Piante da acquario vere scarsa luce. Come sceglierle?

Piante da acquario vere scarsa luce. Come sceglierle?

Piante da acquario vere scarsa luce. Come sceglierle?

L’acquario è rilassante, pieno di colori e movimento ma le piante svolgono una funzione importante, forniscono riparo agli animali e migliorano notevolmente anche la qualità dell’acqua e quindi dell’intero ambiente.

Piante da acquario vere scarsa luce. Come sceglierle tra quelle che abbelliranno l’acquario e vi prospereranno? Piante facili da coltivare per principianti che conferiscono all’acquario un aspetto più vivido e naturale. Affinché tutto nell’acquario funzioni sia biologicamente che visivamente, la selezione delle piante adatte deve essere ben pensata e pianificata, in special modo se l’acquario ha scarsa illuminazione. Come scegliere le giuste piante d’acquario?

Piante da acquario vere scarsa luce. Come sceglierle?

Qualunque sia la dimensione dell’acquario con scarsa luce, il modo più semplice per pianificare la posizione e la selezione delle piante scarsa luce è dividere in modo immaginario l’acquario in tre parti: anteriore, centrale e posteriore. Questo perché un diverso tipo di pianta è adatto per ciascuna delle parti.

  1. Posizione nell’acquario
  2. Piante adatte per la parte anteriore
  3. Piante adatte per la parte centrale
  4. Piante adatte sul retro
  5. Secondo le dimensioni dell’acquario
  6. Per tipo di animali
  7. Secondo il tipo di supporto

Le piante d’acquario per il primo piano dell’acquario

Piante da acquario vere scarsa luce. Come sceglierle?
Piante da acquario vere scarsa luce. Come sceglierle?

1. Anubias barteri nana

Una pianta da acquario estremamente facile da curare! Queste palline di muschio possono essere conservate in qualsiasi acquario d’acqua dolce, terrario, o anche un vaso semplice o vetro. Possono anche vivere in acqua di rubinetto con un cambio di acqua bisettimanale. Non c’è bisogno d’illuminazione speciale!

Temperatura adatta: 22 – 28 °C
Posizione nell’acquario: Primo piano
Tasso di crescita: Lento
Altezza: 5 – 10 cm

2. Eleocharis parvula

Eleocharis parvula è la pianta da acquario tappezzante preferita da tutti, perché è più facile imitare un prato verde in un acquario. La foglia è molto sottile, come un capello. Adatto per la decorazione in primo piano dell’acquario e per acquari in stile Iwagumi.

Temperatura adatta: 20 – 25 °C
Posizione nell’acquario: Primo piano
Tasso di crescita: medio
Altezza: 5 – 8 cm

3. Cryptocoryne parva

Ci sono 10 specie di Cryptocoryne in totale, ma Parva è la più piccola. La pianta ha foglie larghe in modo che possa assorbire ogni grammo di luce che riesce a entrare nella stanza. La pianta è originaria dello Sri Lanka, dove cresce lungo le rive di fiumi che scorrono veloci e in zone ad alto ristagno.

Temperatura adatta: 20 – 29 °C
Posizione nell’acquario: Primo piano
Tasso di crescita: Lento
Altezza: 5 – 10 cm

Piante nella PARTE CENTRALE dell’acquario

1. Microsorum pteropus

Temperatura adatta: 20 – 28 °C
Posizione nell’acquario: Parte di mezzo
Tasso di crescita: Veloce
Altezza: 8 – 30 cm

2. Taxiphyllum barbieri

Una pianta senza pretese con rami ramificati, verde scuro, più chiari alle punte, germogli simili a un ramoscello di abete, alti 3-10 cm Condizioni ottimali per la conservazione: acqua dolce o di media durezza.

Temperatura adatta: 15 – 30 °C
Posizione nell’acquario: Parte di mezzo
Tasso di crescita: Lento
Altezza: 5 – 25 cm

3. Ceratopteris siliquosa

Ceratopteris è una specie di felce appartenente al genere Ceratopteris. La Ceratopteris Siliquosa è una pianta adatta all’uso sia come pianta galleggiante che sommersa. Ottima per evitare la crescita di alghe.

Temperatura adatta: 22 – 28 °C
Posizione nell’acquario: Parte di mezzo
Tasso di crescita: Molto veloce
Altezza: 10 – 130 cm

Piante per la parte posteriore dell’acquario

1. Heteranthera zosterifolia

LHeteranthera zosterifolia,  o “Stargrass” (“Erba Stella è una pianta molto bella che si trova anche artificiale. Il colore resta sempre sul verde, ma la tonalità può cambiare notevolmente in base alla luce.

Temperatura adatta: 23 – 27 °C
Posizione nell’acquario: Il retro
Tasso di crescita: Veloce
Altezza: 30 – 70 cm

2. Bacopa caroliniana

Questa è una delle poche piante a stelo che puoi usare per il tuo acquario. Poiché il suo bisogno di luce è basso, qualsiasi piccola fonte di luce lo farà funzionare alla grande.

Temperatura adatta: 15 – 28 °C
Posizione nell’acquario: Il retro
Tasso di crescita: Veloce
Altezza: 40 – 60 cm

Tetra Egeria densa

Questo è uno dei tipi più comuni di felci che puoi trovare oggi nell’acquario. Alcune possono avere foglie corte mentre altri sono larghi. Puoi anche prenderne uno che faccia crescere le foglie troppo sottili, il che dovrebbe rendere più facile il passaggio dei pesci attraverso di esse.

Temperatura adatta: 20 – 24 °C
Posizione nell’acquario: Il retro
Tasso di crescita: Molto veloce
Altezza: 10 – 200 cm

Come scegliere le piante d’acquario?

1. Piante adatte per la parte anteriore

La parte davanti dell’acquario deve comprendere piante basse e a crescita lenta, grazie alle quali potrai osservare comodamente piccoli pesci e altri eventi nell’acquario. Puoi anche posizionare le cosiddette piante da tappeto qui, che crescono lateralmente anziché in altezza.

2. Piante adatte per la parte centrale

Nella parte centrale dovrebbero esserci piante che non ombreggiano troppo le altre davanti a loro, hanno un bell’aspetto e allo stesso tempo danno al pesce abbastanza spazio per muoversi liberamente. Pertanto, qui sono adatte piante di dimensioni più piccole o medie (circa 20 cm).

3. Piante adatte sul retro

Le piante più alte sono piantate nella parte posteriore dell’acquario per creare uno schermo naturale attraverso il lunotto. Possono raggiungere la superficie dell’acqua.

4. Secondo le dimensioni dell’acquario

Le piante dovrebbero adattarsi alla lunghezza e l’altezza dell’acquario. Le piante alte sono adatte per acquari alti, dove l’acqua non occupa molto spazio, ma è meglio evitare quelli galleggianti. Se invece il tuo acquario è abbastanza largo ma basso, andranno bene sia le piante galleggianti che quelle con radici corte.

5. Per tipo di animali

Se hai già specie specifiche di pesci selezionate per il tuo acquario, tienine conto quando scegli le piante. Alcuni pesci piccoli, come le lumache o le ventose, amano mangiare le piante ed è meglio acquistare specie di piante più resistenti che lo tollerino meglio. Regola anche la scelta delle piante in base al fatto che le specie di pesci che mantieni si nascondano e preferiscano la pace o che abbiano bisogno di luce e spazio sufficienti per muoversi nell’acqua.

6. Secondo il tipo di supporto

Quando acquisti piante per l’acquario, vuoi assolutamente che prosperino. Per questo hanno bisogno di nutrienti. Alcune li prendono dall’acqua stessa, ma molti vengono assorbiti dalle loro radici. Pertanto, anche il substrato che hai in acquario è importante ed è quindi necessario tenerne conto nella scelta delle piante.

Sabbia e ghiaia come substrati non sono molto adatti per le piante. Bastano fertilizzazioni frequenti in modo che tutti i nutrienti essenziali vi arrivino poco alla volta. Più preferiti per le piante in crescita sono i substrati argillosi che possono assorbire i nutrienti dalla colonna d’acqua e trasferirli alle radici delle piante.

Perché le piante vive sono migliori di quelle artificiali?

Il vantaggio delle piante artificiali è ovvio: richiedono quasi zero manutenzione. Tuttavia, i benefici delle piante viventi sono molto più ampi. Si prendono cura del giusto equilibrio dell’intero sistema nell’acquario ed hanno un aspetto molto più naturale. Prima di tutto, possono anche reagire, ad esempio, alla riduzione della qualità dell’acqua e sono quindi un buon indicatore che qualcosa non va. Inoltre, servono come cibo per alcuni pesci.

Come piantare le piante?

Accorcia le radici delle piante poi scava una buca nel substrato dell’acquario e coprirla con il substrato. È ideale piantare le piante nell’acquario almeno un mese prima d’immergervi il pesce. Riescono a mettere radici meglio e il pesce non li estrae dal substrato.

Come prendersi cura delle piante d’acquario vere scarsa luce?

Affinché le piante crescano correttamente, hanno bisogno almeno di cure di base. Uno dei fattori più importanti è abbastanza luce. Non solo la luce del giorno, ma anche la luce di una lampada fluorescente. Quindi assicurati che l’intensità della luce che scegli sia sufficiente per tutti i pesci e le piante dell’acquario. Anche i cambi d’acqua regolari e, naturalmente, i nutrienti sono importanti per le piante. Se senti che le piante stanno soffrendo in questa direzione, puoi aiutarle concimando e regolando le forme.

4 thoughts on “Piante da acquario vere scarsa luce. Come sceglierle?

Leave a Review

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *