Weekend a Venezia: cosa non potete perdervi!

    Almeno una volta nella vita, visitare Venezia è quasi d’obbligo. Si tratta di una vera e propria perla del Bel Paese, motivo per il quale milioni di turisti provenienti da ogni parte del mondo la scelgono ogni anno come meta per le proprie vacanze. 

    Weekend a Venezia non è sufficiente per visitarla in lungo e in largo, e soprattutto per scoprire i suoi tantissimi lati nascosti. Quì troverete una lista di cose che proprio non potrete perdervi nel visitare Venezia.

    Weekend a Venezia: 13 cose che non potete perdervi!

    Piazza San Marco

    Weekend a Venezia tra viuzze, piccole piazzette, i ponticelli e i canali, fanno di Venezia un vero e proprio labirinto: ma se volete raggiungere Piazza San Marco non avrete bisogno di mappe e cartine! Infatti, a ogni angolo troverete un cartello che vi indica la strada giusta per arrivarci. Una volta giunti nella Piazza, potrete volgere lo sguardo al campanile, simbolo di Venezia. Non perdete l’occasione di visitare la meravigliosa Basilica, che una volta era la personale cappella del Doge. Camminate lungo la Laguna, spingetevi fino e oltre al Ponte dei Sospiri, visitate il Palazzo Ducale che ospita sempre grandi mostre.

    Basilica di San Marco

    Duomo e Piazza San Marco
    Basilica di San Marco

    La Basilica di San Marco è una delle attrazioni più visitate di Venezia perfetta per un Weekend a Venezia. Con una storia che risale al IX secolo d.C., è anche una chiesa con molte storie e leggende interessanti alle spalle. La prima Basilica di San Marco fu costruita in piazza San Marco nel IX secolo per ospitare reliquie santissime – reliquie che erano state rubate! Nell’828, mercanti veneziani trafugarono il corpo di Marco Evangelista, uno dei quattro apostoli, ad Alessandria d’Egitto.

    La leggenda narra che li abbiano contrabbandati oltre le guardie (musulmane) nascondendoli sotto strati di carne di maiale in botti! La Basilica di San Marco copre più di 8.000 metri quadrati di mosaico realizzati nell’arco di 8 secoli, principalmente in oro, e il risultato è sorprendente.

    Torre di San Marco

    torre San Marco
    Torre di San Marco

    Il campanile della Basilica di San Marco è l’edificio più alto della città di Venezia e il simbolo della città di fama mondiale in Italia. È alta quasi 100 metri (esattamente 98,6 metri) e sorge direttamente su Piazza San Marco, di fronte alla Basilica di San Marco e al Palazzo Ducale. Il campanile fu costruito nel X secolo ma il 14 luglio 1902 la torre crollò.

    Dopo quasi 900 anni, molti terremoti, fulmini e tempeste, si erano formate crepe. Tutti i tentativi di restauro, soprattutto alla fine del XIX secolo, non hanno avuto successo. Tra il 1903 e il 1912 il popolare campanile di Venezia fu ricostruito sulla base dell’originale, sono state installate scale e un ascensore. I visitatori oggi prendono l’ascensore e salgono. Come di consueto in Italia, i campanili sono autoportanti e a pochi metri dalla chiesa.

    Canal Grande in gondola

    Un weekend a Venezia: cosa non potete perdervi!
    Canal Grande

    E perché limitarsi a guardare i gondolieri?

    Spendendo un weekend a Venezia, non perdete l’occasione di vedere la città direttamente dall’acqua: da questa prospettiva, infatti, la città dà il meglio di sé. È la più importante arteria di trasporto pubblico della città. I veneziani si recano al lavoro e a scuola in barca sul Canal Grande di Venezia, che si collega ai canali minori della città.

    I visitatori in vacanza in Italia possono contemplare la bellezza di Venezia dal Canal Grande Veneto. Ad un’estremità del canale si trova la Laguna di Venezia, vicino alla stazione ferroviaria di Santa Lucia. E all’altra estremità c’è la Basilica di San Marco.

    • Il Canal Grande divide la città in due parti, percorribili in gondola.

    In base al tempo, al budget, alle vostre preferenze, potrete scegliere diversi tour da fare in gondola in un weekend a Venezia. A questo proposito, chiedete direttamente ai numerosi gondolieri che troverete lungo il Canal Grande: chi meglio di loro può indicarvi il percorso più adatto a voi.

    Ponte di Rialto

    Uno dei quattro ponti che attraversano il Canal Grande, e sicuramente il più famoso da attraversare in un Weekend a Venezia. L’attuale struttura fu costruita in soli tre anni, tra il 1588 e il 1591, in sostituzione permanente del ponte delle barche e dei tre ponti di legno che avevano attraversato il Canal Grande sin dal XII secolo. L’arco del Ponte di Rialto era alto 7,5 metri per consentire il passaggio delle galee e la massiccia struttura fu costruita su circa 12.000 pali di legno, che ancora sorreggono il ponte più di 400 anni dopo. L’architetto, Antonio da Ponte (appunto “Antonio del Ponte”), gareggiò per incarichi con importanti designer come Michelangelo e Palladio.

    Per un weekend a Venezia non perderti il Ponte di Rialto, per arrivarci troverete numerosissime indicazioni in ogni angolo di Venezia. Il ponte ha tre passaggi pedonali: due lungo le balaustre esterne e un passaggio centrale più ampio che conduce tra due file di piccoli negozi che vendono gioielli, biancheria, vetro di Murano e altri articoli turistici. Se ne avete la possibilità, visitatelo di sera: rimarrete affascinati dai giochi delle luci sull’acqua, che rendono Venezia una città tanto romantica.

    Palazzo Ducale

    Palazzo Ducale Venezia
    Palazzo Ducale

    Il Palazzo Ducale è il simbolo più rappresentativo della cultura veneziana, formando uno dei paesaggi più famosi al mondo insieme alla Basilica di San Marco sullo sfondo e alla Piazzetta in primo piano. Per secoli, il Palazzo Ducale ha svolto tre funzioni fondamentali: come residenza ducale, come sede del governo e come palazzo di giustizia. Fu qui che furono prese alcune delle decisioni più importanti che influirono sulle sorti di Venezia e persino dell’Europa.

    In origine, quando fu costruito nel IX secolo d.C., assomigliava più a un castello che a un palazzo, con quattro torri di avvistamento e alte mura difensive. Si trovava infatti in una posizione strategica di controllo della città, vicino all’ingresso del mare.

    Successivamente, dopo una serie d’incendi e successive ricostruzioni, divenne quello che vediamo oggi: un magnifico esempio di architettura gotica veneziana. Nonostante le notevoli dimensioni, le multicolori decorazioni della facciata e la magnifica perforazione delle logge gotiche, che sembrano punte di pietra, conferiscono all’edificio un aspetto elegante ma non pesante.

    Torre dell’Orologio

    Torre dellOrologio Venezia
    Torre dell’Orologio

    La torre dell’orologio è uno dei monumenti architettonici più famosi di Venezia, sovrasta un arco che immette nella principale via dello shopping della città, l’antica Merceria. Andare un Weekend a Venezia e non visitarlo è davvero una grave perdita.

    Santa Maria Gloriosa dei Frari

    Santa Maria Gloriosa dei Frari Venezia
    Santa Maria Gloriosa dei Frari

    Santa Maria Gloriosa dei Frari è una delle chiese più grandi di Venezia, conosciuta come i Frari. Il suo esterno semplice e inespressivo contrasta con il suo interno maestoso. La costruzione della chiesa durò quasi cento anni e fu completata a metà del Quattrocento. Il suo campanile risale al XIV secolo ed è il secondo campanile più alto di Venezia. Da visitare senz’altro in un Weekend a Venezia.

    Galleria dell’Accademia

    Galleria dellAccademia
    Galleria dell’Accademia

    Le Gallerie dell’Accademia sono le basi del Rinascimento veneziano. Tiziano, Canaletto, Bellini, Bosch, Tiepolo sono ospitati qui, sparse in stanze decadenti come i dipinti stessi. L’Accademia di Belle Arti di Venezia fu fondata il 24 settembre 1750; lo statuto risale al 1756. Il primo direttore fu Giovanni Battista Piazzetta; Gianbattista Tiepolo è diventato il primo presidente dopo il suo ritorno da Würzburg.

    Palazzo Rezzonico

    Palazzo Rezzonico Venezia
    Palazzo Rezzonico

    Ca’ Rezzonico è uno dei palazzi più famosi di Venezia, situato nel sestiere di Dorsoduro, affacciato sul Canal Grande da Palazzo Contarini Michiel e Palazzo Nani Bernardo, non lontano da Ca’ Foscari. Il palazzo, che ospita il Museo del Settecento veneziano, fu edificato per volere della famiglia Bon, una delle antiche famiglie nobili della città.

    Teatro La Fenice

    Teatro della Fenice Venezia
    Teatro La Fenice

    La storia del Gran Teatro La Fenice risale alla fine del 1700. Nel 1789 la Nobile Società veneziana bandì un concorso per la costruzione di un nuovo teatro dell’opera a Venezia. Vinse il concorso un architetto neoclassico veneziano, Giannantonio Selva. Il neoclassicismo era la corrente intellettuale che, in contrasto con gli ornamenti del barocco, attingeva ai modelli più moderati dell’arte romana e greca antica.

    Il Teatro è stato progettato in stile classico italiano; a differenza del teatro francese, il Teatro Italiano presentava una serie di logge chiuse (balconi che ricordano la piazza italiana).

    Basilica dei Santi Giovanni e Paolo

    Basilica dei Santi Giovanni e Paolo
    Basilica dei Santi Giovanni e Paolo

    Basilica dei Santi Giovanni e Paolo, detta anche San Zanipolo, è una chiesa parrocchiale gotica edificata nel XV secolo ed è meglio conosciuta come luogo di sepoltura dei dogi veneziani (25 di loro sono sepolti qui), ma anche di figure militari e artisti. Le tombe sono opere d’arte decorate con statue. Oltre alle tombe, ci sono altre opere d’arte che decorano l’interno della chiesa. Una di queste da non perdere in un Weekend a Venezia è la Madonna della Pace (dipinto bizantino). Altre belle opere d’arte all’interno della chiesa sono il polittico (di Giovanni Bellini) o l’Annunciazione (di Paolo Veronese).

    Perdetevi a piedi a Venezia

    Un weekend a Venezia: cosa non potete perdervi!
    I rii di Venezia

    Venezia va visitata proprio così: a piedi, perdendosi. Una parte fondamentale del vostro weekend dev’essere questo! Scoprirete angoli meravigliosi: lasciate che sia l’istinto a guidarvi. Tanto (come ormai avrete capito) quando siete stanchi di girovagare per le viuzze, un’indicazione che vi porti alle zone più turistiche la troverete sempre.

    Tour dei bacari

    Per un weekend a Venezia, un must per gli amanti della gastronomia è il Tour dei Bacari!

    Cos’è un bacaro? Un’osteria in cui a un buon bicchiere di vino vengono accompagnati i cosiddetti ‘’cicchetti’’, ovvero degli stuzzichini. È una cosa che ai veneziani piace molto: per sentirvi quindi in vero clima cittadino, non perdetevi quest’occasione. Potrete gustare specialità veneziane in maniera più economica, rustica e molto caratteristica. Si tratta molto spesso di locali piccoli, con pochi tavoli, con un’atmosfera accogliente e di cui non potrete più fare a meno.

    Related Articles

    22 Commenti

    1. A Venezia ci vado spesso e volentieri e ora cerco solo di perdermi nelle vie laterali: la laguna ha tanto, forse troppo da offrire!
      Mi manca il giro dei baccari e quello con la gondola: una amica mi aveva detto che molte cose sono da vedere solo dall’acqua!

    2. Venezia è Venezia… è magica, nessuno potrà mai dire il contrario! Neanche io, che non la amo particolarmente, ammetto che è un posto che va assolutamente visto, almeno una volta nella vita!

    3. Sono stata un paio d’anni fa e l’ho adorata nonostante fossi capitata in un periodo di piogge, anche abbondanti. Mi sono persa nei vicoli trovando scorci meravigliosi, ho camminato molto, ho visitato tanti musei e le sue isole più famose. Una città bellissima e alla fine neppure troppo cara visto che c’erano ristoranti con menù turistico.

    4. Venezia è una città ormai troppo caotica e turistica che bisogna portare tantissima pazienza per visitarla. Rimane sempre un luogo pieno di fascino e apprezzarla per quello che è veramente bisognerebbe uscire dal suo centro storico, conoscerne i suoi vicoli più nascosti.

    5. I love Venice! I live close to this city (60km). The Carnival period is, for sure, one of the best moment for discovering Venice and its traditions.

    6. Quando vado a Venezia faccio sempre una tappa alla Libreria dell’Acqua Alta. E poi fingo di perdermi tra le calli… Ormai la conosco bene, ma ogni volta trovo qualcosa che mi sorprende e mi lascia bocca aperta. Mi manca solo l’acqua alta… 😉

    7. Adoro Venezia, ci sono stata tante volte ma quella più bella è stata pochi mesi fa, per un fine settimana con le amiche! Uno dei miei luoghi del cuore è la Riva degli Schiavoni la mattina presto, quando non ci sono ancora le solite migliaia di turisti e si può passeggiare in silenzio…

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui