Lavanderia 5 tipologie di lavaggio a secco

    A volte, dopo aver lavato i vestiti, sulla superficie del materiale rimangono macchie particolarmente “dannose”. Cosa fare in questo caso? Contatta una lavanderia per non danneggiare il tessuto.

    Lavanderia 5 tipologie di lavaggio a secco per lavare e smacchiare capi di abbigliamento che richiedono cure particolari o solo il lavaggio a mano. Ci sono diversi modi per lavare i vestiti. Su molte cose puoi vedere l’icona, il che significa che è necessario il lavaggio a secco. Nel processo di lavaggio non vengono utilizzati detersivi comuni, ma prodotti professionali che hanno una migliore capacità di pulire lo sporco, ma hanno un impatto meno negativo sulla struttura e sulla qualità del tessuto e vengono risciacquati meglio con acqua.

    Lavanderia pre-rivoluzionaria

    Il primo brevetto per un nuovo metodo di pulizia fu ricevuto nel 1821 da un certo Thomas Jennings. Lo chiamò “a secco” e questo metodo è considerato l’antenato del moderno lavaggio a secco. A Parigi, nel 1825, la prima impresa commerciale fu aperta da Jolly Belin, dove la trementina veniva usata come detergente. Jean-Baptiste Jolly, il proprietario della lavanderia, nel 1855 propose l’uso di prodotti petroliferi per la pulizia. Ha notato che quando la cameriera ha accidentalmente versato del cherosene sulla tovaglia, è diventata molto più pulito. Così, aprì una tintoria, dove i vestiti venivano lavati con cherosene.

    Oltre al cherosene, come detergente veniva utilizzata anche la benzina, ma c’era un aspetto negativo significativo: si verificavano spesso incendi ed esplosioni nelle lavanderie. Ci ha pensato uno specialista statunitense, William Joseph Stoddard, creando un solvente, che ora è chiamato spirito bianco. Lavorare con esso era molto più sicuro che con altri prodotti petroliferi.

    Alla fine della prima guerra mondiale, per il lavaggio a secco furono utilizzati solventi a base di cloro. Gestiscono meglio lo sporco e non si accendono come i prodotti petroliferi. Intorno agli anni ’30 del secolo scorso iniziò a essere utilizzato un nuovo solvente, il tetracloroetilene. Non brucia, rimuove bene lo sporco, non danneggia il tessuto. Attualmente sono in uso diverse tecnologie di pulizia.

    Lavanderia 5 tipologie di lavaggio a secco

    1. Lavaggio a secco

    Lavanderia 5 tipologie di lavaggio a secco, un metodo per rimuovere le macchie dai vestiti utilizzando prodotti che rimuovono le macchie senza dissolversi in acqua. In questo metodo di pulizia non viene utilizzato alcun liquido. Il lavaggio a secco è appropriato per le cose che non sono troppo sporche. L’uso della tecnologia non ha senso per eliminare le macchie di origine proteica.

    attrezzatura lavanderia

    2. Lavaggio a secco con percloroetilene.

    Lavanderia 5 tipologie di lavaggio a secco, uno dei quali usano percloroetilene. Considerato il metodo più accessibile, è ideale per rimuovere le macchie di grasso. Il principale vantaggio del metodo a secco è l’assenza d’influenza sulla trama del materiale. Non provoca deformazione o appiattimento del tessuto.

    3. Pulizia con acqua

    lavaggio ad acqua

    Lavanderia 5 tipologie di lavaggio a secco. Con la pulizia con acqua i capi d’abbigliamento elaborati, utilizzando questa tecnologia, sono soggette a un’influenza meccanica minima. Il metodo è considerato il più sicuro dal punto di vista ambientale. La pulizia a umido può essere applicata su quasi tutti i tipi di tessuto, a condizione che lo sporco sia solubile in acqua. Se le persone hanno reazioni allergiche, questo metodo è l’ideale per loro. I componenti di tale pulizia sono detersivi liquidi che mantengono la forma del tessuto e il suo colore.

    4. Pulizia con idrocarburi

    Il metodo è ideale per i tessuti che richiedono una lavorazione delicata e delicata. La pulizia con idrocarburi può essere applicata a prodotti gommati, cose con elementi decorativi. Consente inoltre di salvare il colore del tessuto. In questo modo puoi anche lavorare oggetti fatti di finta pelle.

    5. Pulizia manuale

    Se le cose non sono molto sporche o se è necessario rimuovere le macchie locali, viene utilizzato il metodo di pulizia manuale. Con esso, puoi lavorare prodotti delicati, seta, velluto e pizzo. Inoltre, il metodo è adatto per pulire borse, altri accessori e cose con strass.

    Vantaggi del lavaggio a secco

    Il lavaggio a secco è suddiviso in più fasi. Innanzitutto, uno specialista ispeziona il prodotto, determina il grado di usura, il livello di danno. Poi arriva la pre-elaborazione. Ad esempio, se ci sono macchie, vengono prima applicati speciali smacchiatori.

    • I prodotti non si deformano durante il processo di pulizia;
    • Puoi sbarazzarti di macchie che non possono essere rimosse con il normale lavaggio;
    • Rimuovere le vecchie macchie in modo rapido e semplice.

    Qui non vengono utilizzati prodotti chimici aggressivi: questi prodotti per la pulizia contengono sostanze sicure. Non rovinano i prodotti, non provocano allergie. Il prodotto viene immerso in appositi fusti, dove avviene il trattamento a vapore con i solventi necessari. In seguito viene sottoposto a essiccazione a una temperatura di +25-50 ℃, a seconda del materiale. Durante l’ultima fase, la cosa viene pressata, cotta a vapore e, se necessario, anche stirata.

    Quali articoli possono essere lavati a secco? I tessuti delicati includono:

    • Seta.
    • Lana vergine.
    • Cotone e lino sottili.
    • Maglieria sottile.
    • Velluto.
    • Camoscio e pelle.

    Se i vestiti hanno dettagli decorativi complessi, ad esempio ricami a mano con perline, paillettes, strass, vengono danneggiati quando vengono lavorati in una macchina, anche se viene utilizzata una modalità delicata. La procedura di lavaggio a secco della casa preserva perfettamente l’aspetto delle cose. Tale lavoro dovrebbe essere svolto anche nei casi in cui desideri prolungare la vita della tua cosa preferita. Con questa lavorazione non è necessario eliminare bottoni, cinture, spalline e altri dettagli.

    Modi per prendersi cura delle cose

    Su qualsiasi capo di abbigliamento, puoi trovare un’etichetta che ci informa su come il prodotto può essere lavato. Seguire le istruzioni farà durare più a lungo le cose. A volte sui vestiti c’è una scritta “solo lavaggio a secco”, indica che il fabbricante di abbigliamento afferma che il lavaggio a secco prolungherà la “vita” del prodotto. 

    • Solo il lavaggio a secco è adatto per indumenti realizzati in vera pelle, pelle scamosciata o materiali duri, che possono perdere la forma dopo il contatto con l’acqua.
    • Se il capo è realizzato con i seguenti tessuti: seta, lana o cotone naturale, ma l’etichetta indica solo il lavaggio a secco, il capo può essere lavato a mano con detersivo liquido delicato. 

    Cosa succede se lavi in ​​lavatrice?

    Alcuni capi contrassegnati come “solo lavaggio a secco” possono essere lavati in lavatrice. Gli articoli in cotone e poliestere sopravviveranno al lavaggio automatico. È necessario selezionare la modalità più delicata della lavatrice senza riscaldare l’acqua. È meglio usare polvere liquida per il lavaggio ed eliminare la centrifuga.

    Related Articles

    4 Commenti

    1. Quante informazioni! Confesso che non mi ero mai interessata a come funzionasse una lavanderia ma in effetti ci sono diverse procedure e passaggi. Grazie per il post.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui