Valle dei Mulini Sorrento, un mistero a cento metri di profondità

Valle dei Mulini Sorrento, un mistero a cento metri di profondità

Valle dei Mulini Sorrento, un mistero a cento metri di profondità

Vicino a Piazza Tasso a Sorrento c’è un posto fantastico: la Valle dei Mulini. 

Valle dei Mulini Sorrento, un mistero a cento metri di profondità. Un monumento architettonico ben conservato che mette in mostra la vita dei comuni cittadini di Sorrento nel 17° secolo, situato nel cuore della città vicino alla piazza principale. Oltre al mulino, nella gola c’erano una segheria e una lavanderia che sfruttavano le acque del torrente Vernotico. Tutto questo ha funzionato fino all’inizio del XX secolo.

Valle dei Mulini Sorrento, un mistero a cento metri di profondità
Valle dei Mulini Sorrento, un mistero a cento metri di profondità

Questa valle è composta da cinque piccole valli, che un tempo delimitavano i territori. Un profondo abisso in fondo al quale si vede una stretta valle verde con un ruscello, e dal lato, si innalzano i ruderi di edifici distrutti, quasi incastonati nella parete della gola. Questa è una continuazione della stessa faglia che si estende dal mare.

Valle dei Mulini Sorrento

Proprio sotto Piazza Tasso, nel cuore di Sorrento, offre un bellissimo panorama sulla valle denominata “Valle dei Mulini“. Dal luogo dove un tempo sorgeva un ponte detto “Ponte dei Mulini”, si può vedere il canyon, dove si trovano ancora i resti di antiche costruzioni, ma oggi sono abbondantemente ricoperti di vegetazione ma alcuni dei mulini sono ancora chiaramente visibili.

Mulini per grano e mais

Valle dei Mulini Sorrento, un mistero a cento metri di profondità 1 mulino di Cimenzano
Ponte che collegava le valli

Durante il Medioevo, la Valle dei Mulini Sorrento era di grande importanza per la produttività della città, poiché ospitava mulini per grano e mais, e qui si trovava anche una segheria. diversi mulini lavoravano una grande quantità di grano, soddisfacendo pienamente le esigenze degli abitanti. Gli artigiani sorrentini utilizzano i legni di provenienza qui per i loro prodotti tradizionali. 

Ma è questa valle che ospita i più antichi insediamenti degli antenati dei moderni abitanti di Sorrento. Oggi, degli edifici nella valle rimangono solo le reliquie, poiché la costruzione di una moderna città sulla valle ha trasformato la gola in una zona umida. 

Valle dei Mulini o Vallone dei Mulini, un mistero a 100 m di profondità

La Valle dei Mulini Sorrento si ammira molto bene dal belvedere che offre una magnifica vista di un incredibile fenomeno naturale situato proprio dietro Piazza Tasso, una profonda fenditura di montagna che fu formata da un’eruzione vulcanica 35.000 anni fa. Purtroppo è impossibile scendere ai mulini, ma affascinerà tutti con il suo aspetto misterioso e un leggero brivido di mistero. Si dice che i locali spesso sentano voci e vedano luci tremolanti sul fondo della valle.

Il mulino di Cimenzano

Grandi tenute di proprietari terrieri industriali si trovano da tempo nella Valle dei Mulini a Sorrento. Ora, solo il mulino di Cimenzano ricorda l’antico periodo di massimo splendore di questi luoghi, i cui ruderi si sono conservati dalla fine dell’Ottocento. Un mulino fatiscente è una struttura straordinaria ricoperta di convolvolo. I proprietari l’hanno abbandonato da tempo e ora è un interessante polo turistico, raggiungibile a piedi dal centro di Sorrento.

READ  Ercolano visita 15 antiche rovine romane
Valle dei Mulini Sorrento, un mistero a cento metri di profondità
Valle dei Mulini Sorrento, il mulino di Cimenzano

Da Via Fuorimura si possono esaminare in dettaglio l’architettura dell’edificio, il ponte fatiscente e una serie di edifici del XVII secolo, oltre ad ammirare gli splendidi paesaggi della Valle dei Mulini Sorrento.

3 thoughts on “Valle dei Mulini Sorrento, un mistero a cento metri di profondità

Leave a Review

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *