Perché si chiama Mar mediterraneo, mare o oceano?

    Il più grande mare interno del mondo, con una superficie di 2,5 milioni di km. Sebbene il Mediterraneo sia povero di nutrienti vegetali come fosfati, nitrati e nitriti, ha una ricca diversità di organismi marini e gli organismi marini endemici costituiscono un terzo di questi organismi, ovvero circa 12.000 specie.

    Perché si chiama Mar mediterraneo? La parola Mediterraneo significa “tra le terre” in latino, “in mezzo alla terra” e il “Mar di Mezzo”. In realtà, il Mar Mediterraneo è un oceano vasto, e la sua forma complessiva è molto particolare, a differenza di altri oceani, perché è circondato da “terra” su tutti i lati. Definizione usata perché il mar mediterraneo era a metà tra l’Africa e l’Europa, rendendolo in un modo o nell’altro un altro il mezzo del mondo, così fu chiamato Mediterraneo perché media in tutta quell’area geografica. È stato chiamato con molti nomi nel corso della storia, come il Mare Occidentale e Mare dei Filistei. Perché si chiama Mar mediterraneo?

    Perché si chiama Mar mediterraneo?

    Perché si chiama Mar mediterraneo, mare o oceano?
    Il mar Mediterraneo dall’aereo

    Il Mar Mediterraneo è un mare transcontinentale, non è come un oceano, ma più come un grande lago. In oceanografia è chiamato il Mar Mediterraneo Europeo per distinguerlo dal resto degli oceani medi in altri luoghi. Oltre ai ben noti tre continenti dell’Asia, dell’Europa e dell’Africa, ci sono isole grandi e piccole intorno e all’interno del Mar Mediterraneo. Tali paesi mediterranei hanno creato i presupposti per lo sviluppo della civiltà mediterranea e lo scontro delle civiltà della terra attorno al mare.

    Dove si trova il Mar Mediterraneo

    Il Mar Mediterraneo si estende dall’Oceano Atlantico a ovest al continente asiatico a est, e separa il continente africano dal continente europeo, chiamato l’ incubatrice delle civiltà occidentali. La sua lunghezza ovest-est dallo Stretto di Gibilterra tra Spagna e Marocco fino alle coste del Golfo d’Iskenderun sulla costa sud-occidentale della Turchia è di circa 4000 km, e la sua estensione nord-sud tra le coste estreme della Croazia meridionale e della Libia è di circa 800 km, e la sua superficie è di 2.510.000 km quadrati.

    Perché si chiama Mar mediterraneo, mare o oceano
    Stretto di Gibilterra

    Perché si chiama Mar mediterraneo, mare o oceano? Sebbene la sua lunghezza in direzione ovest-est sia grande, la sua larghezza è piccola. 800 Km tra Genova e le coste tunisine, 400 Km in linea con Capo Matapan, 530 Km tra le coste turche ed egiziane. La sua larghezza raggiunge i 1000 chilometri tra la costa di Taranto nel sud Italia e il Golfo della Sirte. Il Mar Mediterraneo diventa molto stretto tra la Sicilia e la Tunisia nelle parti centrali, e la parte ad est di questa stretta parte, la cui larghezza è ridotta a 138 chilometri, è chiamata bacino del Mediterraneo orientale, e la parte ad ovest è chiamata il Bacino del Mediterraneo occidentale. 

    L’area principale ampia e ininterrotta è la parte orientale, che si trova tra Tunisia e Siria, e le parti rimanenti sono bacini di depressione separati con masse continentali, penisole e isole tra loro, quindi hanno nomi diversi. La parte tra il Marocco e la Spagna è il Mar Iberico, la parte tra la costa spagnola e la Corsica Isole Sardegna è il Mar Baleari, la parte tra l’Italia e la Sicilia-Sardegna-Corsica, il Mar Tirreno, la parte tra l’Italia e la penisola balcanica è il Mar Adriatico, Italia-Sicilia-Mar Ionio nella parte tra la Grecia.

    Geologia mediterranea

    Nel Mediterraneo è presente una catena montuosa sommersa che si estende dall’isola di Sicilia alle coste del continente africano e divide il Mediterraneo nelle parti occidentale e orientale. La parte occidentale: comprende le isole d’Ibiza, Maiorca e Minorca, e in mezzo al mare si trovano le isole della Sardegna, della Corsica, della Sicilia e di Malta, che a sua volta è divisa in tre bacini.

