Cremona capitale mondiale del violino e Stradivari.

Cremona capitale mondiale del violino e Stradivari.

Cremona capitale mondiale del violino e Stradivari.

La città di Cremona, situata nel nord della Lombardia, è una città d’arte e musica, patria di musicisti e compositori eccezionali come Claudio Monteverdi e Amilcare Ponchielli, è da sempre considerata la capitale mondiale del violino. 

Cremona capitale mondiale del violino e Stradivari dove tutto parla di musica e violino. Ci sono circa 140 laboratori di violino, un terzo dei quali di proprietà straniera, che portano avanti le tradizioni degli antichi maestri. Inoltre, la presenza di collezioni storiche e la loro importanza nel campo della musica fanno di Cremona un centro unico per l’arte violinistica a livello internazionale. 

Cremona capitale mondiale del violino e Stradivari.

Cremona capitale mondiale del violino. Qui nacque non solo Antonio Stradivari, un maestro insuperabile del suo mestiere, ma anche un violino moderno e una serie di artigiani che hanno fatto conoscere all’uomo i più bei strumenti a corda. Antonio Stradivari, il più famoso liutaio italiano, ha prodotto oltre 1.100 viole, chitarre, violoncelli e violini. Oggi ci sono circa 600 dei suoi strumenti in tutto il mondo, spesso chiamati Stradivari, e la loro fama è leggendaria. 

Stradivari sebbene fosse conosciuto come violinista durante la sua vita, i suoi strumenti non furono popolari fino all’inizio del XIX secolo, quando un tono forte e potente ma chiaro fu trovato ideale sia per la vicinanza di un salone di musica da camera che di una spaziosa sala orchestrale. 

Violino Stradivari
Violino Stradivari

I violinisti italiani del XVII e XVIII secolo avevano laboratori nelle vicinanze a Cremona e molto probabilmente usavano le vicine foreste delle Alpi meridionali italiane come fonte di legno di abete rosso. Gli strumenti di Stradivari sembravano fatti di qualcosa di speciale e da oltre 250 anni si cerca di scoprirne il segreto. Secondo il grande virtuoso del violino Nicolo Paganini, Antonio Stradivari usava solo “un bosco di alberi in cui cantavano gli usignoli”. Anche il legno da lui utilizzato aveva una densità insolita a causa delle condizioni gelide della “Piccola Era Glaciale” del XVII secolo in cui cresceva. 

Cremona capitale mondiale del violino dove oggi, 50 violinisti, o Liutai come vengono anche chiamati, seguono la tradizione usando metodi simili, ma tutti stanno ancora cercando questo ingrediente segreto. 

Museo del Violino a Cremona

Museo del Violino a Cremona
Museo del Violino a Cremona

Cremona capitale mondiale del violino. Per saperne di più sui violini, visita il Museo del Violino in Piazza Marconi. Al suo interno ci sono magnifiche mostre multimediali che raccontano la storia del violino e della sua costruzione. C’è anche una grande esposizione di violini e altri strumenti a corda e un auditorium con un palco al centro, costruito per ottimizzare l’acustica per le performance musicali. Ospita anche dipinti dal Medioevo al XX secolo, ceramiche, manufatti di cattedrali e reperti archeologici, tra cui una vasta collezione di monete.

Torrazzo, una delle torri medievali

Cremona capitale mondiale del violino e Stradivari. 1 capitale mondiale di Stradivari.
Torrazzo – torri medievali

Ma Cremona è anche rinomata per la sua bellissima architettura medievale e rinascimentale come il Torrazzo, una delle torri medievali in mattoni più alte sopravvissute in Europa, che ospita alcuni dei più grandi orologi astronomici del mondo. Inizia in Piazza Comune, una tipica piazza medievale dominata dalle strutture più importanti della città: il Duomo, il Battistero, il Palazzo Comune con lo stemma del Torrazzo e la Loggia dei Militi. I palazzi Faudry e Raimondi sono del Rinascimento. Da visitare le chiese di San Sigismondo, San Pietro al Po e San Agostino.

Cosa mangiare a Cremona

Cremona capitale mondiale del violino e Stradivari. 2 capitale mondiale di Stradivari.
Marubini – pasta fresca ripiena

E se dopo questa passeggiata vi viene fame, ricorda che Cremona è il centro di eccellenza per salumi, formaggi e dolci. La sua cucina ricca e prelibata vanta ricette esclusive a base d’ingredienti locali come il Grande Bollito Cremonese (carne cotta) o i marubini (pasta fresca ripiena cotta in brodo).

3 thoughts on “Cremona capitale mondiale del violino e Stradivari.

Leave a Review

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *