15 mestieri antichi scomparsi nel 21° secolo

Foto mia madre dalla sarta. (Aprile 1952). 15 mestieri antichi scomparsi nel 21° secolo

15 mestieri antichi scomparsi nel 21° secolo

Sopravvivere alle calamità senza il supporto delle moderne invenzioni con mestieri dimenticati nell’oblio del tempo e dalla vita frenetica. Al tempo del coronavirus molti mestieri sono stati reintegrati…

15 Mestieri antichi scomparsi nel 21° secolo, attività e competenze basilari che la generazione degli anziani acquisiva per sopravvivere alle calamità e all’isolamento prima delle conquiste tecnologiche. Possedevano molte abilità utili che li aiutavano a costruire rifugi, nutrirsi e proteggersi dagli avversari. Con il Coronavirus la generazione moderna sta scoprendo come cavarsela senza sussidio dei vari servizi che dava per scontato. Per il pane c’era il fornaio, per la frutta il fruttivendolo, e così via.

Molte delle capacità di sopravvivenza dei nostri nonni erano elementari, ma sono cose che oggi non sono in grado di fare molte persone. Mestieri antichi scomparsi: dalla preparazione degli animali per la cena alla costruzione di mobili per la casa, scopri alcune incredibili abilità che usavano i nostri nonni e gli antenati nel corso della giornata.

1. Accendere un fuoco

15 mestieri antichi scomparsi nel 21° secolo
15 mestieri antichi scomparsi nel 21° secolo

Uno dei mestieri antichi scomparsi è un’abilità di sopravvivenza di base che tutti dovrebbero sapere a menadito: accensione di un fuoco. I nostri antenati non avevano accesso ad accendini o fiammiferi, quindi avevano bisogno d’imparare come accendere un fuoco alla vecchia maniera. Il fuoco è ed è stato un elemento essenziale per cucinare e riscaldare le case. Ma l’accensione del fuoco senza alcun supporto manderebbe in confusione qualsiasi persona che non fosse stato uno boy scout o non abbia imparato le abilità di un sopravvissuto. Conosci dei metodi primitivi per accendere un fuoco e mantenerlo caldo durante la notte?

2. Pellame per abbigliamento e riparo

Conciare la pelle non è troppo difficile, ma è un’abilità che la maggior parte delle persone che vivono nel 21° secolo non sanno come fare (a meno che non siano cacciatori). Altro dei mestieri antichi scomparsi che i nostri antenati conoscevano per poter utilizzare le pelli per l’abbigliamento, come riparo, come coperte e rivestimenti per pavimenti.

3. Sarta

15 mestieri antichi scomparsi nel 21° secolo

La mia generazione over60 ha imparato a l’arte del cucito come parte della loro educazione formale a scuola, la materia era educazione tecnica. In questi giorni abbiamo una società usa e getta, quindi se qualcosa si rompe, è più facile sostituirlo con un nuovo articolo di abbigliamenti che riparare quelli strappati. Cucire è un’altra dei mestieri antichi scomparsi che non molte persone sanno fare oggi nonostante siano in vendita macchina per cucire semi professionali, molto facili da usare per i principianti. In ogni modo imparare qualcosa di semplice come cucire un bottone o rattoppare un buco è molto utile.

READ  Come disinfettare il bagno con 3 igienizzanti naturali

4. Maglieria per calzini e cappelli

15 mestieri antichi scomparsi nel 21° secolo
Maglieria per calzini e cappelli

La maglieria in questi giorni è spesso relegata agli anziani, ma era un’abilità molto importante che veniva praticata da donne di tutte le età. Prima c’erano negozi di abbigliamento, donne giovani e meno giovani lavoravano a maglia una varietà di cose, tra cui calze, cappelli e maglioni. Lavorare ai ferri era un’abilità particolarmente importante per coloro che vivevano in climi più freddi. Purtroppo sta diventano uno dei mestieri antichi scomparsi.

5. Preparazione del sapone

Nonostante nei secoli scorsi l’igiene delle persone era forfettaria, infatti molti non facevano il bagno frequentemente come fanno oggi, ma la produzione di sapone era un’abilità molto importante da padroneggiare. I nostri antenati sapevano come preparare il sapone per mantenere se stessi e le loro famiglie più puliti e più sani. Oltre a mantenere il corpo e i vestiti puliti, una buona saponetta evita lo sporco, igienizza e lava le mani. Più sei sporco, più sei sensibile a diffondere e contrarre malattie e virus. Altro dei mestieri antichi scomparsi d’importanza diventata basilare con la pandemia del coronavirus in atto.

Come fare un sapone utile e piacevole con i petali di rose? 

Avrai bisogno di una base per il sapone come quello neutro per bambini, oli di cocco o di palma e acidi naturali, vitamine, oli, fragranze.

  • Grattugia le barrette, e scioglilo a bagnomaria per mezz’ora mescolando sempre facendo attenzione a non farlo bollire.
  • Aggiungi olii essenziali, vitamine (le vitamine A ed E sono particolarmente utili per la pelle). Se vuoi la bellezza,
  • Aggiungi i petali di rosa e spegni il fuoco.
  • Versa il composto negli stampi.
  • Dopo 10 giorni ogni pezzo deve essere avvolto in una pellicola.

6. Fare le candele per illuminare la casa

In questo secolo con l’invenzione dell’elettricità ci basta basta premere un interruttore o tirare un cavoper illuminare una stanza. Le lampadine elettriche non furono inventate fino al 1800, quindi le persone dovevano illuminare gli spazi abitativi con le candele anche se duravano poco. La produzione di candele richiede cera d’api e grassi animali. 

7. Crescere e macellare animali

15 mestieri antichi scomparsi nel 21° secolo 1 antichi mestieri

I contadini sapevano come allevare e prendersi cura degli animali a differenza della maggior parte delle persone. Possedevano le capacità per tagliare e preparare correttamente un animale in modo da prevenire la contaminazione. Nel 21° secolo facile fare una bistecca arrostita e il pollo al forno, basta procurarsi la carne dal macellaio per fare ottimi secondi piatti. Ma in passato le persone dovevano prima macellare il pollo prima di preparare un pasto.

8 Conservazione degli alimenti senza frigo

15 mestieri antichi scomparsi nel 21° secolo
Conservazione degli alimenti senza frigo

Preservare il cibo era molto più difficile senza il frigo, alcuni alimenti si guastavano semplicemente se non venivano consumati. In passato era fondamentale possedere le conoscenze di uno dei mestieri antichi scomparsi: le persone usavano il fumo, l’essiccazione, la salatura, le spezie e altri metodi per la conservazione degli alimenti. La maggior parte delle persone in questi giorni non saprebbe eseguire questi processi per far durare più a lungo il cibo. Oggi noi abbiamo elettricità, frigo e congelatori dove poterli conservare per mesi.

READ  Staedtler: penne, colori e matite per durare all'infinito

9. Equitazione e manutenzione per il trasporto

Prima che le auto diventassero un mezzo di trasporto accessibile e conveniente, le persone si affidavano ai cavalli sia per viaggiare che per lavorare in casa. Se non volevano fare percorsi lunghi a piedi la maggior parte delle persone vissute oltre 100 anni fa, sapeva come cavalcare un cavallo e come prendersi cura degli animali. Non molte persone vanno a cavallo oggi, e se lo fanno è per il relax o la competizione.

10. Fabbricazione di scarpe

15 mestieri antichi scomparsi nel 21° secolo
February 1916: calzolai al lavoro

Uno dei mestieri antichi scomparsi nel 21° secolo è l’arte del calzolaio. Nessuno di noi sa fare o riparare le scarpe oggi. Acquistare un paio di scarpe al centro commerciale o online è molto più semplice, economico e richiede meno tempo. Ma c’è stato un tempo in cui le persone creavano e riparavano o ne facevano di nuove le proprie scarpe quando si consumavano. Conoscevano l’arte del calzolaio, di tagliare e cucire sia le suole che il cuoio in modo da proteggere i piedi dal freddo e dalle strade sterrate.

11. Costruzione di abitazioni

I nostri antenati avevano una grande conoscenza delle pratiche di costruzione, si vede anche nei film che ognuno costruiva da se una capanna di legno o un porticato. In questi giorni, solo i muratori sanno come costruire una casa solida e durevole.

12. Costruzione di mobili

15 mestieri antichi scomparsi nel 21° secolo

Solo se hai l’hobby di creare mobili in legno o sei un falegname altrimenti nessuno è in grado di costruire arredamento partendo dalla ricerca del legno fino alla realizzazione. I nostri antenati creavano da sé ogni mobile per rendere la casa confortevole. I contadini avevano mobili semplici e robusti mentre nel ceto medio già esistevano i mobilieri.

13. Preparare il cibo da zero per nutrimento

15 mestieri antichi scomparsi nel 21° secolo
Preparazione del pane

In caso di disastri e calamità si va ai supermercati a fare incetta di prodotti e alimenti perché quasi nessuno è in grado di preparare cibi partendo da alimenti base come la farina e l’acqua. Per i nostri antenati preparare il pane in casa e cibo nutriente era un mestiere indispensabile anche se la dieta era molto semplice e più sana e non prevedeva alimenti trasformati. 

14. Giardinaggio per il sostentamento

15 mestieri antichi scomparsi nel 21° secolo
Giardinaggio per il sostentamento

Oggi ci sono molte persone che amano il giardinaggio, ma in genere lo fanno per hobby o per integrare alcuni dei loro pasti. Spesso non distinguono le verdure se vanno nei campi perché abituati a trovarli nei banchi della frutta e verdura del supermercato. Solo i veri esperti sanno come coltivare i campi, come scongiurare parassiti e malattie indesiderati e conoscere il momento perfetto per la raccolta. I nostri antenati sapevano come coltivare le colture sfuse, compresi alimenti come fagioli borlotti, grano e avena.

15. Medicina di erbe per malattie

15 mestieri antichi scomparsi nel 21° secolo
Curarsi con piante medicinali

Quando qualcuno si ammala oggi, cerca aiuto da un medico o va al pronto soccorso e trattati con medicine fornite da una farmacia. I nostri antenati non avevano le farmacie ma facevano affidamento sull’arte dell’erboristeria con rimedi a base di erbe che contribuivano a curare vari disturbi. Ci sono alcune piante medicinali che sono utili nel trattamento di una varietà di malattie e lesioni. Anche se potrebbero non essere forti e di effetto rapido come un antibiotico ma comunque erano efficaci.

19 thoughts on “15 mestieri antichi scomparsi nel 21° secolo

  1. Rated 5 out of 5

    Alcuni di questi antichi mestieri erano scomparsi, ma in questo brutto periodo che stiamo vivendo a causa del corona virus questi mestieri sono stati rivalutati : di necessità , virtù. Fare il pane in casa , fare giardinaggio ecc, e comunque è sempre bene imparare l’arte e la cukltura dei nostri nonni . Un saluto, Daniela.

  2. In effetti in questo periodo di quarantena molte donne si sono cimentate in arti che non avevano mai provato prima come la panificazione o la riparazione sartoriale amatoriale! Devo dire che io ero già una tutto fare ma alcuni dei mestieri che citi non lo conoscevo neanche. Pazzesco.

  3. Alcuni di questi mestieri penso che siano scomparsi per sempre, altri invece ultimamente si stanno rivalutando e riscoprendo

  4. Da bambina sono stata nei boy scout, quindi qualcosa ho imparato. Ma credo e spero che con ci ritroveremo mai in condizione da “naufragio su un isola deserta” per fortuna o sarei fritta, non so cucire praticamente niente e non potrei mai allevare animali per macellarli (non sono vegana ma mi affezionerei troppo)

  5. In questo periodo di quarantena dove molti non possono andare al lavoro può essere anche considerato un periodo di riflessione per trovare nuove alternative e per diventare nuovi lavori. Le esperienze e le conoscenze che abbiamo ci saranno molto utili

  6. Hai perfettamente ragione, molti di questi mestieri erano completamente scomparsi, forse più in città che in provincia o nei paesini di montagna, dove comunque ci sono ancora le usanze di coltivare il proprio orticello o fare il pane. Forse l’unico aspetto positivo di questa pandemia è proprio il fatto che ci ha riportati vicini alle tradizioni, con i piedi per terra. Speriamo che manterremo queste buone abitudini anche dopo che la situazione di emergenza sarà finita.

  7. Ti dirò che, lavorando in una compagnia di teatro di marionette, noi lavoriamo a mano il legno per costruire le marionette e i mobili, accessori di scena; c’è poi chi fa i vestiti a mano, quindi il laboratorio di sartoria; poi abbiamo chi lavora il cuoio per fare le scarpe, con tanto di suola e i metalli per spade, armature, elmi e strumenti musicali. Io queste cose le vedo fare tutti i giorni. Poi una mia amica mi ha insegnato a fare le candele, ogni tanto mi diletto a casa, le faccio colorate e con le essenze profumate e poi le tengo in casa o le regalo agli amici.
    Mio padre da piccolo, in Sicilia, lavorava in un forno quindi adesso il pane lo fa sempre in casa lui. La pasta no perché il procedimento è bello lungo, però il pane lo fa lui a mano senza macchine. E lavora in una ditta di fabbricazione di saponi, non lo fanno a mano, ma con le macchine.
    Una cosa che è quasi del tutto scomparsa, ed è un vero peccato, è proprio il teatro di figura, che prima aveva una grandissima importanza nelle corti. Quindi tutto il teatro di marionette e burattini che una volta fungevano da veri e propri mass media, nelle piccole città, dove le informazioni su guerre e cose importanti, non arrivavano o arrivavano in ritardo. Queste piccole compagnie, nel giro di pochi giorni, allestivano spettacoli per raccontare al popolo che cosa stava accadendo a livello storico-politico. La mia compagnia è una delle poche ancora esistenti e giriamo il mondo con i nostri spettacoli

  8. Questo tuo post evoca una situazione in stile lost, situazione nel qule non potrei mai sopravvivere perché non ho idea di come si accenda un fuocosenza un accendino, non so distingue le erbe officinali e ho il pollice nero (con me muoiono anche le piante di plastica). Ma riflettendoci sopra quelle che elenchi sono tutte abilità utili che pochissimi al giorno d’oggi anno

  9. Senza dubbio mestieri essenziali il secolo scorso e soppiantati dalla tecnologia nel nostro tempo.
    Molto interessante invece la conservazione degli alimenti senza frigo che dovrebbe essere ben nota a tutti per essere pronti in caso di necessità.

  10. Alcuni di questi misteri li ricordo, da piccola c’era il calzolaio in centro o il conciatore di pelle e il falegname che costruiva da sé tutti i mobili. Mia nonna e le prozie erano quasi tutte sarte, erano tempi più semplici dove tutto si faceva a mano senza aiuto di macchine…

Leave a Review

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *