Storia degli ascensori dal 300 a.C. a oggi

Storia degli ascensori dal 300 a.C. a oggi

Storia degli ascensori dal 300 aC. a oggi

Un veicolo che viene utilizzato per sollevare persone e merci in posizione verticale negli edifici. La sua storia è piuttosto antica. 

Storia degli ascensori e di chi lo ha inventato. Nell’antica Roma, i ricchi salivano e scendevano ai piani alti su sedili tirati da un sistema di pulegge e ruote girevoli. Nel Medioevo venivano chiamate “sedie volanti” in Occidente. L’invenzione risale al 300 a.C., ad Archimede. Siamo così abituati a usarlo che non ce ne accorgiamo nemmeno più (tranne quando è in manutenzione). Dispositivi di sollevamento di vario genere sono stati utilizzati fin dall’antichità in argani e funi azionati da uomini e animali. 

I Primi Usi dell’Antico Ascensore

L’ascensore ha attraversato molte fasi del processo storico fino a quando non ha assunto la sua forma attuale. L’inizio di queste fasi risale al 300 anni a.C. quando fu inventata la leva da Archimede che, sebbene siano compatibili con la mentalità dell’ascensore, rimangono piuttosto primitive. I primi semplici dispositivi della storia che potrebbero essere chiamati ascensori furono inventati migliaia di anni fa nell’antica Grecia. Questi ascensori rudimentali venivano spostati verso l’alto tirando corde avvolte attorno a un tamburo usando l’energia umana o animale. Questi meccanismi, che non possono essere considerati molto sicuri, sono stati utilizzati per il trasporto di carichi per molti anni. 

Storia degli ascensori dal 300 a.C. a oggi
Dimostrazione funzionamento ascensore di Otis

Storia degli ascensori. Questi primi ascensori erano aperti anziché chiusi e consistevano in una piattaforma con ascensori che consentivano ai veicoli di muoversi verticalmente. Le gru erano tipicamente azionate manualmente da esseri umani o animali, sebbene a volte venissero utilizzate ruote idrauliche. I romani hanno continuato a utilizzare questi semplici ascensori per anni, spesso per spostare acqua, materiali da costruzione o altri oggetti pesanti da un luogo all’altro.

Ascensore come una sedia volante

Storia degli ascensori antichi. Per quanto riguarda l’ascensore privato per persone, questo ascensore fu utilizzato per la prima volta nel 1743 dal re Luigi XV nel XVIII secolo. Luigi XV abitava al primo piano della sua residenza a Versailles, e la sua amante era al secondo piano. Il re fece costruire un ascensore per portarlo dal primo piano al secondo piano dove abitava la sua amante. Questo ascensore non era tecnologicamente molto più avanzato di quelli usati a Roma. Per farlo funzionare, gli uomini posti in cima al pozzo tiravano le funi. La chiamavano la “sedia volante”. 

Storia degli ascensori dal 300 a.C. a oggi

Storia degli ascensori. Fino al 1800, la tecnologia degli ascensori non si è evoluta affatto. Nel 1823, due architetti inglesi, Burton e Hormer, costruirono una “camera di sollevamento” a vapore per consentire ai turisti di vedere il paesaggio londinese dall’alto. Pochi anni dopo, la loro invenzione fu sviluppata dagli architetti Frost e Stutt aggiungendo una cintura e un contrappeso oltre alla forza del vapore. 

Dopo l’ascensore a vapore, furono inventati gli ascensori idraulici. Questi ascensori funzionano grazie alla pressione dell’acqua. Grazie all’acqua pressurizzata fornita, le funi dell’elevatore vengono avvolte sulle bobine e quindi l’ascensore funziona. Tuttavia, gli ascensori non potevano ancora essere utilizzati per il trasporto di persone a causa del rischio di rottura delle funi.

Chi ha inventato l’ascensore?

L’avvento dell’elettricità alla fine del XIX secolo ha svolto un ruolo importante nell’accesso alla potenza necessaria per mantenere in movimento gli ascensori. L’uomo che ha risolto il problema della sicurezza degli ascensori e ha reso possibili i grattacieli è Elisha Otis, noto come l’inventore dell’ascensore moderno. Nel 1852, Otis sviluppò un progetto con un “freno di sicurezza”. Il sistema, inizialmente chiamato ascensore, fu prodotto da Leon Edoux in Francia nel 1867 e poi diffuso in tutto il mondo. A partire dal 1880, gli ascensori iniziarono a funzionare con l’elettricità. Nel 1895, ha aggiunto a questi ascensori due sistemi di contrappeso britannici chiamati Frost e Strutt, che vanno più in alto dei loro predecessori. Pertanto, è diventato possibile trasportare più carichi utilizzando meno energia.

Elementi decorativi

Storia degli ascensori dal 300 a.C. a oggi
Storia degli ascensori dal 300 a.C. a oggi

Mentre le caratteristiche tecniche dell’ascensore si sono evolute nel tempo, si sono sviluppati anche vari elementi decorativi come la pavimentazione dell’ascensore. In questo modo molti aspetti come specchi, illuminazione, collegamenti radio sono inclusi nell’ascensore. In questo modo è emerso un ascensore molto più elegante.

Oggi, l’ascensore più veloce del mondo è l’ascensore installato nell’edificio Burj Khalifa alto 830 metri a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti. La velocità massima che questo ascensore può raggiungere è di 64 chilometri all’ora.

Arredato e con autista. Inizialmente, gli ascensori erano visti come stanze mobili. Arredate con lampadari e tappeti, sedie e divani rendevano più confortevole il (lungo) viaggio dei passeggeri verso i piani superiori degli edifici. Oggi sono più spartani, ma al loro interno è ancora possibile avere rapporti sessuali (scomodi, veloci, ma legali).

Ieri, come oggi, si doveva chiamare l’ascensore per scalarla. Tuttavia, all’inizio, l’unico modo era gridare sempre più forte dai diversi piani e avvertire l’operatore in cabina. Le prime file di luci sembrano indicare persone in attesa e dal 1924 l’ascensore può fermarsi solo ai piani. 

L’ascensore è sicuro?

Storia degli ascensori dal 300 a.C. a oggi
Interno vano ascensore

Anche l’ascensore di sicurezza di Otis non è stato la fine delle innovazioni in materia di sicurezza. Di questi tempi è quasi impossibile che un ascensore cada e uccida delle persone. ora ci sono molti cavi d’acciaio per sopportare il peso dell’ascensore e una serie di diversi sistemi di frenatura per evitare che l’ascensore cada se i cavi si rompono in qualche modo. Nonostante tutte queste precauzioni di sicurezza, anche se l’ascensore cade, ci sono ammortizzatori nella parte inferiore del vano ascensore, riducendo la possibilità di morte e lesioni gravi.

Invenzione della scala mobile

Gli inventori della scala mobile, ispirata all’ascensore, sono gli americani Jesse Reno e Charles Seeberger. Inventata nel 1890, la scala mobile è stata utilizzata per la prima volta a scopo d’intrattenimento nei parchi di divertimento.

Il primo ascensore commerciale per passeggeri fu installato il 23 marzo 1857 in un grande magazzino a Broadway (New York) da Otis. Velocità: 12 metri al minuto. Oggi gli ascensori costruiti dall’azienda americana trasportano l’equivalente dell’intera popolazione mondiale ogni 5 giorni.

3 thoughts on “Storia degli ascensori dal 300 aC. a oggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *