Verne e 20.000 leghe sotto i mari

Verne e 20.000 leghe sotto i mari

Verne e 20.000 leghe sotto i mari

Romanzo di fantascienza che descrive la furia dell’oceano, la fiducia umana nel conoscerlo e controllarlo, mostrando la tenacia e il coraggio della volontà umana.

20.000 leghe sotto i mari, di Jules Verne è uno dei capolavori del famoso scrittore francese di fantascienza. Il titolo di questo libro si riferisce alla distanza che il sommergibile “Nautilus” percorre nell’acqua guidato dal capitano Nemo a una velocità di dodici chilometri l’ora. Il romanzo è la seconda parte della trilogia marina “Jules Verne”, pubblicata nel 1870. Racconta principalmente la storia del sottomarino “Nautilus”, del capitano Nemo e del professore Aronas che venne invitato a fare un giro negli oceani. I suoi “ospiti” godettero della varietà infinita di strani paesaggi e di varie creature sul mare durante quasi dieci mesi di viaggio per mare tra l’Oceano Pacifico, l’Oceano Indiano, il Mar Rosso, il Mar Mediterraneo, l’Oceano Atlantico, l’Antartide e infine ritornando nell’Oceano Artico. 

20.000 leghe sotto i mari: trama

Verne e 20.000 leghe sotto i mari
Mappa del percorso con Nautilus

Nel 1866, un grosso mostro identificato come un narvalo fu trovato in mare e il professor Aronas fu invitato a partecipare alla caccia. Durante la caccia, sfortunatamente cadde in acqua e nuotò sulla schiena del mostro che si rivelò essere un meraviglioso sottomarino segretamente costruito dal capitano Nemo su un’isola deserta nell’oceano. Lo scafo era robusto e utilizzava una grande quantità di sodio decomposto dal cloruro di sodio nell’oceano per generare elettricità.

Verne e 20.000 leghe sotto i mari
Capitano Nemo

Il capitano Nemo invitò Aronas a fare una gita subacquea e durante questo periodo, Aronas ha vissuto storie elettrizzanti come l’assedio da parte degli indigeni, la lotta contro gli squali, la chiusura delle strade da parte d’iceberg, attacchi di polpi e infine il ritorno sulla costa norvegese.

Tour negli oceani del Nautilus

Verne e 20.000 leghe sotto i mari
Edizione originale

Tutti i componenti del Nautilus partirono dall’Oceano Pacifico, attraversarono le isole coralline, l’Oceano Indiano e il Mar Rosso, entrarono nel Mediterraneo e nell’Oceano Atlantico e videro molte rare piante marine e strane scene nell’acqua. Nel libro, il Capitano Nemo è una figura misteriosa di nazionalità sconosciuta (successivamente dichiarò il suo nome nell’Isola Misteriosa come Principe Dhaka dell’India). Il sottomarino che costruì segretamente sull’isola deserta non era solo estremamente robusto, ma anche intelligente nella struttura.

Uso delle risorse marine per fornire energia. 

Le risorse che mantengono attivi il Nautilus dipendono da varie piante e animali nell’oceano. Per non divulgare i suoi segreti, il capitano del sottomarino diede un trattamento preferenziale ai prigionieri di guerra ma non permise loro di andarsene. Aronas non ebbe altra scelta che viaggiare intorno agli oceani con l’equipaggio. Alla fine, quando il sottomarino raggiunse la costa norvegese, Aronas partì senza salutare tornando nella sua città natale. 

READ  Inizio impero romano d'occidente con Ottaviano Augusto

Il romanzo di Verne è l’illuminazione della fantascienza di molte persone. La scienza è una delle principali caratteristiche di 20.000 miglia sotto il mare. Il primo sottomarino a propulsione nucleare del mondo si chiamava Nautilus. La trama di “20.000 leghe sotto i mari” raffigura vividamente il mondo sottomarino pieno di mistero scritto con un linguaggio vivido e interessante, sia il linguaggio dell’arte che il linguaggio della scienza.

Giulio Verne: autore

Jules Verne era un famoso scrittore francese di fantascienza nel 19° secolo (Nantes, 8 febbraio 1828 – Amiens, 24 marzo 1905). Verne nacque sull’isola di Fedo a Nantes, a quel tempo l’isola di Fedo era ancora nella città di Nantes come una nave ormeggiata. Oggi la via navigabile tra l’isola e la riva del fiume è stata riempita e costruita una strada. le navi che andavano e venivano nel porto attiravano profondamente Verne da bambino, e anche senza il permesso della famiglia, era pronto a correre come apprendista marinaio sul viaggio in barca a vela in Clari verso l’India. Venne riconosciuto e riportato a casa.

Per continuare la carriera del padre avvocato, Verne andò a Parigi per studiare legge nel 1848. Dopo la laurea, decise di non voler fare il giudice, andò a teatro come segretario e in seguito scrisse una sceneggiatura. Cominciò ad appassionarsi a nuove scoperte in varie scienze che lo prepararono in futuro a scrivere romanzi di fantascienza. 

Verne: romanzi mai obsoleti dopo 110 anni.

Nel 1863, il suo romanzo “Cinque settimane in mongolfiera” fu pubblicato con successo. Dopo oltre 40 anni di incessante creazione, ogni anno escono quasi una o due nuove opere. Verna è noto come “il padre dei moderni romanzi di fantascienza”, e le sue opere rappresentative includono Viaggio al centro della TerraDalla Terra alla LunaL’isola misteriosaVentimila leghe sotto i mari e Il giro del mondo in ottanta giorni, “Cinque settimane in mongolfiera”, ecc. Fanno parte della trilogia di Verna: I figli del capitano Grant che costituisce il primo capitolo, prosegue con Ventimila leghe sotto i mari e si conclude con L’isola misteriosa. Alcuni romanzi sono divenuti film di successo.

6 thoughts on “Verne e 20.000 leghe sotto i mari

Leave a Review

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *