tempio-di-paestum

tempio-di-paestum

Scopri l’antica Paestum in Italia

Situato sulla penisola salernitana, Paestum ospita alcuni dei templi greci meglio conservati del mondo. Antico complesso dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO e un’attrazione principale per i visitatori in Italia.

Scopri l’antica Paestum, Parco Archeologico in Italia che ti incanterà con la sua atmosfera del vecchio mondo e la squisita architettura antica. Il sito, Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO dal 1998, si trova nel Comune di Capaccio in Provincia di Salerno, che fa da ingresso alla costiera cilentana. È un “must visit” per i viaggiatori che organizzano un tour italiano! Il complesso è costituito da tre templi greci dorici e la città che si stagliano nella campagna italiana, costruiti da coloni greci nel VI secolo.

Scopri l’antica Paestum, Parco Archeologico in Italia

La città fu prima chiamata Poseidonia, o la Città di Poseidone, poi fu ribattezzata Paestum, fondata dai Sibari, popolazione della CalabriaDurante il IX secolo, la malaria causò massicci decessi e devastazioni alla popolazione. I sopravvissuti fuggirono dalla città e Paestum alla fine fu dimenticata. Dopo diversi secoli di abbandono, i templi furono portati all’attenzione dell’opinione pubblica nel 18° secolo, quando fu costruita una strada attraverso l’area voluta da Carlo di Borbone. Non ci è voluto molto perché storici e viaggiatori comprendessero l’importanza di Paestum Scavi (sito archeologico) nella storia umana e nell’architettura classica.

Curiosità

  • Ospite in Cina

Per la sua fama di città d’arte, le bellezze del parco archeologico si sono trasferite nel medio oriente, in Cina, presso l’Hebei Museum, a partire dal 16 gennaio 2019. Grazie alla mostra itinerante dal titolo “Paestum: una città del Mediterraneo antico” che porterà in esposizione 135 opere, durerà fino al mese di luglio 2020 e sarà ospitata anche nei musei di Ningxia, Jilin, Panlongcheng e Nanshan.

  • Rose insolite su rovi profumati
Scopri l'antica Paestum parco archeologico in Italia
La rosa di Paestum: damascena bifera

La città di Poseidonia era famosa nell’antichità per le sue rose insolite, allestiste su profumati rovi che servivano anche per delimitare i giardini. Oggi le piantagioni di fiori sono state restaurate e nuovamente deliziano l’occhio e l’olfatto. Le coltivazioni servivano soprattutto a ricavare unguenti e profumi, come testimonia un’antica profumeria nell’angolo nord-ovest del foro di Paestum. La rosa di Paestum era chiamata dai Romani Damascena bifera perché aveva una seconda forzata fioritura in autunno, dopo quella primaverile. Descritta anche da Virgilio nelle Georgiche:

«Se già non fossi al termine del mio lavoro canterei quale arte della coltivazione adorna i fertili giardini e i rosai di Paestum che fioriscono due volte all’anno»(Virgilio, Georgiche IV, 116-124).

Entra negli scavi di Paestum

Nonostante si trovi a soli 45 chilometri a sud di Salerno, un’ora e mezza dalla Costiera Amalfitana e da Pompei. Paestum non ha ancora attirato l’attenzione di molti turisti. Tuttavia, è elencato come patrimonio culturale mondiale dall’UNESCO. È il sito greco meglio conservato in Italia, Paestum, l’antico nome di Poseidonia durante la Grande immigrazione greca. Non solo ci sono tre templi greci contemporaneamente, ma sono più intatti dei templi greci!

Scopri l'antica Paestum parco archeologico in Italia
Mura del Parco

Il Parco archeologico è circondato da un muro composto da blocchi di pietra grigio con archi per il passaggio intervallato da 24 torri. La lunghezza del muro è di circa 5 km, lo spessore è 5-7. Durante la seconda guerra mondiale, gli americani, che sbarcarono nell’area di Paestum nel 1943, allestirono un campo militare con tende e jeep parcheggiate al suo interno. Le colonne dei templi divennero pilastri dove stesero le corde per asciugare la biancheria.

READ  Isola di Capri storia antiche rovine dalla preistoria a oggi

1 – Tempio di Hera

Scopri l'antica Paestum parco archeologico in Italia
Tempio di Hera

Il primo tempio che si erge orgogliosamente tra i resti dell’antica città era originariamente chiamato “Tempio di Hera”. In data odierna è spesso indicato come la Basilica. Costruito nel 530 a.C., è sicuramente il più antico tra le strutture del sito.

2 – Tempio di Nettuno o Poseidone 

Scopri l'antica Paestum parco archeologico in Italia
Tempio di Nettuno

Proprio accanto alla Basilica si trova l’enorme e ottimamente conservato Tempio di Nettuno, che si ritiene fosse stato costruito nel 450 a.C. Il Tempio di Nettuno è noto per essere uno dei pochi templi greci più completi al mondo. Il tempio non manca di stupire i viaggiatori con le sue colonne alte 30 piedi, la trabeazione e i frontoni. Puoi entrare nel tempio e sentire l’impatto della grande architettura del tempio greco.

interno tempio paestum
Interno TEMPIO

L’asse centrale della navata interna del Tempio di Nettuno presenta due file di colonne doriche più alte del colonnato esterno, che dividono la navata in tre corridoi. Questo design a tre corridoi fu utilizzato nelle chiese cristiane successive e in seguito si sviluppò persino in una cattedrale a cinque corridoi! Nella zona di Paestum non si produce pietra, e non è facile ottenere pietre enormi! Nell’angolo si possono ancora vedere alcune pareti rimaste della sala interna. Queste pareti divisorie sono le più facili da smontare e spostare, quindi la maggior parte vengono rubate per costruire case private.

3 – Tempio of Cerere o Atena

tempio di atena
Tempio di Atena

La terza struttura, Tempio di Cerere o di Atena è la più piccola e la più giovane delle tre, essendo stata costruita intorno al 500 a.C. appartiene al primo stile dorico. Un pò discosta dagli altri due templi, questo tempio vanta 34 colonne intatte. Poiché si trova nel punto più alto dell’intera città, il Tempio di Atena divenne una chiesa nel Medioevo. Molte lapidi di cristiani si trovano ora sul pavimento del tempio; Quando in seguito la città iniziò a immergersi nella palude, divenne anche un luogo di spostamento dei residenti.

Anfiteatro di Paestum

anfiteatro
Anfiteatro di Paestum

L’Anfiteatro di Paestum si trova a lato della strada, una struttura che sembra una piscina ma prosciugata. Qui c’ è un piccolo altare che in passato benediceva le donne incinte a partorire senza problemi.

Museo di Paestum

C’è anche un museo proprio di fronte al complesso dei templi che vale la pena esplorare. Il museo è un edificio a due piani, ospita reperti dal periodo preistorico, il periodo greco, il periodo delle tribù Lucane con una mostra della storia del periodo romano e del medioevo.

Scopri l'antica Paestum parco archeologico in Italia
Museo Parco Archeologico degli scavi

La collezione del museo contiene anche molti altri manufatti greci: murales, armi, ceramiche, sculture, camere funebri ricoperte di affreschi. Sugli schermi dei monitor nelle varie sale vengono mostrati i processi di fabbricazione di coltelli in pietra o ceramica senza il tornio da vasaio. I vasi di argilla a figure rosse rinvenuti al primo piano sono per lo più vasi sacrificali o funerari. Sono f atti di ceramica dipinta popolare in Attica in Grecia e nell’Italia meridionale dopo il 530 aC. I
personaggi vividamente rappresentati sono la nostra comprensione della mitologia greca.

20170528002548 IMG 4345
Vasi di argilla a Paestum

Il tesoro più brillante del museo è al secondo piano! Il museo è famoso per l’affresco scoperto nel 1968, soprannominato “Diver”. Raffigura un uomo che salta da una ripida sponda nell’acqua. Questa immagine è interpretata come un salto nell’aldilà. O forse è raffigurato solo un sub?

Scopri l'antica Paestum parco archeologico in Italia
Affresco: Diver

È l’unico murale greco rimasto in questo periodo (periodo antico e classico), unico al mondo!Il coperchio superiore del sarcofago è un dipinto a tema dei morti. Uomini nudi con la pelle di bronzo saltavano in acqua da un’altezza, a simboleggiare il processo dalla vita alla morte. Questi murales sono la migliore testimonianza dell’ascesa delle città greche tremila anni fa!

READ  6 Comuni isola Ischia, cosa fare in 3 giorni

Orari di apertura:
Museo 8:30 tutti i giorni fino alle 19:30 (ultimo biglietto 18:50)

Nei dintorni degli scavi di Paestum

Troverai la località molto panoramica in quanto il Parco Archeologico di Paestum è situato in un lussureggiante terreno rurale. Appena fuori dal sito archeologico si trova una strada popolata da una fila di negozi di souvenir e bancarelle che servono bevande e snack. Accanto ai resti archeologici c’è un gruppo di edifici simili, ma non di dimensioni uguali, a un tipico villaggio italiano. Questo gruppo presenta una piccola piazza, dove è possibile passeggiare, un ufficio informazioni turistiche, una bella chiesa e una fontanella.

Dove mangiare

Se hai intenzione di rimanere in zona fino al tramonto, ti consiglio di cenare in uno dei ristoranti della vicina Via Tavernelle. Numerose fattorie di bufali si trovano nelle vicinanze, quindi è possibile organizzare un pranzo degustazione di magnifiche mozzarelle.

Orari

Il Parco archeologico di Paestum è aperto dalle 8:45 del mattino fino al tramonto, che varia dalle 15:00 alle 18:30, a seconda del periodo dell’anno. L’ultimo ingresso è generalmente consentito un’ora prima dell’orario di chiusura.

Torre di Paestum e mare

Scopri l'antica Paestum parco archeologico in Italia
Torre di Paestum

La Torre è una zona di Paestum a ridosso della localita’ denominata Licinella di Paestum, dove vi sono attrazioni, giostre, un villaggio immerso nel verde, negozi, un ufficio postale, diverse pizzerie, spiaggia attrezzata e diverse strutture eccellenti dove soggiornare. In vicinanza del mare si erge possente la Torre di Paestum, visibile dalla spiaggia e poco distante da via Nettuno, zona dove c’è lo struscio serale.

Scopri l'antica Paestum parco archeologico in Italia
Spiaggia di Paestum

La Torre è un’antica fortificazione militare costruita tra il XVI e XVII secolo per difendersi dalle invasioni barbariche, a tronco di cono, con una merlatura sovrastante, il cui interno è diviso in due ambienti sovrapposti raggiungibili attraverso una scala esterna. I tedeschi nella seconda guerra mondiale ne sfruttarono la posizione per posizionare sulla sua sommità una postazione di mitragliatrici.

Gita di un giorno…

È possibile visitare il sito in una gita di un giorno dalla Costiera Amalfitana, da Salerno e da Napoli, ma è anche gratificante rimanere in giro di notte a causa della sua atmosfera serena e magica. I templi sono splendidamente illuminati la sera. E quì inizia la costiera cilentana

Come arrivare e durata tour

Scopri l'antica Paestum parco archeologico in Italia
Stazione di Paestum

Si arriva in questa località sia in auto, bus e con il treno grazie alla stazione discosta dal sito di circa due chilometri. La stazione ferroviaria di Paestum è una piccola stazione che si ferma solo con gli autobus pendolari generali e non c’è arrivo di treni ad alta velocità. Il complesso dei templi copre una vasta area di terra, quindi ci vorranno circa due ore per esplorarlo completamente a piedi. Sono necessari 10 minuti a piedi dopo aver lasciato la stazione ferroviaria per raggiungere il sito archeologico. Ma questa è una strada di campagna panoramica, facile e piacevole da percorrere!

READ  Chiese a Capri e Anacapri in stile barocco e gotico

Scopri l’antica Paestum in Italia

Inoltre, non dimenticare che Paestum appartiene a Carpaccio, un paese specializzata nella produzione del formaggio di bufala più puro e delizioso d’Italia, la Mozzarella, la città natale della Mozzarella! 

Scopri l'antica Paestum parco archeologico in Italia
Scopri l’antica Paestum parco archeologico in Italia

Alle spalle di Paestum ci sono le montagne e il mare, le colline ondulate viste dal finestrino dell’auto sono il Parco Nazionale del Cilento.

17 thoughts on “Scopri l’antica Paestum in Italia

  1. Siamo stati a Salerno, ma non ci siamo allungati fino a Paestum purtroppo, per ragioni di tempo. È uno dei siti archeologici più famosi d’europa Dopo Pompei, e non averlo ancora visto un po’ mi fa vergognare. Soprattutto perché non sono poi tanto lontana! Da Gaeta è solo un ora di macchina!

  2. Non ho mai visitato questo sito che logico ma merita sicuramente tantissimo ; potrei programmare un weekend in quelle zone .. cosa mi consigli di aggiungere?

  3. Quanti bei ricordi: la prima vacanza estiva con il mio piccolo, proprio a Paestum. Naturalmente abbiamo visitato i templi: comodissimo anche il percorso con il passeggino (mio figlio ha dormito beatamente tutto il tempo). Splendida anche l’ampia spiaggia.

  4. Non sono mai stata in queste zone ma spero prima o poi di organizzare perché mi incuriosiscono molto. Dalle foto il sito sembra davvero bellissimo ed in più ho una predilezione per i siti unesco, tutto dove posso vado a visitarli.

  5. Il parco archeologico di Paestum è da sempre nella mia wish list dei posti da visitare almeno una volta della vita, uno spettacolo solo in foto, non posso immaginare che emozione essere li!

  6. conosco benissimo il posto essendo mio padre originario di quei luoghi, da piccola mi ci portavano spesso. Ogni volta che si andava al mare a Capaccio, era tappa obbligata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *