Graffiti contro il coronavirus nel mondo

    Gli Street Artist testimoniano con la loro arte di strada la lotta contro il Covid 19. Già in tempi pacifici indossavano maschere prima che diventasse una tendenza dominante (mainstream). 

    Graffiti contro il coronavirus nel mondo da parte di artisti di strada abituati a creare murali negli spazi pubblici, come ad esempio strade, muri e stazioni. In un’epoca in cui tutte le gallerie e i musei erano chiusi, le vie cittadine diventavano una tela per l’immaginazione pubblica. Il coronavirus ha colpito tutto il mondo svuotando quasi totalmente le strade dalle persone ma ci sono artisti di strada che lavorano anonimamente per urlare il loro disappunto verso questa pandemia.

    I “Graffiti” è un’arte di design tipografico visivo nata a Filadelfia e in Pennsylvania negli Stati Uniti negli anni ’60. In origine era una scorciatoia per l’insoddisfazione di base nei confronti della società. Ora è diventata ampiamente una forma d’arte accettata. Oggi i graffiti non solo non distruggono il paesaggio urbano, ma possono aggiungere vitalità e fascino a una città: in alcuni punti, i graffiti colorati sono diventati una popolare destinazione turistica. Vediamo come gli artisti di strada di tutto il mondo interpretano la situazione dei coronavirus nei loro graffiti.

    Bristol – Regno Unito

    Graffiti contro il coronavirus nel mondo
    Ragazza con l’orecchino

    A Bristol, sulla parete di una palazzina di Hanover Place, dove spicca un graffito di un dipinto del pittore olandese Jan Vermeer, si ipotizza che Banksy ne abbia cambiato l’aspetto, come riporta il sito della Bbc. Adesso la “Ragazza con l’orecchino” indossa una mascherina, simbolo della pandemia di Coronavirus che saremo costretti a indossare per il prossimo futuro.

    Graffiti contro il coronavirus nel mondo
    Ora lavati le mani!

    Londra, Regno Unito

    Londra ha la più grande e migliore collezione di arte di strada al mondo e molti artisti locali e internazionali hanno esposto una serie di opere creative e brillanti per le strade di Londra, dalle statue in bronzo a grattacieli di dipinti, passaggi sotterranei, percorsi e altro ancora.

    Graffiti contro il coronavirus nel mondo
    Londra, Regno Unito

    Copenaghen, Danimarca

    Graffiti contro il coronavirus nel mondo
    Copenaghen, Danimarca

    La potenza di uno starnuto in una opera a Copenaghen in Danimarca. Una delle arti visive di grande impatto.

    Dublino – Irlanda

    Graffiti contro il coronavirus nel mondo
    Irlandesi con mascherine

    Arte di strada a Dublino che mostra gli operatori sanitari con mascherine.

    Brin, Norvegia

    Graffiti contro il coronavirus nel mondo
    L’amore ai tempi del Covid19

    Spagna

    Barcellona è una delle prime dieci capitali della vita notturna al mondo e una città piena d’arte. Qui puoi vedere gallerie ovunque, con sculture in quasi ogni angolo e le barriere di metallo nella parte anteriore di molti negozi vengono utilizzate come tele, quindi quando i negozi sono chiusi, le strade sono ancora più vivaci!

    Graffiti contro il coronavirus nel mondo
    Il Coronavirus nell’800
    Graffiti contro il coronavirus nel mondo
    Gesto intimidatorio – Resta a casa
    Graffiti contro il coronavirus nel mondo
    Medici con mascherine

    Miami, Stati Uniti

    Graffiti contro il coronavirus nel mondo
    Il Covid 19 appeso a catene

    Los Angeles, Stati Uniti

    Los Angeles è una città piena d’incredibili opere d’arte di strada. Nei cartelloni pubblicitari e nelle gallerie, dietro i segnali stradali, sui marciapiedi, nei luoghi pubblici, nelle proprietà private, l’arte di strada è ovunque a Los Angeles.

    Graffiti contro il coronavirus nel mondo
    La lotta contro il Coronavirus con carta igienica

    Mumbai, India

    Graffiti contro il coronavirus nel mondo
    Street Art a Mumbai

    Pompei, Italia

    Graffiti contro il coronavirus nel mondo
    Pompei in Campania – I Simpon indossano la mascherina

    A inizio emergenza, nei pressi del centro commerciale La Cartiera, l’artista Nello Petrucci, che lavora e vive a Pompei, per invitare tutti a restare a casa ha realizzato l’opera ‘Sweet Home’. I protagonisti sono i Simpson, Homer, Marge e i figli Bart, Lisa e Maggie, seduti sul divano indossando mascherine.

    Catania – Italia

    Graffiti contro il coronavirus nel mondo
    Catania-italia

    Il capolavoro di Da Vinci con il volto coperto dalla mascherina a Catania

    Italia

    Graffiti contro il coronavirus nel mondo
    Grazie agli operatori sanitari

    L’opera dell’artista comasco Mr. Savethewall (nome d’arte di Pierpaolo Perretta) per ringraziare medici, infermieri, operatori sanitari e farmacisti.

    13 Commenti

    1. gli street artist da sempre si esprimono con disegni che riflettono il momento storico, a me piacciono molto ogni volta che viaggio vado in cerca di murales per fotografarli

    2. Bellissimo articolo. .. Andare alla scoperta di tante città in un solo articolo e capire quanto questo virus sia di portata mondiale è importante per reagire insieme

    3. Il tuo articolo è davvero curioso, non sapevo che ci fossero state queste “rivisitazioni” di street art in varie cittadine del mondo. Sono sicuramente d’impatto e ovviamente attuali.

    4. Non ce n’è uno che non mi piace! 😍 la solitudine e queste giornate difficili si ammortizzano anche con la bellezza e l’arte! E i graffiti lo sono…

    5. Alcuni li avevo già visti altri sono delle scoperte, ad ogni modo rimarrà un ricordo di questo Coronoavirus anche nei disegni!

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Cristina Giordano
    Cristina Giordano
    Sono Cristina dalla Campania. Scrivo in SEO per il blogMag Appunti sul Blog. Lo sbocco naturale della mia passione per i viaggi, bellezza e benessere, moda e alimenti. Appassionata di Tecnologia, smartphone e App convinta che senza non possiamo vivere bene. Contattami per contenuti Web su [email protected]