Fontane origini dall’antichità ai tempi moderni

    Una fontana è una combinazione di forme specifiche che spruzzano acqua o altri liquidi attraverso un ugello sotto una certa pressione.

    Fontane origini dall’antichità ai tempi moderni per fornire acqua potabile alla città. L’acqua, come base della vita e dono degli dei, ha sempre attratto con la sua potenza, bellezza e purezza. Le civiltà antiche hanno avuto origine principalmente nelle regioni calde e aride quindi è diventato necessario creare fonti d’acqua artificiali. Sebbene la maggior parte delle fontane odierne facciano parte del paesaggio del giardino, all’inizio la fontana non era usata solo come decorazione, il suo ruolo più importante è stato quello di fornire acqua potabile pulita e fluente per la città.

    Fontane origini dall’antichità ai tempi moderni

    Fontane origini nel mondo antico erano ampiamente utilizzate in Egitto, Persia, Mesopotamia esclusivamente per bere, per esigenze domestiche e l’irrigazione. Erano un contenitore in cui l’acqua scorreva da un foro o da una sorgente artificiale. In ogni casa benestante, il cortile era solitamente decorato con una piscina piastrellata o in pietra con una fontana al centro.

    I babilonesi avevano imparato a costruire stagni sorgivi in ​​pietra nella città per accumulare e immagazzinare preziosa acqua potabile. Delle reliquie e dei reperti culturali che sono stati scoperti sulla fontana, il primo è stato lasciato dai Sumeri 4000 anni fa. È stato scoperto in un’antica città sumera, Laghash, nell’attuale regione irachena, è una piscina sorgiva in pietra con motivi intricati.

    Gli antichi egizi possedevano un ingegnoso sistema che poteva attingere acqua dal Nilo per l’irrigazione, tecnica poi appresa dagli antichi arabi e che forniva anche energia alle fontane del mondo arabo. Costruirono fontane nei frutteti vicino alla casa, dove erano collocate al centro di uno stagno rettangolare. Fontane simili erano utilizzate in Mesopotamia e in Persia, famose per i loro splendidi giardini. I giardini musulmani erano circondati da terrazze di piastrelle multicolori, il getto della fontana, riflettendosi da esse, creava uno straordinario gioco di luci e ombre.

    Fontane origini dall’antichità ai tempi moderni
    Fontana decorativa all’Aquila

    Le fontane degli antichi greci, a causa delle limitazioni tecniche dell’epoca, erano principalmente spruzzate a goccia. Furono i primi a introdurre l’uso dei canali per deviare l’acqua. Secondo i storici, c’erano fontane nella maggior parte delle antiche città greche come Atene e Corinto, risalenti al VI secolo a.C, generalmente costruite in pietra o marmo. L’acqua pulita di sorgente scorre attraverso tubi di rame e infine sgorga ai terminali della fontana che sono solitamente maschere scolpite, di solito leoni o bocche di altri quadrupedi. 

    Fontane origini dall’antichità ai tempi moderni
    Fontane origini nel medioevo

    Nell’Impero Romano, le tubature che alimentavano le fontane erano già realizzate non solo in argilla, ma anche in piombo. I romani furono i primi a iniziare a seppellire le condutture dell’acqua nel terreno che ha contribuito a garantire la loro durata e sicurezza dai danni, e la scoperta della legge dei vasi comunicanti ha permesso di stabilizzare la pressione dell’acqua.

    Le fontane erano di grande importanza in Cina e Giappone. Il giardino giapponese più famoso è Kyoto: i monaci buddisti hanno partecipato alla sua creazione. Ogni elemento di questo giardino  ha un significato speciale ed evoca un certo stato d’animo nei visitatori.

    Nel Medioevo, i giardini apparivano nei monasteri e, come il giardino persiano, erano divisi in quattro parti: per fiori, erbe, ortaggi e alberi da frutto. Al centro del giardino c’era un pozzo o una fontana, luogo di meditazione e preghiera per i novizi del monastero. Ma fondamentalmente, come nel mondo antico e nel Medioevo, le fontane venivano utilizzate come fonti di approvvigionamento idrico, per abbeverare e bere.

    Fontane origini dall’antichità ai tempi moderni
    Villa Lante

    Con l’inizio dell’era rinascimentale, le fontane in Europa diventano parte dell’insieme architettonico, del suo accento luminoso e talvolta dell’elemento principale. Lo stile romano divenne dominante. Le pompe vennero in soccorso delle sorgenti naturali, e invece delle sorgenti sotterranee, sulle colline romane iniziarono a sgorgare fontane. Villa Lante in provincia di Viterbo, è un esempio del Rinascimento italiano. Gradualmente, le nuove tendenze dell’architettura si diffusero in tutta Europa. L’epoca barocca presta ancora più attenzione alla decorazione delle fontane.

    Fontane decorative e tecnologiche

    Fontane decorative e tecnologiche
    Fontane decorative e tecnologiche

    Fontane origini dall’antichità ai tempi moderni. Alla fine del XVII secolo, con l’avvento del “romanticismo”, anche l’arte del paesaggio subì un cambiamento con I parchi in “stile inglese”, entrati di moda, quando tutto è più vicino alla natura “selvaggia”, senza chic e sfarzo. Con la costruzione del parco della Reggia di Versailles nel 17°secolo, nell’arte della decorazione delle fontane, iniziò a dominare lo stile francese. Tritoni, pesci, delfini e altre creature e divinità marine diventano i protagonisti delle composizioni scultoree.

    In questo momento, le fontane perdono praticamente la loro funzione di fonte di acqua potabile e irrigazione. Per fornire acqua alla fontana, vengono utilizzati meccanismi speciali che utilizzano ruote e pompe per il sollevamento dell’acqua. Se la forza naturale della corrente era insufficiente, venivano usati animali da tiro per far girare la ruota.
    Con l’avvento dei motori elettrici nella costruzione delle fontane si sono aperte nuove e sorprendenti prospettive.

    Fontane origini e Tecnologie avanzate con nuove invenzioni giocano un ruolo significativo nelle fontane moderne. L’incantevole gioco di colori, l’arte dell’illuminazione, la combinazione di musica, luce, dinamica sono diventati una nuova tendenza. L’uso di tubi di varie forme e numeri consente di creare superfici d’acqua di varie forme e bellezza, simili a fiori, funghi, spirali, scivoli, denti di leone. Luci e suoni hanno dato vita a spettacoli d’acqua eccezionali di fontane in tutto il mondo.

    Benefici fontane

    Fontane origini dall’antichità ai tempi moderni. Gli scienziati hanno determinato che i piccoli spruzzi d’acqua saturano l’aria intorno alla fontana con ioni negativi, che hanno un effetto benefico sul corpo umano migliorando l’umore e fa respirare meglio.

    Fontane origini dall’antichità ai tempi moderni

    Fontane origini dall’antichità ai tempi moderni
    Fontana a Napoli

    Fontane origini? Non si sa esattamente chi abbia costruito la prima fontana per fornire acqua potabile alle città, ma è accettato che la civiltà ionica abbia svolto un ruolo pionieristico nel trasporto dell’acqua nelle città. 

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Cristina Giordano
    Cristina Giordano
    Sono Cristina dalla Campania. Scrivo in SEO per il blogMag Appunti sul Blog. Lo sbocco naturale della mia passione per i viaggi, bellezza e benessere, moda e alimenti. Appassionata di Tecnologia, smartphone e App convinta che senza non possiamo vivere bene. Contattami per contenuti Web su secretpuzzle12@gmail.com