    • Bacino di Alboran: si trova a est dello Stretto di Gibilterra, tra le coste della Spagna e del Marocco.
    • Il bacino algerino: si trova ad est del bacino di Alboran, ad ovest della Sardegna e della Corsica, e si estende dalle coste dell’Algeria alle coste della Francia.
    • Il Bacino Tirrenico: è una parte di mare conosciuta come Mar Tirreno, situata tra l’ Italia e le isole della Sardegna e della Corsica.
    • La parte orientale: comprende le grandi isole del mare come Cipro, Creta, Eubea, Rodi, Lesbo, Chios, Cefalonia e Corfù ed è divisa in due bacini principali.
    • Il bacino ionico: si estende al sud dell’Italia, dell’Albania e della Grecia, dove il punto più profondo è stato registrato nel Mar Mediterraneo, che è di 4900 metri.
    • Il bacino levantino o bacino orientale: si trova a sud delle montagne dell’Anatolia in Turchia.

    Topografia sottomarina del Mar Mediterraneo

    Perché si chiama Mar mediterraneo, mare o oceano?
    Topografia sottomarina del Mar Mediterraneo

    Perché si chiama Mar mediterraneo, mare o oceano? Una delle caratteristiche notevoli del Mediterraneo è che è il più profondo dei mari interni. Ci sono molti pozzi in questo mare con una profondità di oltre 3000 metri e soprattutto nel Mediterraneo orientale oltre i 4000 metri. Nella parte del bacino del Mediterraneo orientale, sulla costa tunisina, la profondità è relativamente bassa e aumenta rapidamente verso est da questa parte dove è presente un’ampia piattaforma continentale. 

    Perché si chiama Mar mediterraneo, mare o oceano?

    La topografia sottomarina del bacino del Mediterraneo orientale, che non ha la forma di una conca piana, è piuttosto aspra. In questa sezione si trova anche il luogo più profondo del Mediterraneo, la depressione di 5270 metri, Abisso Calipso. La parte più profonda del Mar Mediterraneo più a est da questo punto è la fossa di 4353 metri a est dell’isola di Rodi. Il mare Adriatico, compreso tra la Jugoslavia e l’Italia, non è molto profondo. Nella maggior parte dei luoghi, non raggiunge i 200 metri e diventa meno profondo verso nord. 

    Clima mediterraneo

    L’aria nel Mar Mediterraneo scorre attraverso le fessure delle catene montuose e i forti venti che le attraversano portano ad un aumento dei tassi di evaporazione in estate e alla carenza d’acqua stagionale nel mare, e questi venti riducono significativamente il calore e l’umidità nelle acque superficiali. Attraverso il raffreddamento per evaporazione, le condizioni meteorologiche aumentano la salinità dell’acqua proveniente dall’Oceano Atlantico, a causa dell’evaporazione delle acque superficiali.

    Il clima del mare è limitato alle zone costiere e il clima è caratterizzato da inverni moderati e umidi, estati relativamente calme , calde e secche, la primavera è una stagione di transizione e variabile e l’ autunno è relativamente breve, e la quantità e la distribuzione di la pioggia nei luoghi mediterranei è variabile e imprevedibile, che va da 250 mm sulla costa tra Tunisia ed Egitto, e 2500 mm sulla costa dalmata della Croazia.

    La salinità delle acque del Mediterraneo

    Perché si chiama Mar mediterraneo, mare o oceano?
    La salinità delle acque del Mediterraneo

    Perché si chiama Mar mediterraneo, mare o oceano? Il tasso di salinità è elevato nel Mediterraneo principale e basso nei mari ad esso collegati, varia tra il 36-39 per mille, è superiore alla salinità media degli oceani e aumenta dall’Oceano Atlantico verso est. Questo rapporto, leggermente più alto nelle acque al largo delle coste d’Israele e Libano, raggiunge il livello più alto tra Cipro e l’Egitto e diminuisce man mano che ci si avvicina al delta del Nilo. Sebbene la salinità diminuisca al largo dei delta di Seyhan e Ceyhan della costa anatolica, è relativamente alta nelle coste meridionali dell’Anatolia. 

    La temperatura delle acque del Mediterraneo

    La temperatura delle acque del Mediterraneo aumenta da ovest a est, così come il tasso di salinità. Mentre la temperatura media delle acque superficiali a febbraio nel Mediterraneo occidentale è di 13-14 °C, questo valore supera i 17 gradi a est. Questo aumento, visto da ovest a est, è più pronunciato nei mesi estivi e la temperatura nelle acque superficiali del Mediterraneo occidentale è di circa 23 °C ad agosto e di circa 25-28 °C nel Mediterraneo orientale. 

    Il Mediterraneo è un mare completamente limpido, caratteristica che ha reso la costa mediterranea uno dei centri turistici più conosciuti al mondo. Le variazioni di livello dovute ai movimenti della marea non sono importanti nel Mediterraneo. Solitamente 20-30 cm che eccezionalmente variano di circa 1 metro nell’est della Tunisia e 2 metri nel Golfo di Gabes.

    Paesi mediterranei

    Perché si chiama Mar mediterraneo, mare o oceano?
    Paesi Mediterranei – europei, levante e nord-africani

    Perché si chiama Mar mediterraneo, mare o oceano? Le nazioni che circondano il Mediterraneo sono classificati in tre diversi gruppi in base alla posizione di ciascuna costa sul mare.

    • Paesi europei: questo gruppo è il più numeroso in quanto è composto da tredici paesi, e la Grecia ne fa parte, ha la costa più lunga tra tutti i paesi che si trovano sul mare. Questi paesi sono Gibilterra, Spagna, Francia, Monaco, Turchia, Slovenia, Croazia, Italia, Montenegro, Bosnia ed Erzegovina e Albania.
    • Il Levante: tutti i paesi del Levante si trovano in Medio Oriente. Questa costa comprende Palestina, Libano, Cipro e Siria.
    • Paesi nord-africani: composti da cinque paesi: Tunisia, Libia, Algeria, Marocco ed Egitto, la costa della Libia è la più lunga, che da sola si estende per oltre 1770 km.

    Le isole maggiori del Mediterraneo sono Sicilia, Sardegna, Cipro, Corsica, Creta, Maiorca e Rodi.

    L’impatto dell’attività umana nel Mediterraneo

    Perché si chiama Mar mediterraneo, mare o oceano?
    Pesca nel Mar Mediterraneo

    Perché si chiama Mar mediterraneo, mare o oceano? La pesca è scarsa nel Mediterraneo, tranne che nelle parti poco profonde. Molte creature marine nel Mediterraneo sono esposte alla pesca eccessiva a causa della forte domanda, alcune città hanno cercato di ridurre la pesca eccessiva controllando le dimensioni delle reti da pesca, ma è stato difficile monitorare i pescatori.

    • L’impatto della pesca eccessiva su specie non commerciali come balene, delfini, tartarughe marine e la foca mediterranea in via di estinzione. Tra i pesci commerciali, ci sono passere di mare, sardine, triglie e tonni rossi, in particolare il tonno rosso, e il pesce rosso.
    • La pesca eccessiva e l’inquinamento hanno impoverito la pesca naturale di granchi e gamberi e gamberi le cui coste rocciose fornivano un prezioso raccolto. Tra i paesi mediterranei, quelli che producono più pesce sono l’Italia, la Spagna, il Marocco e la Turchia. Il 65% del pesce pescato nel Mediterraneo viene commercializzato fresco.
    • Il sale marino è prodotto per evaporazione nei bacini costieri lungo il Mediterraneo orientale per migliaia di anni, dove veniva utilizzato come spezia per la produzione alimentare, e il sale è ora utilizzato anche nell’industria chimica.

    Perché si chiama Mar mediterraneo, mare o oceano? Dai primi anni 80 è cresciuto l’interesse per la esplorazione e produzione di petrolio e gas naturale in mare, dove produce pozzi offshore rappresentano una quota importante della produzione di petrolio e gas nei paesi limitrofi come Italia, Libia, Egitto e Algeria, ed è uno dei maggiori produttori. Avviene al largo delle coste di questi paesi, soprattutto in Libia, in quanto è il campo più attivo, e tutto ciò ha un impatto negativo sulla vita, sul mare e sul fitoplancton

    Related Articles

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui