Origine tastiera qwerty dal 1864 a oggi

Macchine da scrivere Remington QWERTY

Origine tastiera qwerty dal 1864 a oggi

Il layout della tastiera QWERTY è un dispositivo d’input utilizzato per digitare informazioni nel computer e può eseguire vari comandi. Scopri l’origine tastiera qwerty.

Origine tastiera Qwerty dal 1864 a oggi, layout che prende il nome dalle prime sei lettere che compaiono sulla tastiera e sullo schermo di uno smartphone, compirà presto 150 anni. Lo scopo dell’invenzione di questa tastiera era quello di compensare la difficoltà e la lentezza della scrittura a mano e per scrivere più lentamente sulle macchine da scrivere. I primi modelli di macchine da scrivere non avevano un layout intelligente o logico. Il dispositivo informatico, utilizzato per completare il layout del computer, è composto da due dispositivi, software e hardware. In questo modo la tastiera diventa uno strumento utilizzato per trasferire dati o comandi al computer. 

Come è stato inventato QWERTY?

layout tastiera querty
Layout QWERTY

Origine tastiera qwerty e la questione tecnica del perché la tastiera delle lettere latine non inizia con ABCDE. Nel layout QWERTY le coppie di lettere più utilizzate vengono separate per evitare che il martello della macchina da scrivere si inceppi in quel momento, costringendo lo scrittore a smettere di sbloccarle. Il sistema è stato progettato anche per ridurre le sequenze di tasti adiacenti, ma con l’avvento dei computer si elimina il problema.

Origine tastiera qwerty dal 1864 a oggi

La creazione di una macchina da scrivere è stata realizzata da un disegno di Christopher Scholes nel 1868 e venduto dalla Remington Company nel 1877. Nel tempo, hanno creato una tastiera per computer basata sul design della macchina da scrivere. Ma la disposizione alfabetica dei caratteri ha portato a frequenti frizioni delle leve responsabili del movimento delle lettere per stampare lettere su carta. 

Origine tastiera qwerty su una macchina da scrivere dove venne introdotto, per la prima volta, la possibilità di digitare sia lettere minuscole che maiuscole: questa è stata la nascita del pulsante Maiusc. Inoltre hanno offerto un sistema accessibile e comprensibile di due file di chiavi disposte in ordine alfabetico per qualsiasi utente di lingua inglese. 

macchine da scrivere e tastiera QWERTY
L’inventore della macchina da scrivere

Origine tastiera qwerty. Nel 1868, l’inventore Christopher Scholes, insieme alla sua squadra, ha depositato un brevetto per una macchina da scrivere, la cui tastiera si trova in un formato di pianoforte – in due file di tasti bianchi e neri in ordine alfabetico. Tuttavia non solo non riesce a risolvere il problema dell’inceppamento, ma la tastiera era ancora priva di numeri: questo era importante per gli operatori del telegrafo per decifrare i messaggi in codice Morse.

Nel 1873 apparve una delle prime versioni di QWERTY (le prime sei lettere della riga superiore): in quattro file di 10-11 tasti. Il principio del nuovo sistema era che le lettere che più spesso si trovavano una accanto all’altra nelle parole fossero spostate nel layout il più lontano possibile l’una dall’altra. Ora, durante la digitazione rapida, le leve non si sono impegnate, il che significa che il problema principale delle macchine da scrivere è stato risolto.

macchina da scrivere Remington

In seguito la popolarità delle macchine da scrivere Remington QWERTY ha cementato la scoperta del metodo di dattilografia alla cieca nel 1888, e poi la competizione di dattilografia. Da quel momento ogni produttore di macchine da scrivere ha preferito la QWERTY e nel 1893 il layout è stato impostato come standard del settore.

Il layout della tastiera QWERTY è stato formalizzato come tastiera standard ISO nel 1973.

(International Organization for Standardization)

Quali paesi usano la tastiera QWERTY?

Oggi la tastiera QWERTY è utilizzata non solo nei paesi in cui l’alfabeto principale è il latino, ma anche su qualsiasi altra tastiera: che tu venga dall’Italia, Spagna, Russia, dalla Cina, dalla Francia o dal Brasile. Anche i layout nella propria lingua in tutto il mondo sono realizzati sulla base di QWERTY che, negli anni ’50 del XX secolo, è diventato simile alla versione moderna della tastiera QWERTY. Esistono anche alcune varianti della QWERTY originale, ma ottimizzate per linguaggi simili. Questi sono AZERTY per il francese e QWERTZ per il tedesco che differiscono per piccole permutazioni di lettere.

Tastiera moderna

Origine tastiera qwerty che contiene uno strumento di marketing “incorporato”: la riga superiore dei suoi tasti contiene non solo le vocali, ma tutte le lettere che compongono la parola “macchina da scrivere“. Digitando questa parola lunga e piuttosto complessa in modo rapido e preciso, premendo alternativamente i tasti con l’indice di entrambe le mani, i venditori delle prime macchine da scrivere hanno convinto gli acquirenti creduloni a sborsare per un dispositivo miracoloso dell’era tecnologica moderna.

Come QWERTY ha conquistato le tastiere

La tastiera moderna nasce nel 1984, con il “Model M”, prodotto da IBM e Lexmark: introduce la sezione numerica separata, i tasti freccia separati e la riga superiore dei tasti funzione. È considerato un design universale per la tastiera del computer ed è ancora in uso oggi.

3 thoughts on “Origine tastiera qwerty dal 1864 a oggi

  1. Ma sai che non sapevo la funzione? Pazzesco ho scoperto un sacco di cose interessanti che davo invece per superflue sulla tastiera qwerty.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *