Storia della costruzione edile nel tempo dalle grotte ai grattacieli.

Storia della costruzione edile nel tempo dalle grotte ai grattacieli.

Storia della costruzione edile nel tempo dalle grotte ai grattacieli.

Storia della costruzione case dalle grotte ai grattacieli. La storia dell’architettura abitativa, comunemente chiamato alloggio, è antecedente alla storia dell’umanità stessa. La costruzione iniziò a svilupparsi nel sistema primitivo, quando le creature umanoidi iniziarono a nascondersi dagli elementi naturali: pioggia, vento, neve, calore e anche a fuggire dagli animali predatori. Uscendo dalle grotte diecimila anni fa, l’uomo antico si occupava, tra le altre cose, di un riparo. La storia della costruzione si sviluppa nel tempo secondo diverse tendenze, scandite da diversi principi cardine: la durabilità dei materiali utilizzati, l’aumento di altezza e luce, il grado di controllo dell’ambiente interno e, infine, l’energia disponibile per il processo di costruzione.

Costruzioni Periodo preistorico

Nella vita dell’uomo, il periodo in cui non possiamo oggi dare una datazione sufficientemente accurata degli eventi è chiamato periodo preistorico. I primi uomini si rifugiavano nelle caverne, piccole depressioni nella roccia dove le pelli degli animali uccisi fungevano da porta. In seguito apparvero strutture elevate con costruzione case in legno chiamate capanne su palafitte, le cui pareti erano rami e ramoscelli. Per le costruzioni primitive si usavano i materiali più semplici: argilla, vite, canna, legno e pietra naturale.

Storia della costruzione edile nel tempo dalle grotte ai grattacieli.
Case periodo preistorico

Le più antiche abitazioni preistoriche che conosciamo finora sono state trovate nel sud della Francia, vicino a Nizza. Una capanna ovale fatta di pali scavati nel terreno, con dentro un focolare di pietre piatte. L’abitazione di gruppo ha 150 mila anni e apparteneva a persone che vivevano nell’antica età della pietra – il Paleolitico, quando l’occupazione principale delle persone era la caccia, la pesca e la raccolta di cereali.

La Storia della costruzione edile nel tempo indica che nessuna struttura in legno (tetti, pavimenti, ecc.) è sopravvissuta, quindi la nostra conoscenza di come sono state assemblate è limitata. Le campate sono generalmente limitate e coinvolgono travi e pilastri molto semplici che attraversano i muri in pietra. Per quanto riguarda le campate più lunghe, non si sa se i greci o i romani abbiano inventato la capriata, ma i romani, ovviamente, usavano capriate in legno.

Costruzioni Periodo Neolitico

Il Neolitico, noto anche come “Nuova età della pietra”, fu un periodo che va dal 9000 a.C. circa al 9000 a.C. circa al 5000 aC, ultimo periodo prima dell’inizio della lavorazione del legno. Durante questo periodo, le persone che si stabilirono sulla terra e si dedicarono all’agricoltura iniziarono a migliorare le abitazioni permanenti, creare insediamenti e poi città. Nelle aree boschive più settentrionali, durante lo stesso periodo neolitico, furono utilizzati il legno e l’argilla per la costruzione di abitazioni. 

Storia della costruzione edile

La Storia della costruzione edile si sviluppò quando le persone, che continuarono a condurre uno stile di vita nomade, iniziarono un lungo processo di elaborazione del progetto di un abitazione mobile (tenda, carro, ecc.). Nel tempo, le capanne si sono trasformate in tende, ovvero le strutture a telaio più semplici ricoperte di pelli di animali (o altri tessuti). E poiché erano molto mobili, erano preferiti principalmente dai popoli nomadi che cacciavano per la caccia, la pesca e l’allevamento del bestiame. I rifugi, la scelta dei contadini, crebbero gradualmente dal terreno in strutture di tronchi costruite sul principio di una palizzata, una casa di tronchi o un telaio riempito di terra, argilla, paglia e così via.

Alto medioevo: Città fortificate

Il Medioevo in Europa abbraccia il periodo che va dal 5 al 15 ° secolo dC, dalla caduta dell’Impero Romano d’Occidente al Rinascimento. Fortificazioni, castelli e cattedrali furono i più grandi progetti edilizi. Il Medioevo iniziò alla fine dell’era romana e molte tecniche di costruzione romane andarono perdute. Con il cambiare delle esigenze abitative sono apparse città e stati che avevano bisogno di protezione. Divenne necessario erigere mura e strutture difensive, che a loro volta diedero impulso allo sviluppo dell’architettura. Attorno ai torrioni, e poi ai castelli, si svilupparono insediamenti commerciali e artigianali, molti dei quali divennero poi città fortificate da mura, all’interno delle quali si formò l’ambiente architettonico urbano medievale.

Storia della costruzione edile nel tempo dalle grotte ai grattacieli.
Città fortificate

Le case cittadine medievali dei grandi feudatari e dei loro vassalli differivano dalle case cittadine dei cittadini comuni. Alcuni sovrani, che volevano sottolineare il loro status, costruirono palazzi e case lussuose. I secoli sono passati, l’umanità si è sviluppata, gli strumenti di lavoro, le abilità, le tecnologie, comprese quelle edilizie, sono migliorate. Le case di tronchi iniziarono a essere costruite di meno soppiantate dalle case di pietra. 

Storia della costruzione edile nell’alto medioevo si formò e si sviluppò ulteriormente una tipologia di dimora fortificata di un feudatario sotto forma di una potente torre residenziale, eretta, di regola, nella parte centrale dei terreni appartenenti a questo feudatario e sottoposto a continui attacchi da parte dei vicini. Il tipo di abitazione a torre, che serviva come protezione da un attacco a sorpresa, è di millenni più antico del feudalesimo stesso. La città di Volterra e San Gimignano ha conservato fino a oggi un’intera area di edifici di 2-3 piani dal XII al XIII secolo, la cui struttura urbanistica comprende torri residenziali strutturalmente collegate alle mura delle case.

Costruzioni Epoca romanica

In epoca romanica nasce un tipo di casa urbana residenziale, la cui struttura fondamentale è rimasta pressoché invariata per tutto il Medioevo nei diversi stati europei. Si tratta di case in pietra con negozi o laboratori al piano terra e abitazioni ai piani successivi. Una casa di abitazione del periodo romanico ha inizialmente, di regola, solo due piani. Nelle case povere c’era una sola stanza per piano. Le case erano originariamente a due piani con finestre molto piccole al piano terra per motivi di sicurezza durante questo periodo turbolento e le pareti sono molto massicce. 

Costruzioni Periodo Rinascimento

La rinascita del Rinascimento ha riportato lo stile classico dell’architettura. L’architettura rinascimentale veniva sviluppata da un architetto, che era spesso un pittore o scultore, con poca conoscenza della tecnologia costruttiva ma una buona comprensione delle regole del design classico. Gli artigiani medievali affrontavano un problema con una soluzione tecnica in mente, gli architetti del Rinascimento iniziavano a pensare a come doveva apparire il prodotto finale e poi a cercare un modo per farlo funzionare.

La Storia della costruzione edile nel tempo spiega che i costruttori rinascimentali non usavano cemento, quindi volte e cupole comparabili dovevano essere riprodotte da mattoni o pietra. La prima grande svolta fu il progetto del Brunelleschi per la cupola di Santa Maria del Fiore a Firenze che furono presto superate dalla cupola di San Pietro a Roma, realizzata con impalcature volanti sorrette da cornicioni e costituita da due gusci di pietra.

Diciassettesimo secolo

Nel diciassettesimo secolo nacque la scienza moderna, che ebbe un enorme impatto sulla costruzione di edifici nei secoli successivi. Le strutture del XVII secolo si basavano molto sull’esperienza, sulle regole empiriche e sull’uso di modelli in scala. La maggior parte degli edifici era costituita da superfici in muratura a copertura di macerie, fissata con malta di calce.

Diciottesimo secolo

Nel diciottesimo secolo, molte idee si svilupparono alla fine del diciassettesimo secolo. Architetti e ingegneri sono diventati sempre più professionali. La scienza sperimentale e i metodi matematici divennero sempre più sofisticati e applicati nella costruzione. Allo stesso tempo, la nascita della Rivoluzione Industriale ha portato a un aumento delle dimensioni delle città e a un aumento del ritmo e del numero di costruzioni.

Sviluppo della costruzione

Lo sviluppo attivo della costruzione si è verificato all’inizio del XX secolo, ma l’esecuzione è stata effettuata con l’aiuto di un duro lavoro manuale, dove le attrezzature da costruzione non sono state praticamente utilizzate. Secondo il tipo delle abitazioni, le persone iniziarono a costruire e migliorare le abitazioni per i loro dei e le abitazioni per i loro morti. In innumerevoli libri di Storia della costruzione edile e storia dell’architettura fino alla metà del XIX secolo, i principali “eroi dell’architettura” erano strutture funerarie, templi, palazzi e fortezze, ad es. strutture che sono state per decenni l’obiettivo principale degli sforzi di architetti e artisti e che sono state costruite con materiali costosi e durevoli. 

house under construction
Case sotto costruzione

Storia della costruzione edile nel tempo dalle grotte ai grattacieli. Per quanto riguarda le strutture destinate specificamente all’alloggio della popolazione di diversi strati sociali, la stragrande maggioranza delle informazioni (soprattutto per le abitazioni del periodo preistorico) deve essere ricavata dalle opere di archeologi ed etnografi, ricreate da fonti letterarie antiche e da immagini artistiche su monumenti architettonici superstiti. E il fatto è che le abitazioni, di regola, sono state erette da materiali di breve durata, e quindi, nei luoghi di residenza permanente, sono stati eretti nuovi edifici residenziali direttamente sul sito di quelli vecchi che erano crollati, così che gran parte del loro la storia è irrimediabilmente persa.

Costruzione moderna

Con lo sviluppo dell’architettura edile e delle costruzioni in generale, iniziarono a essere applicate tecnologie completamente nuove. Sono stati realizzati nuovissimi tipi di calcestruzzo in grado di sostenere un peso enorme.  Hanno iniziato a utilizzare dispositivi, materiali e attrezzature completamente nuovi, il che rende possibile costruire case in pochi mesi. Tale case offrono una serie di vantaggi che rendono la vita molto più facile per le persone. Anche la costruzione monolitica è diventata molto popolare, che consente di costruire strutture in cemento armato in pochissimo tempo. Tale costruzione è la più sicura e più comune, è anche caratterizzata dall’assenza di cuciture, che aumenta significativamente l’isolamento termico e acustico e riduce il peso della struttura.

Storia della costruzione edile nel tempo dalle grotte ai grattacieli.

Ma la storia della costruzione edile abitativa medievale non può essere suddivisa in questi periodi, poiché lo sviluppo dell’edilizia abitativa fu estremamente lento, tanto che non solo gli edifici rurali, ma anche urbani, anche nel XVI secolo differivano poco dai loro primi prototipi romanici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *