Costruire una casetta in legno: ecco cosa aspettarsi

Costruire una casetta in legno: ecco cosa aspettarsi

Costruire una casetta in legno: ecco cosa aspettarsi

Ti stai chiedendo come costruire una casetta in legno? Ecco alcuni consigli utili, che ti aiuteranno a iniziare i lavori in maniera giusta!

Hai intenzione di costruire una casetta in legno ma non sai da dove partire? In questo articolo, ti mostreremo i principali aspetti da tenere in considerazione e da considerare qualora volessi iniziare subito con i lavori!

Cos’è e quali sono i benefici di una struttura di legno

Innanzitutto, una struttura di legno è un luogo sano in cui trascorrere momenti di relax, depositare i propri attrezzi da giardino o, addirittura, abitare durante tutto l’arco dell’anno.

Costruire una casetta in legno: ecco cosa aspettarsi

Cos’è e quali sono i benefici di una struttura di legno

Dalla casa in legno prefabbricata alla pompeiana da giardino, le strutture in legno sanno dare tanto: sia in termini di risparmio economico che di benessere fisico e psicofisico, oltre ad essere di grande utilità soprattutto quando non si ha abbastanza spazio nella propria residenza principale (nel caso delle casette da giardino) o si vuole un luogo fresco in cui lavorare.

In questo articolo considereremo le case in legno, strutture creative dal comfort abitativo elevato, durature ed al passo coi tempi, soprattutto per quanto riguarda l’aspetto della sostenibilità ambientale.

Cose importanti da sapere per costruire una casetta in legno

Prima di costruire una casetta in legno, è bene fare delle considerazioni sui materiali, sulle proprietà offerte da un tipo di materiale piuttosto che un altro e sulla scelta di un costruttore affidabile.

Andiamo ad analizzare queste caratteristiche più in dettaglio.

La scelta del legno giusto

Come prima cosa, va considerato il tipo di legno da usare per l’intera struttura. A tal proposito, esistono diversi tipi di legno da costruzione (detto anche “legno strutturale”), tra cui:

  • Abete rosso: è il legname più usato nel campo dell’edilizia ed è molto diffuso in Europa e Russia;
  • Abete Bianco: è molto simile all’abete rosso ed è molto diffuso nell’area mediterranea ed in Europa;
  • Larice: è simile all’abete, ma è molto più pregiato. Non viene molto usato in Europa, quanto più in alcune zone della Russia, Canada, Stati Uniti e Giappone;
  • Douglasia: è un abete originario dell’America Settentrionale ed è diffuso anche in Europa;
  • Pino silvestre: molto diffuso in Europa centro-settentrionale (tra cui anche in Italia, dove cresce spontaneo) ed oriente, molto usato per via della sua durabilità;
  • Cipresso: diffuso in Italia centrale, mediterraneo e medio-oriente per via dell’ottima resistenza, che lo rende ideale per uso esterno.

È da considerare che ogni specie ha delle caratteristiche proprie, tra cui identità, aspetto, colore, odore, trama e prezzo.

In genere, per costruire una casetta in legno è necessario usare il pino.

Proprietà termiche

Una delle principali caratteristiche da considerare quando si decide di costruire una casetta in legno è la naturale proprietà del legno di essere un ottimo isolante (sia termico che acustico), che lo rende il materiale per eccellenza per la costruzione di abitazioni “green”.

Infatti, per via della sua bassa conducibilità termica ed elevato calore specifico, il legno è in grado di mantenere una temperatura interna costante durante tutto l’arco dell’anno, permettendo così un minor costo in termini di riscaldamento e raffrescamento dell’intero edificio.

Inoltre, per quanto riguarda l’aspetto acustico, permette di “isolare” (nel vero senso della parola) l’edificio, evitando che i rumori esterni penetrino all’interno dell’abitazione e che quelli interni di sentano all’esterno, rendendo così l’ambiente ideale per studiare, lavorare o riprodurre contenuti multimediali ad alto volume.

La scelta di un costruttore affidabile

Infine, parliamo di costruttori.

Per quanto possa sembrare banale, anche la scelta del costruttore ha la sua importanza quando si decide di costruire una casetta in legno.

Tra i motivi per cui dovresti scegliere un costruttore affidabile, non dimenticare che:

  • Una volta che hai avviato l’ordine, i tempi di costruzione della casetta in legno non dovrebbero essere troppo lunghi (non dovrebbero superare quattro mesi);
  • Anche il tempo di installazione è una variabile molto importante, infatti per case di grandi dimensioni non dovrebbe superare due settimane;
  • Qualora avessi un problema, è bene che il costruttore ti possa aiutare sia con il servizio clienti che con un supporto tecnico, disposto a venire in loco a visionare il problema.

Per tutti questi motivi, prima di scegliere di costruire una casetta in legno, compara anche i diversi fornitori e costruttori presenti nel mercato.

1 commento su “Costruire una casetta in legno: ecco cosa aspettarsi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *