Verdure meglio cotte o crude. Quali più nutrienti

Verdure meglio cotte o crude. Quali più nutrienti

Verdure meglio cotte o crude. Quali più nutrienti?

La cottura cambia la composizione di frutta e verdura. Scopriamo qual è la più sana: verdura cruda o bollita, quali sono i benefici e i rischi di quest’ultima, e la quantità di nitrati diminuisce durante la cottura?

Verdure meglio cotte o crude. Quali più nutrienti? Le verdure fresche non sono più sane di quelle bollite anche se molti pensano le verdure crude contengano più nutrienti delle verdure cotte, in realtà dipende dal tipo di nutrienti. Qui ci proponiamo di sfatare alcune delle leggende metropolitane che riguardano gli ortaggi. Perché anche se le carote crude fanno bene, quelle cotte potrebbero essere anche migliori, anche se questo è uno dei miti culinari più difficili da digerire. Per capire le ragioni di questa rivelazione scioccante, devi imparare qualcosa di più scientifico sulle carote.

Verdure fresche o cotte: benefici per l’organismo

Verdure meglio cotte o crude? Le carote sono ricche di beta-carotene, una vitamina responsabile del loro colore arancione. Inoltre, una volta ingerita, questa molecola si trasforma nella preziosa vitamina A. Nelle carote, il beta-carotene viene immagazzinato all’interno della parete cellulare, un po come se fosse sigillato in piccoli sacchetti. La parete cellulare delle piante, tuttavia, non sempre si rompe durante la digestione. 

Verdure meglio cotte o crude. Quali più nutrienti
Verdure fresche o cotte: benefici per l’organismo

Verdure meglio cotte o crude? Il calore della cottura è in grado di abbattere la parete cellulare delle carote e quindi rilasciare tutto il beta-carotene. Ciò significa che la stessa porzione di carote, se cotta, ci fornisce più vitamina A. Non stiamo parlando di un metodo di cottura specifico o complicato: tagliare le carote a fettine e saltarle in padella con una noce di burro od olio d’oliva, e condire con uno spicchio d’aglio e un pizzico di sale e pepe. Se non ti piacciono troppo croccanti, puoi metterle nel microonde prima di cuocerle in padella. 

Anche le zucchine traggano beneficio dalla cottura, per gli stessi motivi. Dopotutto, è meno comune mangiarli crudi.

Pomodori crudi o cotti: come mangiarli al meglio?

Verdure meglio cotte o crude? C’è un terzo tipo di verdura (tecnicamente è un frutto) che si consiglia di mangiare cotto: i pomodori. Le proprietà dei pomodori sono ben note. I pomodori crudi contengono meno licopene di quelli cotti. La temperatura distrugge le spesse pareti cellulari delle piante, rilasciando i nutrienti immagazzinati nelle cellule. I nutrienti idrosolubili come la vitamina C e la vitamina B e un gruppo di nutrienti chiamati polifenoli sono più suscettibili alla rottura durante la cottura. Una dose elevata di questo prezioso verdura vitamina C e la vitamina K, sostanze antiossidanti e fibre hanno potere come licopeni, beta-carotene e vitamina E. In questo caso, la molecola rilasciata con il calore si chiama licopene, che rientra sempre nella categoria dei carotenoidi. 

Inoltre, non dimenticare altre due verdure cotte ancora più sane: spinaci e asparagi.

Dovremmo cuocere tutte le verdure? 

Verdure meglio cotte o crude? Quelle ricche di vitamina C, ad esempio, sono consigliate da consumare crude, perché questa molecola tende a essere distrutta dal calore. E qui c’è spazio per un’altra rivelazione: i cavoletti di Bruxelles, che alcuni amano cucinati con molto burro eccellente, rientrano nella stessa categoria. Nessuno vieta di continuare a mangiarli così (sono così buoni!), Ma se siete interessati alle vitamine è meglio tagliarli a fettine sottilissime e metterli nelle insalate.

Verdure meglio cotte o crude. Quali più nutrienti
Dovremmo cuocere tutte le verdure? 

Verdure meglio cotte o crude? I peperoni sono così ricchi di sostanze nutritive eccellenti che hanno grandi quantità sia di vitamina C che di carotenoidi. Il metodo ideale sarebbe una rapida cottura a vapore, sia per liberare i precursori della vitamina A, sia per rispettare la vitamina C.

Le verdure crude o cotte, quali sono più nutrienti?

Verdure meglio cotte o crude. Quali più nutrienti
La fibra è sicura?

Verdure meglio cotte o crude? I piselli e le carote perdono dall’85 al 95 percento della loro vitamina C se conservati. Le ciliegie congelate perdono fino al 50% di antociani dopo 6 mesi. La cottura distrugge circa i due terzi della vitamina C negli spinaci. A seconda del metodo di cottura, la perdita di vitamina C varia dal 15% al ​​55%. Il livello di vitamina C negli alimenti congelati è spesso più alto che in quelli freschi. Le vitamine liposolubili A, D, E e K e i carotenoidi (antiossidanti), al contrario, diventano più disponibili durante la lavorazione.

Carote, zucchine e broccoli sono meglio bolliti che al vapore, fritti o serviti crudi. Il metodo di cottura più dannoso per i nutrienti è arrostire le verdure.

La fibra nelle verdure è sicura?

Il cavolo aumenta i benefici per la salute, ma solo se lo cuoci a vapore. Dopo l’ebollizione e la frittura viene perso il contenuto di carotene e antiossidanti del cavolo. Il contenuto di vitamina C nel cavolo aumenta 3 volte durante il processo di fermentazione, inoltre nei crauti si forma acido lattico, che contribuisce a una migliore assimilazione e scomposizione delle proteine ​​nel corpo.

Le barbabietole crude contengono molti minerali benefici e sostanze biologicamente preziose come flavonoidi e antociani. Le barbabietole sono anche ricche di ferro, calcio e sodio. Li contiene in un rapporto ottimale. I minerali benefici delle barbabietole bollite vengono assorbiti molto meglio rispetto alle barbabietole crude. Inoltre, le barbabietole bollite sono un potente lassativo, aiutano a pulire il fegato, il sangue, i reni e rafforzano le pareti dei vasi sanguigni.

Le patate crude vengono consumate raramente, ma a molte persone piace passarle, friggerle e cucinarle. Le patate si cuociono al meglio al forno in maniera “uniforme”, perché il valore principale di questo ortaggio sta nel contenuto di potassio e vitamina C. E sono concentrate proprio nella buccia della patata, che di solito sbucciamo e buttiamo via.

Il broccolo è il campione dei glucosinolati che combattono le cellule tumorali. Il contenuto di questo antiossidante è più alto nei broccoli al vapore. Inoltre, i carotenoidi dei broccoli bolliti vengono assorbiti dall’organismo 10-15 volte più facilmente. Gli spinaci, come i broccoli e le carote, sono ricchi di carotenoidi. C’è molto calcio nella sua composizione. Affinché possano essere assorbiti meglio dal tubo digerente, gli spinaci devono essere bolliti.

Verdure meglio cotte o crude. Quali più nutrienti?

Verdure meglio cotte o crude? Quando si sceglie un metodo di cottura, è necessario trovare dei compromessi. La cottura può aumentare la disponibilità di un nutriente mentre ne scompone un altro. Molte persone pensano che le microonde facciano male al cibo, le verdure al microonde possono avere concentrazioni più elevate di alcune vitamine. Durante la cottura a vapore e l’ebollizione si perde dal 22 al 34% di vitamina C. Cucinare nel microonde o con cottura a pressione consente di risparmiare fino al 90% di vitamina C nei broccoli. Se mangi regolarmente una varietà di frutta e verdura, non devi preoccuparti del metodo di cottura.

1 commento su “Verdure meglio cotte o crude. Quali più nutrienti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *