Nuvole, meravigliose pellegrine del cielo

    Chi di voi, sopratutto quando si trova al mare e in campagna, non indugia a seguire nel cielo un passaggio di nuvole.

    Nuvole, meravigliose pellegrine del cielo, assumono vari aspetti che incantano chi le guarda. Dal loro colore possiamo benissimo avanzare una previsione meteo della giornata: comodo se si esce per un picnic e gite fuori porta. Un ruolo importante nella formazione del tempo è svolto dal vapore acqueo, che è costantemente contenuto nell’aria atmosferica. Il vapore acqueo non è altro che acqua allo stato gassoso. L’acqua passa in questo stato non solo evaporando durante l’ebollizione, ma anche essendo in uno stato di ghiaccio.

    Chi ignora che sono fatte di acqua?

    Voi sapete che l’acqua esiste in 3 stati: solido, liquido, aeriforme.

    Ma le nuvole in quale stato si trova? Tutti pensano sia vapore d’acqua. Quando respiriamo, noi emettiamo dai nostri polmoni, in grande quantità, acqua allo stato di vapore. D’Estate, se guardiamo allo specchio la nostra bocca mentre espira, non vediamo nulla; invece quando fa freddo costatiamo che l’aria che esce dalla nostra bocca è resa visibile.

    Estate: vapore d’acqua

    D’estate esce realmente vapore d’acqua, ma noi non lo vediamo: quando fa freddo, quello che vediamo uscire dalla bocca non è vapore, ma acqua in forma di goccioline.

    Come si formano le nuvole

    Solitamente l’aria, riscaldata durante il giorno alla superficie della terra, sale, diventando più leggera. Quando l’aria sale, la temperatura dell’aria diminuisce, il vapore acqueo in eccesso si trasforma in goccioline d’acqua o cristalli di ghiaccio, si formano nuvole, da cui cadono le precipitazioni.

    Le goccioline d’acqua quando si uniscono costituiscono una nuvola negli strati alti dell’atmosfera dove si raffreddano e si condensano trasformandosi in uno stato solido. Aumentando la proporzione di goccioline, queste diventano pesanti e cadranno sulla terra sotto forma di pioggia. Se farà molto freddo saranno formate da aghetti di ghiaccio, e quando poi ne saranno molte, cadranno in forma di neve.

    tipi di nuvole 1
    Nuvole, meravigliose pellegrine del cielo

    In base alla caratteristica forma e altezza delle nuvole, sono divise in quattro gruppi:

    • livello inferiore – stratificate, stratocumulus, nimbostratus, formate a un’altitudine compresa tra 100 e 2000 m;
    • livello medio – altocumulus e altostratus, formate a un’altitudine compresa tra 2000 e 6000 m;
    • livello superiore – cirri, cirrostrati e cirrocumulus, formati a un’altitudine di 6000-11000 m;
    • sviluppo verticale – cumulo, cumulo potente e cumulonembo, si formano a un’altitudine compresa tra 500 e 8000 m, il limite inferiore varia da 500 a 1500 m e con tempo caldo secco – fino a 3000 m.

    Nuvole che portano la pioggia e di passaggio

    Interessante esaminare l’altezza e la forma, conoscere la classificazione che permettono una previsione del tempo. Dipende molto dall’altezza dove si riuniscono le gocce d’acqua:

    • Cirri a 11.000 m: aghi di ghiaccio e brutto tempo
    • Cirrocumuli tra i 6000 e 8000 m
    • Altocumuli tra 3500 e 6500 metri
    • Altostrato tra 4000 e 6000 m: cielo grigio
    • Cumuli tra 1500 e 3000 m: bel tempo
    • Cumuli nembi tra 1000 e 1500 m: tempesta in arrivo
    • Nembi tra 1000 e 1500 m.: brutto tempo

    Cielo a pecorelle, acqua a catinelle

    Tipologie di nuvole

    Cirri

    I cirri sono bianchissimi, quasi fili di bambagia intrecciati in vario modo, quelli che la gente di mare chiama “coda di gatto”. A 11.000 metri d’alte sono formate da minutissimi aghetti di ghiaccio e annunciano di solito brutto tempo. Alla stessa altezza si possono formare cirri speciali, nuvole bianche disposte a strati e a forma di veli lattiginosi stesi sul cielo; di solito precedono le grandi burrasche.

    Cirrocumuli

    Sono formate da aghetti di ghiaccio e si trovano tra i 6000 e 8000 m d’altezza.

    Altostrato

    Fra i 4000 e i 6000 metri d’altezza, il cielo può presentarsi coperto da uno strato continuo grigio, formato da un numero enorme di goccioline d’acqua, e questa unica estesissima nuvola si chiama altostrato.

    Cumuli

    Più imponenti delle altre per la massa e colore bianco sono i cumuli, maestose e candide da poter essere scambiate per montagne; raggiungono il massimo delle loro dimensioni a mezzogiorno. Di solito annunciano bel tempo.

    Cumuli-Nembi

    Questa tipologia annunciano tempesta, si presentano enormi dai colori bianchi lucenti e nerastri contrastanti.

    Nembi

    I nembi sono nuvole basse, fra i 1000 e 1500 m d’altezza, scure, talvolta nere, a contorno incerto.

    Brume

    Le brume sono formate da acqua d’origine marina, mentre le nebbie sono dovute al condensamento del vapor d’acqua al mattino e alla sera sopra stagni, laghi e corsi d’acqua; quindi d’origine terrestre.

    Nebbie in città

    Speciali nebbie si formano nei grandi centri industriali, dove l’aria è pregna di particelle solide che, raffreddandosi, fanno condensare al loro contatto il vapore d’acqua. È questa la nebbia più temibile, di solita gialla e d’odore sgradevole.

    Meteo e previsione del tempo!!!

    Conoscendo la loro forma e dimensione, sapremo come sarà il tempo. Meteo spicciolo derivate da buona osservazione del cielo dove viaggiano indisturbate le nuvole pellegrine.

    7 Commenti

    1. non sapevo di queste nuvole pellegrine ma da te scovo sempre informazioni nuove , le nuvole poi sono una di quelle cose che mi affascina molto

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Cristina Giordano
    Cristina Giordano
    Sono Cristina dalla Campania. Scrivo in SEO per il blogMag Appunti sul Blog. Lo sbocco naturale della mia passione per i viaggi, bellezza e benessere, moda e alimenti. Appassionata di Tecnologia, smartphone e App convinta che senza non possiamo vivere bene. Contattami per contenuti Web su [email protected]