Dieta Graham con i Crackers: benefici per la salute

Dieta Graham con i Crackers: benefici per la salute

Dieta Graham con i Crackers: benefici per la salute

Molto prima che venissero usati per fare i famosi biscotti friabili, i cracker Graham servivano a uno scopo più puritano nell’America del XIX secolo.

La dieta Graham con i crackers procurano benefici per la salute insospettabili. Inventati da Sylvester Graham per combattere i mali del caffè, dell’alcool e del sesso. Il ministro presbiteriano americano aveva opinioni estreme su cibo, sesso, alcol e nutrizione. Proprio come il sindaco nel film Chocolat, Graham e i suoi migliaia di seguaci, soprannominati Grahamites, credevano che fosse peccaminoso mangiare cibi decadenti. Per combattere questo decadimento morale, Graham iniziò un regime dietetico personale.

Dieta Graham Crackers

Dieta Graham con i Crackers: benefici per la salute
Dieta Graham con i Crackers: benefici per la salute

Negli anni ’30 del XIX secolo, Graham è stato un riformatore del regime dietetico, organizzò ritiri di salute che promuovevano una dieta blanda che vietava lo zucchero e la carne, con la “prima crociata anti-zucchero”. La Dieta Graham fu il precursore del veganismo in America Il ministro era contrario all’assunzione dell’alcol, tabacco, spezie, condimenti, burro e farina raffinata. Nemmeno le bevande come caffè e tè vennero risparmiate dai suoi divieti.

Graham credeva che il caffè e il tè fossero altrettanto dannosi del tabacco, dell’oppio o dell’alcool perché creavano una “domanda di stimolo” che induceva a mangiare troppo, il peggior vizio. La filosofia austera di Graham trova fondamenti nella convinzione che le abitudini alimentari influenzano i comportamenti delle persone e viceversa. Pensava che alcuni cibi fossero “sovrastimolanti” e portasse a pensieri e passioni impuri, tra cui la masturbazione, a cui imputava l’insorgere di malattie come la follia e la cecità.

Fiocchi di mais John Harvey Kellogg

Le opinioni di Graham influenzarono l’inventore dell’era vittoriana di fiocchi di mais John Harvey Kellogg, nato un anno dopo la morte di Graham. Come il suo predecessore, Kellogg credeva che anche la carne e alcuni cibi saporiti portassero impulsi sessuali, quindi sosteneva invece il consumo di cibi semplici, come cereali e noci. In una delle riunioni con i suoi seguaci, il ministro affermò che la dieta Graham avrebbe potuto impedire alle menti di vagare in luoghi proibiti, evitando “un’eccessiva eccitazione del cervello, dello stomaco e dell’intestino”. Bandì dall’alimentazione anche spezie come la senape, rafano e menta piperita. Perfino il latte fu bandito perché era “troppo eccitante e opprimente”.

Cosa potevano mangiare i seguaci di Graham?

Il componente principale della dieta di Graham era il pane fatto con grano o segale macinati grossolanamente, a differenza delle raffinate pagnotte di farina bianca vendute in panetteria. Da questa stessa farina sono nati i cracker e i muffin di Graham, entrambi diventati cibi comuni per la colazione. Tuttavia, Kellogg fu uno dei pochi fan rimasti della dieta di Graham, che iniziò a perdere favore negli anni ’40. Un Grahamite fu assunto in un collegio per far rispettare rigorosamente i piani alimentari della scuola. Ma l’anno successivo, dopo che un professore venne licenziato per aver portato uno shaker nella sala da pranzo e alcuni studenti affamati organizzarono una protesta, il Grahamite e il suo piano nutrizionale tirannico furono cacciati.

Dieta di Graham: inadeguata alle esigenze del sistema umano?

Proprio come i corn flakes di Kellogg, qualcun altro ha modificato i cracker di Graham, modellandoli nella forma commestibile ben nota e amata. Nel caso di Graham, fu la National Biscuit Company, acronimo di Nabisco; a iniziare la produzione dei cracker Graham negli anni ottanta del XIX secolo. Ma Graham si rivolterebbe nella tomba se potesse assaggiare le varianti dei crackers con zucchero e farina bianca.

12 thoughts on “Dieta Graham con i Crackers: benefici per la salute

  1. Ti confesso che neanche io conoscevo ne i crackers ne questa dieta ma ora mi hai davvero aperto un mondo su cui discutere con gli amici nelle prossime cene a casa!

  2. ma sai che è la prima volta che seno parlare di questa dieta? davvero molto particolare…… stasera con più calma rileggo il tuo articolo perchè vorrei proprio provarla

Leave a Review

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *