Piazza Navona: Leggenda della Fontana dei 4 Fiumi

Leggenda della Fontana dei 4 Fiumi a Roma

Leggenda della Fontana dei 4 Fiumi a Roma

A ovest del Pantheon a Roma, dall’altra parte del Corso del Rinascimento, c’è Piazza Navona con la Fontana dei Quattro Fiumi.

Leggenda della Fontana dei 4 Fiumi a Roma nella vivace piazza Navona, grandiosa e raffinata, nonostante la straordinaria moltitudine di folla multilingue che la riempie giorno e notte, non smette mai di essere accogliente e familiare. Uno dei  luoghi più importanti che dovresti sicuramente aggiungere alla tua lista di luoghi da visitare a Roma.

mappa roma piazza navona

Leggenda della Fontana dei 4 Fiumi

La Fontana dei 4 Fiumi, situata al centro di Piazza Navona, voluta dal Bernini, è uno dei luoghi più noti della piazza. All’esterno di questa fontana ci sono due fontane e una chiesa barocca chiamata Sant’Agnese. La piazza conserva la forma e le dimensioni esatte dell’antico stadio, che prende il nome dal suo creatore, l’imperatore Domiziano dove si svolgevano eventi sportivi. La struttura monumentale è stata realizzata in travertino e riccamente decorata con statue in marmo. 

Leggenda della Fontana dei 4 Fiumi a Roma
Fontana dei Quattro Fiumi

La sontuosa Fontana dei Quattro Fiumi è stato realizzata su disegno del Bernini. Creata tra il 1648 e il 1651, la fontana è la più grande e famosa fontana progettata dal Bernini che si trova in Piazza Navona a Roma. Ci sono quattro figure intorno alla fontana. Ogni figura rappresenta un fiume diverso da un continente diverso.

  • Il dio del fiume con un remo rappresenta il Gange in Asia
  • Il dio del fiume con uno stemma in mano rappresenta il Danubio in Europa
  • Il dio del fiume con una pila di monete rappresenta il Rio de la Plata in Sud America
  • Il dio del fiume con un panno sopra la testa rappresenta il Nilo in Africa

Leggenda della Fontana dei 4 Fiumi: Le figure della Fontana dei Quattro Fiumi, conosciute come gli dei del mare, furono realizzate dagli studenti di Berni. Il maestro artista stesso ha realizzato il leone, la creatura marina e le palme trovati nella fontana.

Leggenda della Fontana dei 4 Fiumi a Roma
  • La statua che rappresenta il Danubio (Europa) di Antonio Raggi
  • la statua che rappresenta il fiume Nilo (Africa) di Giacomo Antonio Fancelli
  • la statua che rappresenta il fiume Gange (Asia) di Claude Paussin
  • il Rio de la Plata di Francesco Baretta.

La leggenda della Fontana dei Quattro Fiumi

Leggenda della Fontana dei 4 Fiumi a Roma
Leggenda della Fontana dei 4 Fiumi a Roma

La leggenda della Fontana dei 4 Fiumi, molto popolare ancora oggi, è legata alla rivalità tra il Bernini e l’altro grande maestro del barocco, il Borromini. Si narra infatti che la statua del Rio della Plata tenga alzato il braccio per proteggersi dall’eventuale crollo del campanile o della cupola della chiesa di Sant’Agnese in Agone, vicina alla fontana.

Per sorreggere ipoteticamente il crollo, anche la statua del Nilo si copre il volto, per non vedere lo spazio soprastante. Ma si tratta di un evidente anacronismo storico, perché la fontana fu realizzata tra il 1648 e il 1651, mentre la chiesa di Sant’Agnese in Agone fu iniziata dal Borromini non prima del 1652.

Gli dei fluviali si riferiscono anche ai fiumi del paradiso

Leggenda della Fontana dei 4 Fiumi a Roma
Dei fluviali

La fontana ha vari simboli, come la colomba che simboleggia lo spirito santo della fede cattolica. Il supporto dell’Obelisco sono degli archi tagliati, Bernini ha voluto suggerire una grotta d’acqua. Questo obelisco è di granito rosso. Fu realizzato nell’81 d.C. per l’imperatore Domiziano di Roma.

Il primo supporto per questo obelisco era nel tempio del dio greco Serapide. Quando il cristianesimo divenne la fede di Roma, molti di questi templi furono demoliti. L’obelisco fu spostato nel circo Massenzio, uno stadio per le corse di cavalli e le lotte dei gladiatori. In seguito fu spostato nella piazza, dove si trova in data odierna.

Tradizione di riempire piscina e fontana d’acqua

La tradizione di riempire gli anfiteatri d’acqua fu ripresa nel 1663, quando, per ordine di papa Innocenzo X, Piazza Navona veniva riempita d’acqua tutti i fine settimana da marzo ad agosto. Nelle calde giornate estive, le persone, soprattutto i bambini, si godevano l’enorme piscina e di notte i nobili cittadini si radunavano intorno alle fontane, rinfrescandosi nell’aria fresca. 

7 commenti su “Leggenda della Fontana dei 4 Fiumi a Roma

  1. Sapevo di questa leggenda! Ogni volta che vado a Roma ho la fortuna di girare con degli amici del posto che mi raccontano tutto suo monumenti come fossero delle guide!

  2. Sapevo anch’ io di questa leggenda tra l’altro la fontana e la piazza sono davvero molto belle una vera ricchezza per la mia città

  3. ciao sono stata in questa piazza davvero tantissime volte, ho scritto articoli e fatto foto e la trovo sempre molto bella e suggestiva

  4. Piazza Navona, costruita sui resti dello Stadio di Domiziano, è splendida e la Fontana dei quattro Fiumi del Bernini con le allegorie dei quattro principali fiumi della terra ne esalta ancora di più la bellezza e l’eleganza. Durante la prima visita a Roma la guida mi aveva accennato qualcosa su queste leggende ma le avevo poi scordate, è stato bello rinfrescare la memoria grazie al tuo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *