesse lanciare un messaggio subliminale (nemmeno tanto, a dire il vero) al suo rivale. Una delle statue ha la mano sollevata, come per proteggersi dall’imminente caduta della chiesa. Un’altra delle statue invece nasconde la testa sotto un velo per non vedere “l’orrenda opera” del Borromini.
    Cosa vedere a Roma gratuitamente
    La fontana dei 4 fiumi di Borromini

    Ma lasciamo le beghe tra Bernini e Borromini, per proseguire verso la Chiesa di San Luigi dei Francesi, che forse non vi dirà molto, ma che al suo interno custodisce tre capolavori del Caravaggio: il Martirio di San Matteo, San Matteo e l’angelo e Vocazione di san Matteo. È davvero incredibile poter ammirare tre opere di questa fama  gratuitamente, ma è proprio così!

    Cosa vedere a Roma gratuitamente? Raggiungiamo poi il Pantheon, un altro luogo storico il cui ingresso è completamente gratuito. Qui potrete ammirare l’enorme cupola, un lavoro di pura ingegneria e architettura, al centro del quale si trova  l’oculus, il foro usato un tempo per studiare l’astronomia.

    Cosa vedere a Roma gratuitamente
    Pantheon e la cupola

    Se siete sicuri di non cedere alle tentazioni dello shopping, una passeggiata alla Galleria Alberto Sordi vale la pena, ma solo per ammirare la struttura, non per fare acquisti! Concludiamo questo itinerario in serata alla Fontana di Trevi, quando le luci del tramonto la rendono ancora più bella!
    Vi ricordate quella monetina che avete messo in tasca? E ora di tirarla fuori, dare le spalle alla fontana e lanciarla nell’acqua. Si dice che facendo così si abbia la certezza che prima o poi si tornerà a Roma!

    Per concludere su cosa vedere a Roma gratuitamente? Roma è davvero un museo a cielo aperto che offre tanto, troppo per poter riassumere tutto il suo fascino in un testo, perché anche solo passeggiando in una qualsiasi delle zone di Roma vi ritroverete di fronte a opere d’inestimabile bellezza. Perdetevi quindi nei numerosi giardini, in particolare Villa Borghese e Villa Ada, godete delle viste dall’alto dal Gianicolo, dall’Aventino o dal Pincio e lasciatevi guidare dall’istinto nei quartieri storici di Trastevere e del Ghetto.

    Infine per gli amanti dei musei, ecco una lista dei musei completamente gratuiti:

    • Accademia Nazionale di San Luca
    • Casa Museo Giacinto Scelsi
    • Casa Museo Hendrik Christian Andersen
    • Casa Museo Mario Praz
    • Museo Boncompagni Ludovisi
    • Museo Carlo Bilotti – Aranceria di Villa Borghese
    • Museo della Repubblica Romana e della Memoria Garibaldina
    • Museo delle Mura
    • Museo di Casal de’ Pazzi
    • Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco
    • Museo Fondazione Venanzo Crocetti
    • Museo Napoleonico di Roma
    • Museo Pietro Canonica a Villa Borghese
    • Museo Storico della Liberazione
    • Museo Numismatico della Zecca Italiana
    • Studio del Pittore Francesco Trombadori
    • Studio di Luigi Pirandello
    • Villa di Massenzio

    Sources:

    2 Commenti

    1. Non avevo mai pensato a quante cose poter vedere gratis a Roma, ci sono davvero tantissimi musei da poter visitare senza pagare l’entrata!

    2. Roma in effetti è una delle poche città d’arte che offre molto anche gratuitamente e, secondo me è sbagliato perchè con i proventi si potrebbe gestire meglio la città

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Cristina Giordano
    Cristina Giordano
    Sono Cristina dalla Campania. Scrivo in SEO per il blogMag Appunti sul Blog. Lo sbocco naturale della mia passione per i viaggi, bellezza e benessere, moda e alimenti. Appassionata di Tecnologia, smartphone e App convinta che senza non possiamo vivere bene. Contattami per contenuti Web su secretpuzzle12@gmail.com